Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

Venezia: finanziati 2 autobus ad Idrogeno e 9 a Metano


autobus_metanoArrivano i finanziamenti regionali per i due autobus alimentati a miscela d’idrogeno, che saranno utilizzati dall’ACTV per i servizi urbani. Ma nel veneziano arrivano anche i contributi della Regione per 21 nuovi mezzi Euro 5 da adibire al trasporto pubblico extraurbano

(11 all’ACTV e 10 all’ATVO), per 9 bus a metano per il servizio urbano e per un veicolo euro 5 da utilizzare per il servizio pubblico di Chioggia.

L’assessore alle politiche della mobilità del Veneto Renato Chisso ha infatti sottoscritto questa mattina con i Comuni di Chioggia (rappresentato dal sindaco Romano Tiozzo) e di Venezia (con il direttore del settore mobilità Franco Fiorin) e con l’amministrazione provinciale veneziana (ha firmato il presidente Davide Zoggia) lo specifico accordo di programma in attuazione dei contenuti del piano regionale di investimenti nel trasporto pubblico locale approvato nell’agosto scorso.

“In base all’intesa – ha spiegato Chisso – la Regione erogherà agli enti interessati 6 milioni 54 mila euro complessivi da destinare all’ACTV e all’ATVO per l’acquisto di nuovi mezzi da adibire al servizio di linea, in sostituzione di veicoli che siano in esercizio da oltre 15 anni”. “Per quanto riguarda il Comune di Chioggia – ha sottolineato il sindaco Tiozzo – sarà possibile, in particolare, sostituire con autobus non inquinanti i mezzi ad alimentazione tradizionale ancora utilizzati nel servizio navetta con il centro storico della città”.

Gli enti locali affidanti il servizio si impegnano, dal canto loro, a mantenere rapporti di integrazione tra il servizio urbano e quello extraurbano per favorire l’eliminazione di sovrapposizione di servizi, con la costituzione o il mantenimento di apposite integrazioni tariffarie. Si impegnano inoltre a far sottoscrivere all’azienda beneficiaria del contributo l’obbligo di cofinanziamento della spesa relativa alla fornitura.



0 Comments