Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


* * * * -

NOVECENTO!!! Sono 900 i distributori di metano in Italia


Il Metano cresce ancora: la rete di distribuzione italiana ha appena raggiunto quota 900.

L’ultimo distributore è stato aperto proprio ieri a Carpi (bandiera IP, Strada Statale Romana Nord) ed è il 23mo della provincia di Modena, il 157mo della Regione Emilia Romagna e il 39mo nuovo distributore inaugurato dall’inizio del 2012.

Soltanto nel mese di giugno sono stati ben 10 i distributori di metano avviati (Bari, Eboli, Settimo Torinese sulla A4, Brembate, Termini Imerese, Varna - BZ, Rimini, Ortenova - FG e Ponderano – BI) e questo trend in salita lascia intuire che quest’anno verrà superato il record del 2011 di 71 nuovi erogatori.

“Certamente un ottimo risultato - commenta Nicola Ventura, fondatore e direttore del portale Ecomotori.net – anche se saremmo stati più felici di annunciare il via al self service, già introdotto nel DDL Sviluppo Economico e demandato a un decreto attuativo i cui termini sono scaduti lo scorso 24 giugno e per il quale ancora non sembra vedersi la luce. E’ vero dunque che la rete cresce, ma persiste il problema del fai da te, attualmente attivo soltanto nella provincia autonoma di Bolzano”.

Le regioni italiane più metanizzate sono: l’Emilia Romagna con 157 pompe, la Lombardia con 127, il Veneto con 121, la Toscana con 86 distributori, le Marche con 79, Piemonte 63. Fanalino di coda, esclusa la Sardegna, Valle d’Aosta (2), Friuli e Molise (3).  Per le province invece: Ancona a quota 30, 29 per Torino, Brescia, Milano e Bologna; Verona con 28 distributori, Roma con 25, poi Napoli  e Padova 24.


11 Comments

Mi sento di puntualizzare che il self service in realtà è attivo già da alcuni mesi c/o il distributore di San Donato Milanese (che tra l'altro pare essere proprio quello della Vs. foto indicata su questo articolo).
Foto
Nicola Ventura
lug 03 2012 12:02

Mi sento di puntualizzare...


Il self-service di cui lamentiamo la mancanza è un VERO self-service libero con possibilità di utilizzo 24h senza strani ingegnosi cavilli che sanno tanto di bastone tra le ruote.

Il self-service previsto ad oggi in italia è il cosiddetto "Self-Service Presidiato" perchè i fenomeni dei nostri amministratori hanno previsto l'obbligo della presenza di personale che ti guarda mentre tu ti rifornisci.

Capisci bene che in questo modo non ha senso, tant'è che a San Donato Milanese l'impianto eroga metano solo durante l'orario di apertura in presenza di personale... quindi dopo le 19:15 fine del metano!
Tre problemi: il primo sono gli orari di apertura, perché troppo spesso troviamo impianti "misti" (Metano/altri carburanti) con orari davvero penalizzanti. Esempio personale: mi trovo a compiere frequentemente nel finesettimana il percorso Bologna-Biella A/R. Partenza il venerdì con bombole piene, rabbocco a San Martino (PR), arrivo tranquillo a Biella. Se il sabato mattina non vado a rabboccare in uno dei due impiantini presenti entro le 12.15, sono obbligato a tenere l'auto ferma nel WE, o non ho la possibilità di arrivare a Rho per rifare il pieno. Naturalmente, nei dintorni di Bologna ho invece solo da scegliere, perché gli "impiantoni" fanno 6.30-23.00 7/7...
Secondo problema, le fluttuazioni nel prezzo. Vado a Bolzano e so di avere a disposizione - nei dintorni della città - 4/5 impianti belli e professionalmente presidiati, in cui il Metano viene venduto allo stesso prezzo. A maggio, ovunque 0.940, quando a Bologna eravamo sullo 0.980, e a Biella a 0.998 (!) Aggiungiamo a questo il fatto che spesso questi impianti "a prezzo variabile" sono alimentati dalla rete distributiva della medesima multiservizi... motivi?
Il terzo problema è la tragica mancanza di impianti su alcune delle principali direttrici autostradali, a meno di uscire e rientrare: tornando da Roma a Bologna, da Arezzo sono dovuto passare a benzina, dato che sulla A1 in quel tratto si trova quanto GPL si vuole, ma di Metano nemmeno l'ombra... ma vi sembra?
Quanto agli pseudo-self, concordo con l'articolista. Ma volete mettere l'emozione di starsene con il ditone ben pigiato sul pulsante di erogazione, anziché passeggiare intorno all'auto durante il rifornimento? ;-)

Il self-service di cui lamentiamo la mancanza è un VERO self-service libero con possibilità di utilizzo 24h senza strani ingegnosi cavilli che sanno tanto di bastone tra le ruote.

SORRY, parlando di self-service non avevo pensato al servizio libero 24h.
Grazie per la precisazione.
Foto
maurizio31
lug 03 2012 05:03
c'è il trucco con il metano che un distributore non mette al 100% metano ma una parte ci va aria, se no è semplice lo provato in svizzera far self service e la notte funziona con carta di credito, ma in italia non ci può essere mai self service perchè non è semplice per una donna o persone delicate con la paura,sbagliano a mettere gasolio figuriamoci col metano fanno esplodere la pompa è sempre gas e non si scherza
Foto
Nicola Ventura
lug 03 2012 05:12

...ma in italia non ci può essere mai self service perchè non è semplice per una donna o persone delicate con la paura,sbagliano a mettere gasolio figuriamoci col metano fanno esplodere la pompa è sempre gas e non si scherza


Per favore non diciamo fesserie!

Fare self metano è facilissimo anche per una donna (e non capisco perchè per una donna non dovrebbe esserlo!) basta vedere a San Donato quante donne fanno self da sole senza la benchè minima esitazione!

Inoltre il self metano è molto più sicuro del self benzina/gasolio perchè a differenza dei carburanti liquidi con il metano se il bocchettone non è ben innestato l'erogazione non parte! Quindi rischio ZERO!

Concordo al 100%. In Austria e Germania il self è assolutamente sicuro. Quando si aggancia la pistola l'erogatore fa un test di erogazione per alcuni secondi e solo dopo parte l'erogazione vera e propria. Ho avuto un problema con la valvola di carico che aveva una perdita e l'erogatore non ha erogato. Paradossalmente è più pericoloso il self della benzina / gasolio perché il sistema non impedisce ad uno squilibrato di allagare l'impianto di carburante... Il self h24 sarebbe veramente una comodità ..... speriamo. Ciao
E' importante avere presente cosa si intenda dstribuzione "Self service di metano".

Sul fatto della sicurezza, gli impianti self service sono molto più sicuri di quelli attivi oggi in Italia.

Sulla semplicità di rifornimento, è tutto molto relativo: conosco molte persone (forse a maggioranza di sesso femminile) che non sa fare/non vuole fare rifornimento self service a benzina.

Il ditone pigiato sul pulsante di erogazione è una complicazione attuata dalle nostre norme. Il self service all'estero lo fai attaccando il manicotto, pigi una volta il pulsante e attendi 2 minuti che abbia finito.

Per chi non fosse pratico, suggerisco di visionare questo video su Youtube:
......ma guardate che nelle generalizzazioni ci stiamo male tutti!!!!!!

Conosco donne che......ce ne fossero di uomini che riescono a fare quello che fanno loro.......

Sul fatto delle complicazioni potrei dire qualcosa......attaccare una manichetta,girare una rotella e premere un pulsante(questo è quello che deve fare un gestore per rifornire una vettura in Italia)credo che siano buoni tutti,altro discorso è la comodità,mi rifornisco in un distributore dove è consentito avere sia il self che il "servito"?.....posso scegliere,ma se mi rifornisco ad un distributore che ha solo self.....TUTTI si adeguano di buon grado.

Comunque iniziamo a poter avere la possibilità di rifornirsi la notte e negli orari di chiusura dei distributori,poi........ci occuperemo dei(fantomatici)problemi del gentil sesso.Non vorrei che queste banali scuse fossero prese a pretesto dal legislatore.......considerando che per prendere una decisione usano tempi bibblici,probabilmente pressati da lobby,vediamo se riusciamo a non dare assist.
Mi sa che Maurizio31 è il consulente del presidente di Federmetano....
però ormai siamo OT. tutto questo andrebbe discusso nella sezione "il calvario del self service"

c'è il trucco con il metano che un distributore non mette al 100% metano ma una parte ci va aria


Se mi fai vedere la tua vettura marciare con aria compressa a 200 bar assieme al metano :eekk: .........pago bere!!!!!!!...e mi godo lo spettacolo!!!!!!!!

se no è semplice lo provato in svizzera far self service e la notte funziona con carta di credito, ma in italia non ci può essere mai self service perchè non è semplice per una donna o persone delicate con la paura,sbagliano a mettere gasolio figuriamoci col metano fanno esplodere la pompa è sempre gas e non si scherza


Si,Si hai ragione.........apposta i contadini coltivano i cavoli......altrimenti non nascerebbe più nessuno.......... :mavieni: :mavieni: :muro: :muro: