Valle d’Aosta: 1,5 milioni di euro di incentivi per passare a metano, gpl o elettriche

24/12/2010 - Nicola Ventura

    Incentivare il rinnovo tecnologico del parco auto e moto, promuovere l’installazione di filtri antiparticolato e sostenere la riconversione a metano o Gpl: sono le finalita’ della legge regionale di rifinanziamento

    , per l’anno 2010, in materia di incentivi regionali per il rinnovo tecnologico del parco auto e moto circolante in Valle d’Aosta.
    La normativa, approvata dal Consiglio Valle, consentira’ di finanziare le domande di contributo che potranno essere presentate fino a lunedi’ 31 gennaio 2011, ma devono essere relative all’acquisto di veicoli avvenuti entro l’anno in corso. Il disegno di legge varato dall’esecutivo valdostano prevede uno stanziamento di 1,5 milioni di euro per l’assegnazione di bonus da 1.300 euro per la sostituzione di auto Euro 0, 1 e 2 con veicoli Euro 4 o Euro 5.

    Se i mezzi possiedono il filtro antiparticolato il contributo sale a 1.500 euro. La stessa cifra e’ erogata per l’acquisto di autovetture alimentate a gas metano, a Gpl, a idrogeno o elettriche. Chi acquista invece motocicli Euro 2 o Euro 3 puo’ beneficiare di 300 euro. I contributi regionali saranno cumulabili a eventuali offerte delle case automobilistiche operate dai concessionari. Secondo quanto riferito dall’Ufficio regionale, fino al 28 giugno sono state liquidate 767 domande, mentre le richieste di contributo pervenute al 23 novembre sono 1.544 per una spesa totale di circa 1.850.000 euro.

    L’istituzione degli incentivi regionali, che risale al 2007, ha favorito la rottamazione di circa il 10% del parco automezzi. Dal consuntivo emerge che le domande finanziate sono state 1.767 nel 2007, 1.636 nel 2008 e 4.723 nel 2009. Il boom √® stata dovuto al fatto che gli incentivi regionali erano cumulabili con quelli statali.