Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere pił informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

In arrivo nuove agevolazioni per i carburanti verdi


indicatore_ecocarburanteCon un decreto dei ministri   dell'Ambiente, dello Sviluppo economico, dell'Economia e della   politiche Agricole, ha preso il via il programma di agevolazioni   mirato ad incrementare l'utilizzo di fonti energetiche che   determinino un ridotto impatto ambientale

, mediante   l'imposizione di aliquote di accisa ridotte, su taluni prodotti   di origine agricola, impiegati come carburanti da soli o in   miscela con prodotti energetici.
Il provvedimento si colloca   nella misure di attuazione  del  decreto legislativo  n.  504    del 1995 che prevede l'emanazione di un decreto del  Ministro    dell'economia  e  delle  finanze,  di  concerto  con i Ministri    dello  sviluppo economico, dell'ambiente e della tutela del   territorio  e  del  mare  e  delle  politiche  agricole    alimentari e forestali,  per stabilire, entro il limite   complessivo di spesa di 73 milioni di euro annui comprensivo   dell'imposta sul valore aggiunto, i criteri  di  ripartizione    della  predetta  agevolazione tra le varie tipologie  di    prodotti  e  tra  gli  operatori,  le  caratteristiche tecniche    dei  prodotti  singoli e delle relative miscele ai fini del loro    impiego  nella  carburazione,  nonche' le modalita' di verifica   della  loro  idoneita'  ad  abbattere i principali agenti   inquinanti, valutata sull'intero ciclo di vita.
Nell'ambito     del   programma  agevolativo,  ad alcuni prodotti individuati e    destinati  ad  essere impiegati, nel territorio nazionale, come    carburanti,  da soli o in miscela con prodotti energetici, sono   applicate  le  rispettive  aliquote  ridotte  del  programma   entro il limite massimo di spesa annuo di euro 73.000.000,00   comprensivo delle conseguenti  minori  entrate derivanti   dall'applicazione dell'imposta sul  valore  aggiunto,    ripartito,  per  gli  anni  2009 e 2010. si tratta del   bioetanolo di origine agricola; dell'etere etilterbutilico,   derivato da alcole di origine agricola; di additivi prodotti da   biomasse per benzina; di   additivi   prodotti  da  biomasse    per  gasolio,  escluso  il biodiesel; di  riformulanti prodotti   da biomasse per benzina; di  riformulanti  prodotti  da    biomasse  per  gasolio, escluso il biodiesel.  Sono ammessi a   partecipare al programma agevolativo i soggetti,operanti  in   regime di deposito fiscale nel territorio nazionale o in un     altro  Stato  dell'Unione  europea,  titolari  di  impianti  che   realizzano  uno o piu' prodotti identificati.



0 Comments