Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

Ecomondo 2011: Fiat è presente con il Doblò 1.4 Turbo Natural Power


natural_powerDal 9 al 12 novembre si svolge a Rimini  la 15esima edizione di "Ecomondo", fiera internazionale del recupero di  materie ed energia e dello sviluppo sostenibile. Ospitata presso Rimini  Fiera, la manifestazione presenta

la più ampia gamma di opportunità  tecnologiche, sistemi e attrezzature, servizi per risolvere i complessi e  specifici problemi ambientali.

Tra le numerose iniziative in programma  spicca "La Città Sostenibile", un'area espositiva che si pone  l´obiettivo di mettere in luce una selezione di progetti nazionali e  internazionali sulle migliori esperienze di "città integrate", che hanno  cioè applicato piani concreti di azione per migliorare i parametri  della sostenibilità. Con il titolo di Platinum Sponsor, Fiat Automobiles  è presente in questo spazio con un originale stand dove il pubblico  potrà ammirare un Fiat Doblò Natural Power e un propulsore 1.4 16v Fire  T-Jet bi-fuel da 120 CV Euro 5 (benzina e metano).

Entrambi i prodotti in mostra sono  ambasciatori di "Air Technologies", il nuovo marchio che racchiude tutte  le tecnologie a basso impatto - dai motori alle alimentazioni  alternative, dai sistemi di gestione del cambio e della trazione allo  Start&Stop - capaci di coniugare il rispetto ambientale con il  piacere di guida, ed esprime l'attitudine con la quale il brand  trasforma i bisogni delle persone in soluzioni concrete, disponibili  oggi, subito, per tutti.

Oltre all'area espositiva "La Città  Sostenibile", la manifestazione "Ecomondo" propone un ricco calendario  di convegni e tavoli di discussione dedicati alle tematiche ambientali.  Tra questi appuntamenti si segnala, in programma il 10 novembre, il  convegno "End of Life Vehicle: evoluzione normativa e sviluppo del  trattamento dei veicoli fuori uso per i nuovi Target di riciclaggio  previsto per il 2015" con la partecipazione di Salvatore Di Carlo,  Research & Development - End of Life Vehicles, Rules &  Homologation di Fiat Group Automobiles, in qualità di coordinatore  riconosciuto dalle altre Case automobilistiche, dalla filiera del  riciclo vetture e dalle Autorità pubbliche. Invece, l'11 novembre si  svolgerà il convegno "Città sostenibili" (in programma) cui partecipa  Michele Ziosi, Institutional Relations Fiat Group Automobiles.

Leadership europea con la gamma Fiat Natural Power

Sul fronte dei combustibili alternativi,  Fiat ritiene che la propulsione a metano sia attualmente la scelta  tecnologica più appropriata per contribuire a ridurre l'inquinamento  nelle aree urbane e ridurre le emissioni di CO2. Per esempio, i  propulsori alimentati a metano riducono al minimo le emissioni degli  idrocarburi più nocivi e degli ossidi di azoto, mentre le emissioni di  particolato sono praticamente nulle. Inoltre, rispetto ai motori a  benzina, evidenziano una riduzione di CO2 del 23%. Dunque, il metano è  il carburante più "pulito" oggi disponibile ed è di gran lunga anche il  più economico come dimostra un'economia di esercizio rispetto alla  benzina (in termini di costo del carburante al km) di oltre il 50%.

Pioniere oltre 10 anni fa di questa  tecnologia, oggi Fiat è leader europeo nel campo delle vetture di primo  impianto a metano (OEM) con oltre 460.000 unità vendute. Inoltre, Fiat è  il primo e unico costruttore ad offrire con la linea ecologica "Natural  Power" un'ampia gamma, tra vetture e veicoli commerciali si contano 8  modelli, capace di rispondere alle esigenze di mobilità di una vasta  categoria di clienti, compreso il settore professionale del trasporto  merci.

La gamma Natural Power costituisce oggi  il pilastro principale della strategia di tutela ambientale di Fiat, una  strategia che ha portato ad una leadership europea indiscussa. Infatti,  secondo le analisi dell'istituto indipendente Jato Dynamics, negli  ultimi 4 anni Fiat è risultato il brand più ecologico tra i principali  marchi automobilistici più venduti in Europa con un livello medio di  emissioni di CO2 pari a 123,1 g/km contro una media mercato di 140,9  g/km. Inoltre, nel 2011 Fiat S.p.A è stata riconosciuta, per il terzo  anno consecutivo, leader di sostenibilità ed è stata confermata negli  indici Dow Jones Sustainability (DJSI ) World e Dow Jones Sustainability  Europe.

Inoltre, è importante sottolineare il  ruolo strategico del metano come carburante nel settore dei trasporti  per la diffusione delle fonti rinnovabili in quanto tecnologia ponte per  predisporre le basi per lo sviluppo di una soluzione ancora più  ecologicamente sostenibile: il biometano. Si tratta di un gas di origine  non fossile, prodotto tramite digestione anaerobica e purificato per  giungere ad una composizione analoga a quella prevista per il gas  naturale. In particolare, in un'ottica "well-to-wheel" (dal pozzo alla  ruota), un veicolo alimentato a biometano produce emissioni di CO2  paragonabili a quelle di un veicolo elettrico alimentato con energia  elettrica prodotta da fonti rinnovabili. Dunque, questo carburante potrà  aiutare l'Italia a ottemperare alla Direttiva 2009/28/EC sulle Fonti  Rinnovabili, che prevede l'obbligo di raggiungere il target del 10% nel  settore trasporti nel contesto degli obiettivi del 20% di Fonti  Rinnovabili di energia entro il 2020.

Tutti i motori Fiat a metano sono  compatibili fin da subito con il biometano, incluso il  1.4 16v Fire  T-Jet in configurazione bi-fuel che equipaggia il Doblò Natural Power  esposto nell'area "La Città Sostenibile", di Rimini.  Realizzato da Fiat  Powertrain e progettato appositamente per la massima integrazione dei  due impianti di alimentazione, uno a benzina e l'altro a metano (gas  naturale - CNG), indipendenti fra loro. il 1.4 16v Fire T-Jet bi-fuel  CNG è un "quattro cilindri" bialbero,  sovralimentato mediante  turbocompressore con intercooler, ed è dotato di valvole di aspirazione e  scarico e relative sedi sulla testata realizzate con geometria e  materiali dedicati, ottimizzati per il funzionamento a metano. Infine,  il sistema di iniezione prevede una soluzione integrata rail/iniettori  gas direttamente sul collettore di aspirazione, mentre il catalizzatore  ha una formulazione specifica.

Dunque, questo motore bi-fuel coniuga al  meglio il rispetto per l'ambiente e l'economia di esercizio, senza però  rinunciare alle prestazioni: infatti, Doblò Natural Power vanta una  grande elasticità di marcia e spunti brillanti, anche a pieno carico,  grazie agli elevati valori di potenza (120 CV a 5.000 giri/min) e di  coppia (206 Nm a 2.000 giri/min) a disposizione e alla notevole  prontezza di risposta, assicurata dalla ridotta inerzia del  turbocompressore con intercooler. Alle ottime prestazioni corrisponde  anche un'interessante riduzione di emissioni e consumi: nel ciclo  combinato si registrano 134 g/km di CO2 e 4.9 kg/100 km di metano.




0 Comments