Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

Rally di Reykjavik 2011: la Scuderia Imega in gara con una Chevrolet Cruze a metano


Team_ImegaSettimana di ferragosto all’insegna delle basse temperature per la  Scuderia Imega di Sansepolcro. E’ la remota Islanda che ospiterà la  terza prova del Campionato Mondiale Fia Energie Alternative      

in quella  che risulta essere la tappa più settentrionale e senza dubbi avventurosa  della rassegna iridata.

L’equipaggio Imega torna ad essere composto dal  duo biturgense-anghiarese formato da Guido Guerrini e Andrea Gnaldi  Coleschi. Il Rally di Reykjavik è una tra le più classiche gare del nord  Europa e si svolge con ben ventuno prove speciali sia su strade  asfaltate che su piste sterrate per un totale di circa settecento  chilometri.

Il programma della settimana nell’isola dei vulcani prevede  nella giornata di mercoledì 10 agosto i controlli tecnici mentre nei  tre giorni successivi dal mattino alla sera le tre tappe con partenza e  ritorno sempre dalla capitale islandese, con la pubblicazione dei  risultati finali nella serata di sabato 13.

Paesaggi naturali  impressionanti, vulcani, deserti di roccia e geyser faranno da cornice  all’evento. “Peccato non potersi godere lo spettacolo che la natura  offre in Islanda” dichiara il navigatore Andrea Gnaldi Coleschi, “ma con  ogni probabilità la nostra concentrazione dovrà essere tutta dedicata  all’evento sportivo, in una gara difficile come questa ogni errore può  essere decisivo”.

Per Gnaldi è il ritorno alle corse dopo uno stop di  quasi un anno, nel quale ha contribuito ai risultati della Scuderia  Imega mettendo a punto il “Gorogliococesi”. Questo singolare sistema di  calcolo dei tempi e delle medie, nel finale di stagione scorso, ha  permesso alla coppia Guido Guerrini ed Emanuele Calchetti di raggiungere  il terzo posto al Campionato Italiano e il quinto a quello mondiale,  risultando in entrambi i casi i migliori alla guida di veicoli  alimentati a gas.

La classifica mondiale Fia 2011 vede dopo due prove  Guerrini al terzo posto, la tappa mondiale islandese potrebbe risultare  decisiva per comprendere le possibilità di vittoria finale,  dell’equipaggio valtiberino, nella rassegna iridata.

“Necessario  riportare punti e possibilmente lasciarsi dietro in gara i diretti  concorrenti per il titolo mondiale”, questo è l’obiettivo che si pone  Guerrini nella gara islandese. “Allo stesso tempo ci misureremo per la  prima volta in delle prove speciali su fondo sterrato, con avversari ben  allenati su questo terreno”.

Sia Gnaldi che Guerrini ringraziano  pubblicamente gli sponsor che hanno creduto in questa difficile  trasferta, da Imega che ha messo a disposizione un auto a metano, una  Chevrolet Cruz a oltre 5000 km da Sansepolcro, ad Ediltevere ed al  marchio “Io Vivo in Toscana” che sostengono la scuderia biturgense in  questa avventura.




0 Comments