Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

"Io guido elettrico" la tariffa flat di Hera per ricaricare l'auto elettrica in Emilia Romagna


heraSi chiama Io guido elettrico ed è la nuova offerta commerciale  di Hera Comm (Gruppo Hera) per i possessori di auto elettrica e si tratta di un  pacchetto “flat”, tutto compreso. Con soli 25 euro al mese (iva inclusa)  il cliente  

riceverà una card con cui ricaricare la propria auto  elettrica senza limiti, presso tutte le colonnine pubbliche  dell’Emilia-Romagna (presenti a Bologna, Modena, Imola, Reggio Emilia e  Rimini), nell’ambito del progetto della Regione “Mi Muovo Elettrico”.

Hera Comm si impegna a fornire, per ciascuna ricarica effettuata,  energia elettrica “verde”, certificata “CO-FER” (certificazione per  energia prodotta da fonte rinnovabile), rendendo così il veicolo  elettrico realmente ad impatto zero sull’ambiente. Una conferma della  volontà del Gruppo, che solo nel 2010 ha prodotto autonomamente oltre  300 Gwh di energia da fonti rinnovabili, di continuare a scommettere  sulla sostenibilità.

A supporto degli automobilisti elettrici, Hera ha presentato “Hera Mobility” l’app per iPhone che consente con un clic di trovare, in tutta Italia, la  colonnina di ricarica pubblica più vicina, capire come raggiungerla e,  soprattutto, sapere se è libera e funzionante in quel momento. Il  download è disponibile sull’Apple Store (il sito Apple dove scaricare file  multimediali e applicazioni per i prodotti Mac) ed anche sul sito del Gruppo Hera, all’indirizzo:  www.gruppohera.it/mobility.  Sul sito si potrà visualizzare in tempo reale anche il numero di  ricariche complessivamente effettuate dall’intero sistema di colonnine  pubbliche e l’anidride carbonica risparmiata fino a quel momento grazie  alle ricariche elettriche.

 




0 Comments