Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

Renault vara la mobilità elettrica sull'asse Milano-Brescia


kangoo_express_z.eCompie i primi passi in questi giorni a Milano e a Brescia “E-MOVING”, il progetto pilota realizzato in collaborazione da Renault e dalla multiutility A2A impegnate nello sviluppo della mobilità a zero emissioni. Con la presentazione delle prime colonnine di ricarica, i test e gli sviluppi

in corso sull’interazione auto-colonnina e sugli standard tecnologici e di sicurezza, e la definizione della dislocazione delle postazioni di ricarica pubblica, nuove importanti evoluzioni del progetto preparano l’arrivo della mobilità elettrica.

La partnership tra Renault e A2A per lo sviluppo della mobilità elettrica a Milano e Brescia compie importanti passi che danno in questi giorni l’avvio concreto al progetto pilota E-MOVING, presentato nei mesi scorsi alla presenza del sindaco di Milano Letizia Moratti e del sindaco di Brescia Adriano Paroli.

Con la presentazione delle colonnine di ricarica per veicoli elettrici ideate e progettate da A2A, prendono l’avvio i test live d’interazione fra la colonnina stessa e i veicoli Renault, volti ad ottimizzare l’infrastruttura di ricarica in termini di configurazione tecnologica e di servizio, e a renderla aderente ai più evoluti standard di dialogo intelligente e di sicurezza.

Con la colonnina di ricarica progettata, A2A lancia una soluzione “ponte” tra il passato ed il futuro della mobilità elettrica. La colonnina, dotata infatti di una presa SCAME e di una presa MENNEKES, permetterà la ricarica sia dei veicoli elettrici già presenti sul territorio che di quelli di nuova fabbricazione e nuova generazione, come quelli Renault, aderenti ai più evoluti standard europei emergenti.

Inoltre, le stazioni di ricarica A2A saranno utilizzabili da tutti i mezzi elettrici: 2 ruote (biciclette e motorini) e 4 ruote (autoveicoli privati, commerciali, ecc.).

Per quanto riguarda le postazioni di ricarica pubblica, le colonnine, che hanno già ottenuto la validazione da parte della Sopraintendenza alle belle arti e dall'ufficio beni ambientali del Comune di Milano, saranno installate nei luoghi individuati in collaborazione con i Comuni di Milano e Brescia, la Polizia Locale e i settori competenti per il territorio, in funzione delle caratteristiche urbanistiche delle città, delle esigenze degli utilizzatori, e dei flussi di traffico cittadini. I siti sono già stati progettati e sono state avviate le pratiche per l'ottenimento delle autorizzazioni.

Nel caso di clienti privati, A2A provvederà ad installare presso le aziende o le abitazioni un’apposita “Charging Station”, utile ad effettuare la ricarica standard del veicolo in assoluta sicurezza e a misurare i relativi consumi.

Le due città lombarde si preparano, in tal modo, ad ospitare la progressiva installazione di una strutturata rete di circa 270 punti di ricarica (200 a Milano e 70 a Brescia) a supporto della mobilità elettrica. Di tali punti di ricarica circa 150 saranno a disposizione degli automobilisti in luoghi pubblici (strade, parcheggi,…), mentre i restanti saranno a uso privato (box, parcheggi condominiali, parcheggi aziendali).




0 Comments