Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

"H2 Mobility": iniziativa per l'infrastruttura dedicata alla distribuzione dell'idrogeno in Germania


distributore_idrogenoA Berlino, i rappresentanti di importanti aziende hanno siglato un accordo alla presenza del Ministro Federale dei Trasporti, delle Costruzioni e dello Sviluppo Urbano Wolfgang Tiefensee.


L'accordo è mirato a valutare la possibilità di realizzare sul territorio tedesco un'infrastruttura per il rifornimento di idrogeno al fine di incentivare la produzione di serie di veicoli elettrici a celle a combustibile. Questo accordo segna un importante passo in avanti verso la produzione in serie di questi veicoli ad emissioni zero a livello locale. Partner dell'iniziativa "H2 Mobilty" sono nomi illustri come Daimler, EnBW, Linde, OMV, Shell, Total, Vattenfall e NOW GmbH, organizzazione nazionale per la tecnologia a idrogeno ed a celle combustibili. La possibilità di adesione è tuttavia estesa ad eventuali altre aziende interessate.

Negli ultimi anni in Germania lo sviluppo di tecnologie tese allo sfruttamento dell'idrogeno per il settore dei trasporti ha fatto passi da gigante, tanto che la Germania è stata riconosciuta come mercato pilota in Europa sul fronte della mobilità ad emissioni zero. Tutto ciò è stato possibile grazie al continuo impegno di un gran numero di imprese industriali ed al supporto fornito dal governo tedesco, con l'obiettivo comune di incentivare la commercializzazione di veicoli elettrici a celle combustibili e di promuovere l'adozione delle tecnologie dell'idrogeno e a celle combustibili come parte integrante dei sistemi di trazione di domani.

Gli attuali progetti dimostrativi, come la Clean Energy Partnership (CEP), ai quali prendono parte realtà del settore minerario e di fornitura energetica e l'industria dei settori propulsivo ed automobilistico, dimostrano la fattibilità, dal punto di vista tecnico, della produzione, dello stoccaggio, del trasporto e dell'impiego dell'idrogeno, nonché della realizzazione di una necessaria infrastruttura.

Inoltre, importanti case automobilistiche hanno recentemente reso nota una dichiarazione d'intenti mirata allo sviluppo ed all'introduzione sul mercato di veicoli elettrici con celle combustibili, prevedendo, dal 2015, diverse centinaia di migliaia di veicoli su scala mondiale nell'arco dei relativi cicli di vita. L'accordo siglato oggi si rifà ad un'iniziativa di Daimler e Linde che ha avuto come obiettivo la realizzazione di una rete di stazioni di servizio di idrogeno sul territorio tedesco, al fine di creare reali presupporti per la commercializzazione di veicoli elettrici con trazione a celle a combustibile.

L'accordo sottoscritto prevede due fasi:
La Fase I sarà dedicata al vaglio delle diverse opzioni per la realizzazione sul territorio nazionale tedesco di una rete di stazioni di servizio di idrogeno e per lo sviluppo di una filosofia commerciale comune economicamente soddisfacente e che possa contare anche sul sostegno da parte di enti pubblici. In questa fase dovranno essere stabiliti i principi base per la creazione di nuove stazioni di servizio per auto a idrogeno fino all'anno 2011. Queste attività verranno intraprese nell'ambito del Konjunkturpaket II del governo tedesco e di altri programmi a livello federale e nazionale, in modo da poter risolvere al meglio e di comune accordo le questioni inerenti la standardizzazione e l'abbattimento dei costi.

Se la fase concettuale darà esito positivo per tutti i partecipanti, nella Fase II verrà stabilito un relativo piano di azione. L'obiettivo sarà quello di completare la realizzazione della rete di stazioni di servizio per supportare, anche con le relative infrastrutture, la prevista commercializzazione dei veicoli elettrici con trazione a celle combustibili, che in Germania avrà luogo a partire dal 2015.



0 Comments