Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

Imola: Camion a LNG per alcuni test in autodromo


cryotrucksUn centro di ricerca e sviluppo in autodromo per produrre camion con un motore che sfrutta la nuova tecnologia del metano congelato? Non è fantascienza, ma un progetto che coinvolgerebbe un consorzio privato (si chiama Cryotrucks) e al quale potrebbe essere interessato il Con.Ami (ed eventualmente Hera).

Nessuno, ufficialmente, sembra però saperne alcunché. Anche perché l’avveniristico progetto non sarebbe stato ancora proposto né al consiglio di Con.Ami né al gestore dell’autodromo. Sul tema ieri in commissione è nato un piccolo caso.

«E’ vero che in pista gireranno dei camion a metano?», ha chiesto il consigliere Giuseppe Palazzolo (Per Imola). Il neo presidente di Con.Ami ed ex assessore Daniele Montroni ha ironizzato sulla domanda di Palazzolo (ne è nato un breve battibecco), senza però smentire esplicitamente. Silenzioso il nuovo assessore all’autodromo Monica Campagnoli.

Il presidente di Formula Imola Uberto Selvatico Estense ha invece detto chiaramente di non saperne nulla: «Posso dire che non c’è un progetto di questo genere, dal momento che la nostra struttura è abbastanza ristretta e se avessimo avuto un contatto lo avrei certamente saputo». Selvatico Estense ha anche messo le mani avanti: «Se qualcuno ha un progetto di questo genere lo valuteremo con attenzione, ma devo anche dire che l’autodromo è un impianto bellissimo, ma anche delicato, dal punto di vista della rumorosità per esempio».

Conferma l’esistenza del progetto ma nega che ci sia alcunché di concreto, il direttore di Con.Ami Loris Lorenzi: «Conosco il progetto a titolo personale. Al momento Con.Ami non è interessato né la cosa è stata discussa in consiglio. Si tratta comunque di un progetto che, se sviluppato potrebbe sicuramente interessare Con.Ami perché rappresenta un passo avanti sul fronte dell’energia e dell’ambiente. E l’autodromo potrebbe essere un luogo ideale nel quale svilupparlo».

Fonte: http://ilrestodelcar...ilsole24ore.com




0 Comments