Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

Il mercato ringrazia i bonus


IncentiviQuanto l'attuale congiuntura del mercato auto italiano sia legata al sostegno degli ecoincentivi è facilmente dimostrabile. I dati censiti dall'Aci sulla scorta delle iscrizioni al Pra dicono infatti che sulle 188.670 auto nuove di maggio 94.771 sono state acquistate con il premio di rottamazione.

L'incidenza delle vetture radiate è stata pari al 50,23% delle consegne mensili:le quasi 43mila Euro 2 hanno pesato per il 22,63% contro il 16,4% delle poco più di 31mila Euro 1 e l'11,06%delle circa 21mila Euro 0.

Valori che mettono in evidenza come il primo puntello della relativa ripresa del mercato auto sia rappresentato, a partire da metà febbraio, dall'allargamento a tutto il 1999 delle Euro 2 ammesse ai contributi alla rottamazione. In sinergia con gli ulteriori vantaggi riconosciuti per le alimentazioni alternative, che a maggio hanno determinato 8.948 immatricolazioni.
Dato che porta a 103.719 gli acquisti incentivati, il 54,97% del cumulato mensile.

L'impulso di questi bonus aggiuntivi è stato, peraltro, netto anche sugli acquisti accompagnati da rottamazione: le 31.351 consegne di auto a basso impatto ambientale, aggiunte alle precedenti 8.948 unità portano a 40.299 le immatricolazioni di maggio con forme di alimentazione alternativa, ormai arrivate al 21,36% del mercato, su livelli più che triplicati rispetto alle 12.895 unità e al 6,25% registrato un anno addietro. Merito soprattutto della travolgente marcia del Gpl, che con oltre 26mila vetture ha pesato per il 13,88% sulle consegne dell'ultimo mese, con un'incidenza ampiamente quadruplicata dal 2,98% e dalle 6.144 unità del maggio 2008. Mentre sono più che raddoppiate le auto a metano: 13.414 consegne e 7,11% di quota rispetto alle 6.463 e al 3,13% di un anno prima.

Un processo di crescita che finalmente coinvolge le ibride, arrivate a 698 consegne (0,37% di share), rispetto alle 270 (0,13%) del precedente maggio.
Grazie al prezzo reso molto allettante dagli ecoincentivi, Honda Insight è saldamente prima, con 532 unità nell'ultimo mese, davanti alle 91 Toyota Prius, alle 41 Lexus Rx e alle 24 Honda Civic.

Ben più articolata la graduatoria delle vetture a Gpl, per la notevole dispersione di preferenze tra modelli sempre più numerosi in un listino che rasenta ormai il centinaio. La top ten è capeggiata in maggio dalle 3.785 Punto e Grande Puntoa Gpl, con la seconda piazza contesa tra Panda ( 2.972) e Chevrolet Matiz (2.883), seguite da 2.164 Bravo e 1.858 Hyundai i20, con 1.666 Peugeot 207 e 1.252 Chevrolet Aveo nelle posizioni di rincalzo, davanti alle 1.088 Lancia Musa e alle mille Ypsilon, con le 770 Dacia Sandero al decimo posto.
Selettive risultano poi le scelte per il metano, la cui offerta non raggiunge la ventina di modelli: le 7.201 Panda e le 4.684 dellafamiglia Punto assommano l' 88,6% delle consegne della categoria in maggio e distaccano nettamente le altre vetture a metano, a cominciare dalle 441 Fiat Multipla e dalle 338 Opel Zafira.



0 Comments