Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere pił informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


* * * * *

Honda FCV, la corsa all'idrogeno


Mentre la Toyota Mirai, prima vettura a idrogeno di serie della storia, colleziona già 1.500 ordini in patria in poco più di un mese dall'apertura degli ordini, a Detroit Honda presenta un prototipo molto vicino alla versione finale della berlina fuel cell Honda FCV che verrà immessa sul mercato nel marzo del 2016.
 
Rispetto alla precedente FCX Clarity, il modello a idrogeno destinato sinora a flotte selezionate per perfezionare i componenti e la fruibilità di un'auto a idrogeno nel mondo reale, la nuova Honda FCV offre spazio per cinque passeggeri, vanta un'autonomia superiore a 480 km e si rifornisce in tre minuti ad una pressione dell'impianto di 70 Mpa. Lo stack di celle di combustibile è del 33% più compatto, grazie ad una densità di produzione dell'energia superiore del 60% rispetto all'uscente FCX Clarity. Di più sulle sue prestazioni al momento non è dato sapere.
 
Dopo il lancio della FCV la Casa giapponese continuerà a preparere l'introduzione nel 2018 di due nuovo modelli a basso impatto ambientale: il primo sarà un ibrodo plug-in, mentre per il secondo si tratta di una vettura 100% elettrica. Inoltre il costruttore nipponico prevede di ampliare l'applicazione dei propri sistemi di propulsione ibridi a due e tre motori elettrici, quest'ultimo adottato in una versione ad altre prestazioni per la supersportiva NSX di seconda generazione, presentata anche'essa al NAIAS 2015.  
 


2 Comments

Sarà, ma ho l'impressione che Idrogeno, certe vetture prototipo (BMW etc) ed auto come la Volkwagen XL1 (ibrida scomoda e rumorosa a gasolio) - sono fatte solo per ricerca, e per pubblicità.

Si fanno belli dello spirito "ECO"logico e del nostro bisogno di economizzare le spese. Però poi si traducono in progetti non applicabili.

 

Quante Mirai o FCX o altre vetture a fuelcell o a Idrogeno penseremo di vedere entro il 2020?

 

Per non parlare della Multipla Ibrida o delle 500 elettriche FCA che ora secondo il capo vorrebbe ributtarsi sull'ibrido, dopo aver perso il treno e pure la stazione.

 

Non so più nemmeno che fine hanno fatto le vetture Russe (ibride a metano) che sembravano parecchio innovative.

 

Mi pare che le uniche flotte circolanti (Hunday) in Italia sono a Trento, ma ho letto di recente che stanno abbandonando gli auto-bus ad Idrogeno...

 

Altro che corsa dell'idrogeno, qui siamo azzoppati, meglio il metano, che già c'è!

Sul tema idrogeno...in Trentino hanno appena smantellato tutto il circo messo in piedi in val di Fiemme, con qualche milione di euro dei cittadini italiani (non solo trentini visto i trasferimenti per "statuto speciale") buttato nel cesso.

Tanto siamo una nazione ricca, abbiamo soldi che ci escono dalle orecchie....

Follia!