Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere pił informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

Abruzzo: gara d'appalto per un distributore e 56 autobus a metano


Autobus MetanoABRUZZO. «Le aziende regionali di trasporto pubblico locale sono una ricchezza per il nostro Abruzzo, pertanto devono essere salvaguardate e rilanciate migliorando la qualità del servizio che offrono». Questo è quanto ha dichiarato l'assessore regionale ai trasporti Donato Di Matteo, nel corso dell'incontro con gli addetti della sede Arpa di Pescara. «Occorrono investimenti adeguati per le infrastrutture e per rinnovare il parco rotabile, abbassando l'età media dei bus in servizio», ha aggiunto il neo assessore» che ha annunciato cambiamenti in vista.


«I miei  primi  interventi, dopo la  nomina ad  assessore ai trasporti - ha spiegato - sono stati finalizzati allo sblocco della gara pubblica per la realizzazione dell'impianto di rifornimento del metano per Arpa e per GTM di Pescara, nonché per l'acquisto di 56 autobus a metano da destinare alle due aziende pubbliche».

Dopo essersi intrattenuto nei locali dell'officina di manutenzione e nel piazzale di sosta degli autobus, accompagnato dal presidente dell'Arpa Nicola Basilavecchia, Di Matteo è salito a bordo dei nuovi autobus acquistati di recente dall'azienda regionale di autolinee.

Alla presenza del personale intervenuto nella sale delle riunioni della sede di Pescara, l'assessore ha aggiunto: «sono molto felice per questo incontro, perché ho potuto visitare una struttura efficiente per la quale esprimo i miei più vivi rallegramenti».
Di Matteo ha rivolto un appello a tutto il personale Arpa e alle aziende pubbliche «perché rafforzino il loro legame con gli enti locali, per saperne cogliere le esigenze ed i bisogni di mobilità che essi esprimono».

Fonte: http://www.primadanoi.it




0 Comments