Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere pił informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


* * * * *

Ginevra 2013: Golf TGI BlueMotion a metano


Anterprima Mondiale al Salone di Ginevra per la Golf TGI Bluemotion a metano che verrà introdotta sul mercato alla fine dellesta te nella classica versione due volumi e in autunno in versione Variant.
Contemporaneamente la Volkswagen cambia anche la denominazione dei modelli a metano, da EcoFuel a TGI BlueMotion.
 
Il primo modello a metano su pianale MQB.
 
Il nuovo modello è il primo a gas metano basato sulla strategia del pianale modulare trasversale MQB. I modelli MQB sono concepiti in modo da consentire la futura adozione delle motorizzazioni più diverse, dai propulsori modulari a quelli alternativi. La Golf TGI BlueMotion monta un innovativo motore a gas metano con 110 CV di potenza (tra 5.000 e 6.000 giri) e 200 Nm di coppia massima disponibili già a 1.500 giri (fino a 3.700 giri).
 
Questo motore bivalente 1.4 TSI (per metano e benzina, sovralimentato) consente di raggiungere straordinari valori di autonomia: ben 420 km per la versione con cambio manuale a 6 rapporti in modalità di funzionamento a metano (CNG), con un consumo nel ciclo combinato di 3,5 kg/100 km (a fronte di emissioni di CO2 di 94 g/km). Con alimentazione benzina, l’autonomia raggiunge i 940 km circa (consumo pari a 5,3 l/100 km).
 
Ciò significa che se si riempiono completamente i due serbatoi per il gas metano, presenti sotto il pianale (in totale, 15 kg) e il serbatoio della benzina da 50 litri, la Golf TGI BlueMotion raggiunge un’autonomia teorica di 1.360 km con un solo pieno di carburante. Se poi si prende in esame la versione dotata di cambio a doppia frizione a 7 rapporti DSG, l’autonomia risulta ancora superiore, grazie a un consumo nel ciclo combinato di 3,4 kg/100 km di metano, equivalenti a 5 l/100 km di benzina. Con emissioni di CO2 pari a soli 92 g/km, la Golf TGI BlueMotion è molto importante per il raggiungimento del valore di emissioni della flotta pari a 95 g/km richiesto dalla normativa entro il 2020.
 
Rispetto a molte altre vetture a metano, la nuova Golf TGI BlueMotion vanta prestazioni superiori: passa infatti da 0 a 100 km/h in soli 10,7 secondi, raggiungendo una velocità massima di 194 km/h.
 
La dotazione di serie specifica della Golf TGI BlueMotion cinque porte, disponibile nelle versioni Trendline, Comfortline e Highline, comprende tra l’altro, due indicatori livello carburante (funzionamento a gas metano e benzina) che informano sulla modalità di alimentazione attiva. Naturalmente, sotto lo sportellino del serbatoio, oltre al bocchettone per il rifornimento di benzina, c’è anche il connettore integrato per il pieno di metano.
 
Sulla Golf TGI BlueMotion il terminale dell'impianto di scarico, particolarmente corto, è specifico per questa vettura e non risulta visibile: è collocato infatti davanti all’asse posteriore. Come per la Golf TDI BlueMotion, anche la Golf TGI BlueMotion, per ragioni legate al contenimento del consumo, è disponibile con combinazioni cerchi/pneumatici non superiori ai 16 pollici.


15 Comments

buongiorno e grazie per le info :)

 

sbaglio o in passato per questa auto era stata ventilata la possibilità di poter bruciare anche bioetanolo (E85) oltre a metano e benzina? se ne sa niente di più? e se sì, la stessa possibilità ci potrebbe essere anche per altre auto del gruppo VW con lo stesso motore?

 

saluti

....ma come,la VW abbandona il piccolo serbatoio di benzina a favore di uno da 50 litri!!!!!.....sono proprio sfortunato.....quando ho imparato ad andare SOLO a metano.....immatricolano vetture con grandi serbatoi di benzina....addio esenzione e/o diminuzione della Tassa di Circolazione........

Foto
fabiobologna
mar 06 2013 06:15
Secondo puntano ad un pubblico non di nicchia.
Il nome Golf è un must.
Unendo grande autonomia porterebbero i clienti GPL a metano.... non si sa ancora di una Bifuel Gpl!

non credo che il potenziamento del serbatoio indurrà una moltitudine di persone a passare al metano.....altrimenti in molti avrebbero comperato altri marchi(Fiat,d esempio),più verosimilmente solo in Italia(o in pochi altri Paesi) vi sono degli incentivi per chi immatricola"monofuel"....  

La cosa lascia perplesso pure il sottodcritto. Probabilmente si sono accorti che una parte di mercato non comprava Passat e Touran proprio perché spaventata dalla scarsa autonomia a broda.

La Passat è bivalente non monovalente. Ha un serbatoio di 31L

Vero. Mi riferivo comunque alla ridotta autonomia. ;)

Foto
Cuore Rosso
mar 12 2013 08:50

15 Kg di bombole sono pochini e 3.5 Kg per 100 Km sono davvero pochi: non vorrei fossero effettivamente troppo pochi e ci si ritrovasse una vettura che in effetti, anziché 420 Km, ha una autonomia reale di 300 Km, 350 col piede di velluto.

 

Se invece i dati sono reali, tanto di cappello, e tanto di cappello alla casa dai quattro anelli al naso, che nel 2013 colma il mercato CNG con 3 berline di segmento C e due station di segmento C (di cui una con spaziosità che sconfina col D)

Beh 2013 vediamo, intanto ne presentano 2 e, a meno che accellerino, si parla di fine 2013, inizio 2014 per la commercializzazione.

 

Però fanno tutti a gare a presentare bombole scarse (anche Fiat). E' un vero peccato.

Se è vero che lo fanno perchè temono di perdere clienti (i quali poi quando avranno l'auto in mano non vorranno più mettere 1 goccia di benzina) dovrebbero pensare a comunicare e informare meglio piuttosto che fare queste scelte progettuali assurde.

Foto
Cuore Rosso
mar 13 2013 01:19

Beh 2013 vediamo, intanto ne presentano 2 e, a meno che accellerino, si parla di fine 2013, inizio 2014 per la commercializzazione.

In teoria dovrebbero esserci:

Audi A3

VW Golf

Seat Leon

Skoda Octavia

 

Temo che tutte puntino sul bivalente con 14-15 Kg di metano che, col crescere di peso e superficie frontale, fanno calare brutalmente l'autonomia.

Consideriamo pure che 15 Kg teutonici sono probabilmente meno negli scalcinati distributori italici (o 15 Kg, ma con gas ricco di inutili componenti a maggiore peso molecolare).

 

Speriamo bene

 

Astra resisti ancora un po': preferisco sentire un po' di opinioni di utenti reali che fare io da cavia!!!

Purtroppo io con la Vectra difficilmente potrò resistere ancora molto, anche per problemi di spazio per il cane di dietro.

 

Certo che se metanizzassero (non ho letto nulla di preciso al proposito) anche Golf e Octavia in versione Sw sarebbe un buon passo.

E la seconda di centimetri ne ha da vendere, speriamo che trovino il modo di metterci una bomboletta in più, in attesa che il progetto MOF di Basf diventi realtà.

 

Foto
Cuore Rosso
mar 13 2013 04:35

Quello che temo è che mantengano la stessa struttura per tutte le vetture della piattaforma, anche se VW in questo ha avuto anche qualche trovata assolutamente brillante (vedi Touran 5 posti)

L'astra, spia gialla a parte (compare quando faccio 10-15 Km a basso regime), pare voler resistere ad oltranza (potrebbe essere interessante sfruttare gli incentivi per il 2014 o il 2015).

SIcuramente una ipotetica octavia SW mi attirerebbe molto di più con 20 Kg di carico che con 15 Kg.

 

Per il discorso monovalente/bivalente, nella mia attuale situazione (distributore più vicino a 25 Km da casa), dovendo scegliere, opterei per una bivalente: fino a tre anni fa avrei invece optato per una monovalente, ma il mio modo di utilizzare l'auto è drasticamente cambiato da fine 2010.

 

Il considerare migliore una soluzione piuttosto che l'altra dipende principalmente dall'utilizzo dell'auto e ritengo dunque inopportuno esprimere giudizi sulle scelte del costruttore in tal senso: trovo comunque più sensata una bivalente pura come la Golf, piuttosto che una bivalente castrata come il Passat o, peggio, il Doblò, in cui si ha una drastica riduzione dell'autonomia a benzina a fronte di nessun vantaggio economico (almeno in Italia).

Ben venga il metano su auto medie ma io le avrei viste bene su una Golf variant ( in Germania c' era una versione) su una Octavia sw con un bel bagagliaio  che avrebbe potuto essere una seconda Passat .con 20-21 kg , avrei preferito piu' kg e - litri di benzina nel serbatoio .

Foto
Cuore Rosso
mar 20 2013 08:50

Discorso Golf Variant: sarebbe prevista pure quella (alcuni mesi dopo la berlina)

 

Discorso Kg: come già detto, 15 Kg non sono molti sia pur a fronte di consumi (dichiarati) estremamente ridotti (3.5 Kg/100 Km) ma comunque, a mio modo di vedere, realizzabili su un motore moderno e realmente ottimizzato per tale carburante (io con l'Astra col 1600 aspirato e 220000 Km all'attivo sono sui 4 Kg/100 Km).

Quello che più temo, dopo aver letto il thread sul problema di carica della Zafira Tourer, e dopo acer letto soprattutto le considerazioni di Nicovent sui problemi di smaltimento termico (e di conseguente carica) con serbatoi in materiale composito, è che i 15 Kg siano una stima teorica e che all'atto pratico si riducano drasticamente (come è successo per i 25 Kg della Zafira Tourer): come già detto non vorrei che la percorrenza reale si riducesse a 300-350 Km rispetto ai 420 teorizzati.

Personalmente riterrei opportuno che le case automobilistiche dichiarassero i dati reali,in ogni Paese dove immatricolano le vetture.Se in Italia abbiamo(almeno per 2/3 del Paese)un metano"pesante"i dati dichiarati devono tenerne conto........non è che se la tua produzione è al Polo Nord non ti puoi occupare dell'impianto di climatizzazione se vuoi vendere anche all'Equatore......cosi se decidi di istallare solo 15 kg di metano devi tenere conto dei Paesi dove questo gas ha caratteristiche differenti.

P.S....dopo tre anni sul Qubo riesco a caricare circa 2 kg di metano in più......ma le percorrenze sono rimaste quelle.....