Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

Mobilità elettrica: il modello di Roma secondo Enel


e-mobilitySviluppare una rete di ricarica intelligente è un obiettivo prioritario nell’impegno di Enel per lo sviluppo della mobilità elettrica. “Nell’ottica di un progresso della mobilità sostenibile – ha detto Federico Caleno

, Business Development Manager di Enel Distribuzione, nel corso della quarta edizione di MoTechEco, a Roma – è importante considerare che la rete elettrica deve essere capillare e controllata”.

Enel ha individuato due momenti in cui è più probabile la necessità di ricarica dell’auto elettrica da parte di una famiglia e, “attraverso il progetto e-mobility che coinvolge le città di Roma, Pisa e Milano – ha spiegato Caleno – sta realizzando una rete che possa gestire la ricarica senza blackout e che ottimizzi l’integrazione di rinnovabili”.

L’ottica di sistema non va perseguita solo a livello tecnologico ma anche geografico. “È per questo che siamo in stretto contatto con tutti i distributori – ha aggiunto Caleno – per far in modo che il futuro della mobilità sostenibile sia sì un’ampia diffusione ma anche l’utilizzo delle stesse infrastrutture, degli stessi standard, della stessa tecnologia e delle stesse modalità di ricarica ovunque, in modo tale che l’utente possa effettuare viaggi lunghi con la propria automobile elettrica, senza riscontrare alcuna difficoltà”.

“Stiamo realizzando in Italia una tecnologia che pensiamo possa essere diffusa ad ampio raggio in Europa – ha concluso Federico Caleno – e confidiamo nel progetto Green eMotion, in cui Enel è attiva in prima linea, perché crediamo di avere tutti gli elementi per consolidare un successo che abbiamo già riscosso in partenza”.

Per quanto riguarda la Capitale, il contributo di Enel è risultato fondamentale nell’introduzione della cultura di una mobilità sostenibile.

“Da alcune esperienze che sono risultate fallimentari o di scarso successo – ha detto infatti Marco Contadini, referente per la mobilità sostenibile di Roma Capitale – abbiamo capito quanto sia importante la partnership con le utilities di energia e con i distributori: in questo senso è risultato vincente l’accordo tra Enel, Acea e Roma Capitale per avviare progetti congiunti sulla mobilità elettrica con uno standard unico di ricarica e un comune business model”.




0 Comments