Informazione, solo informazione…

28/04/2015 - Nicola Ventura

    Alcuni giorni fa in un convegno ho contestato i dati di un relatore. Nelle sue slide, frutto di un frettoloso copia/incolla, aveva proposto dati sulle emissioni dei carburanti palesemente errati.

    Successivamente si avvicina una ragazza che, dichiarando di apprezzare la mia schiettezza nel intervento, si informa su chi fossi:

    D: Di cosa ti occupi?
    R: Ho fondato un portale, Ecomotori.net, il cui obiettivo è informare sulla mobilità sostenibile.

    D: Ah quindi sei un giornalista?
    R: No, resisto fin che posso! Non mi piacciono le tessere e poi cerco di fare informazione, i giornalisti troppo spesso, purtroppo, fanno altro.

    D: Ok quindi saresti un blogger?
    R: Nemmeno. Non mi piace stare dentro un categoria. Come vedi cerco di fare informazione anche guidando un’auto ecologica in un campionato FIA Energie Alternative o rendendo disponibile un elenco dei punti di rifornimento di metano, gpl e colonnine di ricarica.

    D: Quindi sei un di quelli che oggi si definiscono “influencer”?
    R: No grazie, ma per favore! Quelli sono markettari allo stato puro e io non voglio influenzare nessuno. Io cerco, e non sempre ci riesco, di fare informazione sul mondo della mobilità sostenibile. Cerco di farlo a 360° in tutti i modi possibili presentando, senza paraocchi o telebanismi, pregi e difetti di tutte le soluzioni che la mobilità sostenibile offre. Semplicemente “informare” senza etichette.

    Non abbiamo bisogno di etichette per fare informazione, con buona pace dei nostri detrattori e di quel rosicone che continua a mandare mail farneticanti…