Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere pił informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


* * * * *

Parigi 2014: anteprima mondiale della Passat GTE


La nuova Passat ottava generazione è una delle auto più innovative della sua categoria. È dotata di sistemi di trazione, assistenza e infotainment all’avanguardia. Un concentrato di tecnologia, con un design accattivante e proporzioni incisive.
 
In occasione del Salone di Parigi, la Casa automobilistica tedesca lancia in anteprima mondiale la Passat GTE, la prima Passat con propulsione ibrida plug-in. Emissioni zero per una vettura da lunghe percorrenze ma non solo. Con la modalità GTE attiva, questa Volkswagen dimostra un carattere spiccatamente sportivo, nelle varianti berlina e anche Variant. Il termine “ibrido plug-in” indica, in questo caso, la combinazione di un TSI turbo benzina a iniezione diretta e di un motore elettrico, alimentato da una batteria agli ioni di litio caricabile da una fonte esterna (o tramite Charge-Modus).
 
Grazie a questa batteria, la Passat GTE è in grado di percorrere fino a 50 chilometri in modalità esclusivamente elettrica e, quindi, a emissioni zero. Inoltre, il guidatore può scegliere la modalità esclusivamente elettrica (E-Mode) tramite un tasto accanto al pomello della leva del cambio, per esempio al termine di un lungo viaggio quando la meta si trova in un perimetro urbano. Prendiamo, per esempio, Londra: chi sceglie un modello ibrido plug-in come la Passat GTE o uno elettrico come la e-up! per viaggiare in città non deve pagare il pedaggio (Congestion Charge) altrimenti obbligatorio per spostarsi in auto in centro.
 
L’alternativa più prestazionale all’E-Mode è rappresentata dalla modalità GTE, che può essere richiamata premendo l’apposito tasto ed è in grado di mettere a disposizione una potenza di sistema massima di 218 CV.
 
Con questa modalità, diversi parametri come le curve caratteristiche di acceleratore e sterzo hanno inoltre un’impronta più sportiva. Il motore TSI 1.4 sviluppa una potenza di 156 CV (a partire da 5.000 giri), mentre il motore elettrico eroga 116 CV. La coppia massima del motore ibrido plug-in è invece pari a 400 Nm. Potenza e forza sono utilizzate in modo efficiente e rispettoso dell’ambiente. Il consumo nel ciclo NEDC (per veicoli ibridi) sarà inferiore a 2,0 l/100 km e 13,0 kWh/100 km, a fronte di emissioni di CO2 inferiori a 45 g/km. In combinazione con il TSI, con il serbatoio da 50 litri pieno e la batteria completamente carica si ha un’autonomia di oltre 1.000 chilometri, sufficiente per esempio a coprire il viaggio Parigi-Londra-Parigi senza rifornimento.
 
I valori di consumi ed emissioni estremamente contenuti sono accompagnati da prestazioni di marcia superiori. La Passat GTE, a trazione anteriore e di serie con cambio a doppia frizione a 6 rapporti sviluppato appositamente per la propulsione ibrida, passa da 0 a 100 km/h in meno di 8,0 secondi, con una velocità massima di oltre 220 km/h; in modalità E-Mode la velocità è di 130 km/h.
 
La Passat GTE arriverà sul mercato nella seconda metà del prossimo anno e sarà disponibile sia nella variante berlina, sia Variant. Al lancio sul mercato del modello ibrido plug-in, per la versione europea della Passat saranno offerte nove motorizzazioni con una gamma di potenza compresa tra 125 e 280 CV. Tutte le versioni sono conformi alla norma sui gas di scarico Euro 6. La Passat GTE rappresenta così una parte importante della strategia dell’elettromobilità della Casa di Wolfsburg. Dopo la XL1, la e-up!, la e-Golf e la Golf GTE, le Passat GTE berlina e Variant sono rispettivamente il quinto e il sesto modello in grado di viaggiare completamente a emissioni zero per distanze quotidiane grazie al motore elettrico.


0 Comments