Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere pił informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


* * * * -

Audi, dopo l'e-gas arriva l'e-diesel


Dopo l'apertura dell'impianto di Werlte destinato alla produzione di e-gas, ovvero un metano ottenuto da risorse rinnovabili, Audi inaugura un altro centro di produzione di biocarburanti a Dresda che ha iniziato a produrre i primi quantitativi di gasolio “bio” attraverso un processo innovativo messo a punto dal costruttore tedesco e dai partner Climeworks e Sunfire.

L'impianto Audi di Dreisden-Reick richiede solo anidride carbonica, che viene catturata dall'aria attraverso una tecnologia sviluppata da Climeworks, acqua ed energia elettrica. Attraverso un processo di elettrolisi, l'idrogeno ottenuto dall'acqua viene fatto reagire con la CO2 attraverso due sottoprocessi che avvengono a 220 gradi Celsius e ad una pressione di 25 bar, il cui risultato è un liquido composto da idrocarburi chiamato “Blue Crude”.

Il nuovo impianto sperimentale ne può produrre 160 litri al giorno e dall'80% della produzione di Blue Crude si può ottenere un Diesel sintetico privo di zolfo e aromatici, l'e-diesel, che ha delle proprietà di combustione molto favorevoli per l'impiego nei motori, dal momento che è ricco in cetani. Le sue proprietà chimiche lo rendono inoltre adatto ad essere miscelato con il Diesel fossile, migliorando dunque le proprietà del gasolio tradizionale.


1 Comments

Molto interessante.

Tuttavia è da valutare se il dispendio energetico del ciclo completo (faccio l'idrogeno con l'elettrolisi, poi lo combino con la CO2 per ottenere il similgasolio) sia o meno vantaggioso rispetto a quello dell'utilizzo diretto dell'idrogeno in un ciclo otto (sicuramente non lo è rispetto all'idrogeno impiegato in una cella a combustibile).