Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

Nasce il Nuovo Doblò, ma il metano arriverà solo più avanti


DobloCargoNasce il nuovo Doblò, la vettura di Fiat che fa dello spazio il suo punto di forza. Un ambiente da condividere con la famiglia e con gli amici; uno spazio tutto da vivere per chi viaggia e chi ama stare in compagnia; per chi sceglie Doblò come partner del tempo libero o del lavoro.    


Un veicolo progettato per rispondere alle esigenze di funzionalità e comfort che sfrutta lo spazio interno al meglio, con la possibilità di ospitare fino a sette persone. Un vero e proprio “family space” che può contare su contenuti di sicurezza, economia e rispetto dell’ambiente al top della sua categoria.

Il nuovo modello, rispetto alla versione precedente che ha venduto circa un milione di unità, si rinnova totalmente nello stile, nei motori e nelle caratteristiche tecniche. Elementi che rendono il nuovo Fiat Doblò “best in class” sia in termini di spazio sia in termini di riduzione delle emissioni.
Tutto questo grazie all’impiego di una nuova piattaforma, alla maggiore abitabilità (con un passo di 2755 mm, il più ampio nel suo segmento), alla capienza del bagagliaio di 790 litri, alle ridotte emissioni di CO2 (129 g/km col motore 1.3 Multijet 90 CV, le più basse della categoria), ai contenuti di sicurezza di serie e alla grande modularità degli interni con sedili ripiegabili e ribaltabili.

Doblo_01Stile e comfort

Il design appare particolarmente innovativo. Il frontale, con lo scudo centrale e i paracolpi laterali perfettamente integrati con la carrozzeria, coniuga protezione e raffinatezza mentre il passaruota pronunciato insieme alla spalla inclinata contribuisce a dare forza e agilità al veicolo. Le linee essenziali del portellone posteriore mettono in risalto l’accessibilità e le dimensioni dell’ampio vano baule; i gruppi ottici trasparenti e brillanti e l’ampia vetratura danno un tocco di eleganza al nuovo Doblò.
Anche gli interni sono stati progettati per offrire funzionalità e creare ambientazioni piacevoli ed accoglienti grazie agli abbinamenti di colorazioni, materiali e rivestimenti.
Soluzioni intelligenti per l’utilizzo dello spazio a bordo come i diversi vani porta oggetti e la flessibilità degli interni, sino a 7 posti, soddisfano i bisogni di chi fa di Doblò un’auto da vivere in famiglia e in compagnia.

Doblo_04Ecologia ed economia

Fiat Doblò propone al lancio 4 propulsori: un benzina da 95 CV e tre diesel Multijet da 90, 105 e 135 CV, ai quali si aggiungeranno più avanti un Natural Power con doppia alimentazione (benzina e metano) e un ulteriore diesel con cambio robotizzato Dualogic.  
Tutti brillanti e progressivi nell’erogazione di coppia si contraddistinguono per piacere di guida, prestazioni eccellenti, silenziosità, bassi costi operativi (consumi e manutenzione) oltre che per affidabilità e rispetto dell’ambiente.
La gamma è disponibile con versioni Euro 4 ed Euro 5 e offre di serie il dispositivo Start&Stop, che gestisce lo spegnimento temporaneo del motore in caso di sosta garantendo la riduzione dei consumi e delle emissioni.

Sicurezza

Per assicurare un ottimale comportamento dinamico, comfort e sicurezza attiva in tutte le condizioni di fondo stradale e di carico, il veicolo è stato dotato di soluzioni meccaniche innovative tra le quali spicca la sospensione posteriore bi-link, proposta con differenti tarature dei suoi componenti in funzione dell’impiego del veicolo. La tenuta di strada di Doblò, costante e prevedibile, è assicurata anche dall’adozione dei più avanzati dispositivi elettronici per il controllo della stabilità quali l’ABS con il correttore elettronico della frenata EBD e, soprattutto, l’ESP completo del sistema Hill-holder che assiste il guidatore nelle partenze in salita ed è di serie sul modello.

Il veicolo è stato progettato e costruito per raggiungere i più alti livelli di sicurezza passiva, merito della scocca a deformabilità programmata e degli airbag frontali e degli innovativi laterali anteriori, questi ultimi svolgono la funzione protettiva sia per la testa sia per il torace.
Dispone inoltre di soluzioni tecniche e dotazioni tecnologiche che creano condizioni ottimali di comfort e favoriscono l’attenzione alla guida: dal climatizzatore automatico con distribuzione posteriore al Cruise Control ai sensori di parcheggio, dal sistema viva voce integrato Blue&Me al navigatore “Blue&Me TomTom”.

Nuovo anche il Doblò Cargo, il “top” nella categoria dei veicoli professionaliDobloCargo_03

Insieme al nuovo Fiat Doblò nasce anche il nuovo Doblò Cargo che è stato progettato per essere al top della categoria come prestazioni e caratteristiche funzionali. Presenta un vano di carico più spazioso rispetto al modello precedente: squadrato, regolare, pienamente sfruttabile, è dotato di porte laterali scorrevoli e posteriori di grandi dimensioni, che agevolano le operazioni di carico e scarico. Grazie ai suoi primati (lunghezza interna fino a 2,2 metri, larghezza tra passaruote di 1,23 metri, volumetria da 3,4 a 4,2 metri cubi, portata da 750 a 1000 Kg, consumo combinato di 4,8 litri/100 km e autonomia 1.250 Km con il motore 1.3 Multijet), il nuovo veicolo assicura sostanziali benefici in termini di ottimizzazione e contenimento dei costi di gestione.
La gamma è articolata su 7 differenti tipologie di scocca: furgone passo corto e lungo, furgone tetto alto, combi 5 posti passo corto e lungo; di particolare interesse le inedite versioni “pianalate“ corte e lunghe, che rendono particolarmente facile ed economica la trasformazione per specifiche attività professionali (celle frigorifero, cassoni fissi e ribaltabili).

Il lancio commerciale dei nuovi modelli avverrà a partire da metà gennaio 2010, ma sarà possibile ordinare le vetture a fine novembre in Italia e a partire da dicembre negli altri mercati europei.



0 Comments