Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere pił informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

Il veicolo ibrido solare ad AMBIENTARSI


  

E' in corso a Salerno, presso il Centro Agroalimentare nella zona industriale, AMBIENTARSI, il primo Salone interamente dedicato all'ambiente e alle tecnologie atte a preservarlo, alle fonti di energia rinnovabili, all'edilizia eco-compatibile, alle tecniche e agli strumenti per riciclare i rifiuti. Nei tre giorni del Salone, che chiuderà i battenti domani sera, sarà possibile vedere da vicino e vederlo in azione, il veicolo ibrido solare realizzato all'Università di Salerno.



Il veicolo ibrido solare è stato realizzato dal Dimec - Dipartimento di Ingegneria Meccanica - dell'Ateneo salernitano ed è stato già più volte sotto i riflettori di stampa e televisione in quanto reappresenta davvero una valida alternativa ai veicoli che sfruttano altre fonti di energia e carburanti.

  

Promotore del progetto è il Prof. Gianfranco Rizzo che è anche l'animatore del dibattito e delle iniziative che vengono organizzate per sensibilizzare l'opinione pubblica e i cosìddetti "stakeholders", che spesso influenzano l'opinione pubblica e quella "politica", in merito allo sfruttamento e all'uso dell'energia solare in maniera più intesiva ed estensiva.

  

Il veicolo ibrido solare è una realtà, lo si è visto scorrazzare in via dimostrativa tra i viali dell'Università di Salerno e lo si vedrà percorrere gli spazi tra gli stand di Ambientarsi; è, potrebbe essere, la formula ideale per i percorsi urbani, specie di città quali Salerno, che non hanno una grande estensione ed ha evidenti vantaggi: ambientali ed economici innanzitutto in quanto si muove grazie all'energia solare sfruttando dunque una fonte energetica praticamente inesauribile.

Fonte: www.ecodisalerno.com 




0 Comments