Biomaster: un progetto per lo sviluppo del biometano in Europa

22/06/2012 - monica.porta

    Primi dettagli sul progetto Biomaster, finanziato dall’Unione Europea per approfondire gli aspetti della produzione, distribuzione e utilizzo del biometano per il trasporto. Questo progetto, avviato un anno fa e che si concluderà nel 2014, coinvolge quattro Paesi (Italia, Svezia, Gran Bretagna e Polonia) ed è coordinato dalla società italiana ISIS.

    “Il nostro obiettivo è proporre la realizzazione nei Paesi partner di 12 nuovi impianti di produzione di biometano, 4 punti di iniezione nella rete di distribuzione e 54 nuove stazioni di rifornimento”, ha spiegato Stefano Proietti, coordinatore del progetto all’ISIS, intervenuto alla fiera internazionale “NGV2012” a Bologna.

    Lo scopo è far collaborare le varie componenti della filiera del biometano: “E’ necessario superare l’attuale stadio di impasse”, ha detto Proietti, “stimolando gli investimenti, rimuovendo le barriere tecnologiche e dimostrando che il biometano per il trasporto è un’opzione operativa e praticabile”.