Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

Fiat Automobiles si conferma il brand più “ecologico” in Europa


fiatTra i dieci marchi automobilistici più  venduti in Europa, Fiat Automobiles è il brand che ha registrato il  valore medio più basso di emissioni di CO2 sulle proprie vetture vendute  nel primo semestre del 2010: 123,5 g/km (rispetto al 2009 ha registrato  un ulteriore miglioramento di 4,3 g/km).    

Il  primato è stato riconosciuto dalla società JATO, leader mondiale per la  consulenza e la ricerca nel campo automotive nata nel 1984 e presente  in oltre 40 Paesi. In dettaglio, Fiat precede Toyota (128,0 g/km),  Peugeot (132,3 g/km), Citroen (133,4 g/km), Renault (134,6 g/km), Ford  (137,0 g/km), Opel/Vauxhall (141,0 g/km), Volkswagen (142,2 g/km), Audi  (154,2 g/km) e BMW (154,5 g/km).

A  questo importante risultato si aggiungono altri due record registrati  nelle classifiche per modelli e gruppi. Infatti, se è vero che tutti i  20 modelli più venduti in Europa hanno ridotto le emissioni nel primo  semestre del 2010, ben tre vetture Fiat si piazzano ai primi posti di  questa graduatoria: in testa c’è la Fiat 500 con uno straordinario 116,0  g/km di CO2 (rispetto al 2009 ha migliorato di 3,9 g/km), seguita al  secondo posto dalla Fiat Panda (118,9 g/km) e al quarto posto dalla Fiat  Punto (123,5 g/km).

Inoltre, Fiat  Group Automobiles continua ad essere primo anche nella classifica per  gruppi (126,2 g/km), aumentando il distacco rispetto a Toyota (130,0  g/km), PSA (132,8 g/km), Renault (136,7 g/km) e Hyundai (138,3 g/km). Un  vero e proprio record che ne fa l’unico gruppo ad essere già scesa al  di sotto del valore medio europeo di 130 g/km fissato per il 2015. Tra  l’altro, va ricordato che quasi il 60% del volume di auto nuove in  Europa si trova ora ad un livello di CO2 di 140 g/km o inferiore, con un  miglioramento del 6,7% rispetto all'anno 2009, ottenendo una fetta di  mercato delle vetture a basse emissioni (fino a 120 g/km di CO2) che ha  registrato una crescita del 5%.

Ma  l‘impegno di Fiat, sempre mirato alle reali necessità della gente, non  si ferma qui. Il primato ecologico nasce da una strategia di lungo  periodo basata su due assi fondamentali: da una parte, un insieme di  soluzioni tecnologiche volte al contenimento di consumi ed emissioni;  dall’altra parte, la sensibilizzazione degli utenti verso un utilizzo  sempre più responsabile ed eco-compatibile della vettura.

Innanzitutto  motorizzazioni uniche ed esclusive come il rivoluzionario motore  TwinAir (bicilindrico da 85 CV) che è stato installato per la prima  volta proprio sulla Fiat 500 (berlina e cabrio). Da sottolineare che la  Fiat 500 TwinAir ha il motore a benzina turbo con le emissioni più basse  al mondo: 92 g/km con cambio robotizzato Dualogic e 95 g/Km con cambio  meccanico. Inoltre, con una cilindrata molto contenuta (875 cmc), il  nuovo motore assicura ottime performance a fronte di una sensibile  riduzione dei consumi: infatti, se confrontato con il 1.4 da 100 CV, il  TwinAir da 85 CV fa registrare un incremento di coppia a 2.000 giri del  25% a fronte di una riduzione dei consumi del 30%. Questo a tutto  vantaggio del divertimento di guida e del contenimento delle emissioni.

Soluzioni  innovative e già oggi disponibili, come la tecnologia Multiair per i  motori benzina che grazie a un nuovo sistema di gestione  elettro-idraulica delle valvole garantisce una combustione sempre  ottimale con riduzioni fino al 25% delle emissioni di CO2 e un  contemporaneo aumento del 10% in termini di potenza. Tecnologie  all’avanguardia anche nel campo dei motori diesel, con il 1.3 Multijet  di seconda generazione con potenza fino a 95 CV. Grazie a 8 iniezioni  per ciclo, il 1.3 Multijet II permette un miglioramento della coppia a  basso regime fino al 25% con una riduzione del 6% delle emissioni.

Un  contributo fondamentale al primato certificato dalla società JATO è  stato anche dato dalla straordinaria crescita del metano, il carburante  più ecologico ed economico oggi in commercio. Una scelta lungimirante,  intrapresa oltre dieci anni fa, che ha portato Fiat a conquistare la  leadership indiscussa in Europa nel campo delle vetture di primo  impianto a metano (OEM) come dimostrano quasi 400.000 unità vendute fino  ad oggi appartenenti alla gamma Natural Power, una gamma completa di  vetture e veicoli commerciali a doppia alimentazione (metano/benzina)  capace di soddisfare qualsiasi esigenza di mobilità.

Inoltre,  Fiat propone altre innovative soluzioni eco-tecnologiche non  strettamente legate al motore, come il sistema Start&Stop,  introdotto diffusamente sulla gamma Euro 5, che gestisce lo spegnimento  temporaneo del motore e il suo successivo riavvio in corrispondenza  delle fasi di funzionamento al minimo con veicolo fermo: si ottiene così  una riduzione media dei consumi fino al 12% nel ciclo urbano.

Il  secondo asse della strategia di Fiat nel campo della tutela ambientale è  rappresentato dalla sensibilizzazione degli utenti verso un utilizzo  sempre più responsabile ed eco-compatibile della vettura. Da questa  filosofia è nato eco:Drive, l’innovativo software che consente -  attraverso la porta USB del sistema Blue&Me - di analizzare il  comportamento di guida dell’automobilista aiutandolo a ottimizzare  consumi ed emissioni. Quindi, la tecnologia eco:Drive è la prima e unica  capace di fornire al guidatore dei reali dati di viaggio e dei consigli  personalizzati in base allo stile di guida.

Dal lancio avvenuto nell’ottobre del 2008 ad oggi, l’applicativo (disponibile gratuitamente su www.fiat.com/ecodrive)  ha già raggiunto circa 140.000 download e conta oggi quasi 50.000  utenti che lo utilizzano abitualmente. Un grande successo in termini di  pubblico, ma soprattutto un successo per l’ambiente se si considera che  la community di eco:Ville ha risparmiato globalmente quasi 3.000  tonnellate di CO2. Con eco:Drive, quindi, Fiat ha voluto pensare non  solo ai propri prodotti ma anche ai propri utenti incoraggiandoli a  contribuire alla riduzione delle emissioni legate al trasporto  automobilistico.

eco:Drive è oggi  disponibile su un’ampia gamma di automobili Fiat (500, 500C, Grande  Punto, Punto Evo, Bravo, Croma, Qubo, Nuovo Doblò) e veicoli commerciali  Fiat Professional (Grande Punto Van, Punto Evo Van, Fiorino, Nuovo  Doblò e Ducato). Inoltre sono disponibili sia specifiche funzionalità  per valutare i risparmi legati all’utilizzo delle eco-tecnologie di Fiat  (Start&Stop e alimentazione a metano), sia una versione dedicata  alle flotte (eco:Drive Fleet) che permette alle aziende e ai gestori  delle flotte di controllare le emissioni di CO2 e i costi.




0 Comments