Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

Lombardia: 15 milioni di euro di incentivi per metano e gpl


logo_regione_lombardiaSi sono aperti mercoledì 17, con la pubblicazione sul Bollettino  ufficiale della Regione Lombardia, due nuovi bandi con uno stanziamento  di 15 milioni di euro per l'acquisto di auto ecologiche in sostituzione  di vecchi mezzi inquinanti (10 milioni)

e per l'acquisto di veicoli  commerciali, sempre in sostituzione di mezzi obsoleti (5 milioni). Si  tratta della prosecuzione, con nuove risorse, di due misure già in  vigore dallo scorso anno.

"Andiamo avanti - spiega il presidente della Regione Lombardia - con  la politica degli 'incentivi a ciclo continuo' inaugurata lo scorso  anno. Le nostre azioni concrete per diffondere mezzi meno inquinanti e  incentivare comportamenti virtuosi si sono rivelate molto efficaci in  termini di riduzione delle emissioni inquinanti, come tutti i dati  dimostrano. I cittadini hanno inoltre dimostrato di apprezzare e  condividere i nostri provvedimenti, tanto è vero che hanno sfruttato  appieno le opportunità dei nostri bandi".

Un terzo bando con nuovi fondi per il 2010 (11,7 milioni), dedicato  all'installazione di filtri antiparticolato sugli autobus del Trasporto  Pubblico Locale è già stato approvato e sarà pubblicato nelle prossime  settimane. Solo nel 2009 Regione Lombardia ha messo a disposizione oltre  100 milioni di euro di incentivi per sostituire le vecchie auto (35,2  milioni) o installare l'impianto a gpl e metano (3,3 milioni), dotare di  filtri anti particolato i mezzi commerciali (46,5 milioni) o i pullman  privati (2,5 milioni), acquistare mezzi commerciali ecologici (10  milioni) e moto a basso impatto ambientale (3,2 milioni). Questo il  dettaglio dei bandi pubblicati ieri.

ACQUISTO AUTO E TRASFORMAZIONE MOTORI - Dieci  milioni di euro è la nuova somma stanziata per distribuire contributi a  fondo perduto destinati a cittadini con reddito limitato residenti nella  zona A1 (area critica) per l'acquisto di vetture ecologiche, con  contestuale rottamazione dei vecchi mezzi inquinanti o l'installazione  dei filtri antiparticolato e dell'impianto a metano e gpl. L'incentivo è  di 3.000 euro per l'acquisto di auto di nuova immatricolazione di  classe Euro 4 o superiore delle tipologie: elettrica, ibrida,  metano/gpl, bifuel, benzina (con emissione di CO2 inferiore ai 140  g/km). Possono presentare la domanda esclusivamente le persone fisiche  (cittadini) in possesso di una automobile di classe Euro 0 benzina o  diesel o Euro 1 diesel o Euro 2 diesel, che dovrà essere rottamata per  poter usufruire del contributo.

Un milione di euro è a disposizione per la trasformazione delle  automobili con l'installazione di un impianto a metano/gpl (auto a  benzina appartenenti alle classi da Euro 1 a Euro 4) o del filtro  antipatico lato sulle auto diesel. In questo caso l'incentivo è di 600  euro. Il limite di reddito per poter accedere al bando è di 20.000 euro  per una persona singola. Se i componenti della famiglia sono due la  soglia si alza a 31.400, se sono tre a 40.800.

TRASPORTO MERCI (BANDO FIORINO) - Con un nuovo  stanziamento di 5 milioni di euro viene incentivata la sostituzione di  veicoli commerciali inquinanti con altri a minore emissione. Il  contributo è di 2.000 euro per ciascun veicolo sostituito, previa  rottamazione, con uno di nuova immatricolazione (di classe uguale o  superiore a Euro 4).

Possono usufruirne le imprese individuali o societarie che abbiano  sede legale o operativa sull'intero territorio della Regione Lombardia  (quindi non solo chi risiede in zona A1) e abbiano in proprietà  autoveicoli di categoria N1 (destinati al trasporto di merci, con massa  massima non superiore a 3,5 tonnellate) Euro 0 benzina o diesel, Euro 1  diesel e Euro 2 diesel. Tra i requisiti per poter beneficiare del  contributo le imprese individuali o societarie (quindi anche artigiani e  commercianti) devono rientrare nella definizione di micro, piccola e  media impresa (occupano meno di 250 persone e hanno un fatturato annuo  non superiore ai 50 milioni di euro) e non devono trovarsi in condizioni  di difficoltà.

MODALITA PRATICHE - Entrambi i bandi prevedono  l'utilizzo di un voucher rilasciato con una procedura informatica, da  utilizzare entro 60 giorni dall'emissione. La gestione delle due misure è  stata affidata all'Aci (www.acimi.it),  che ha anche attivato appositi sportelli telefonici per le  informazioni, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12 (02-7745246,  02-7745282, 02-7745296).




0 Comments