Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

Renault e A2A confermano la collaborazione tecnologica per la mobilità elettrica


RenaultLa ricerca promossa da Renault e condotta da GfK eurosko sul tema “Gli italiani e la mobilità elettrica: aspettative e potenzialità”, presentata oggi a Milano, conferma un elevato interesse da parte del pubblico nei confronti dei veicoli elettrici in virtù della loro componente di innovazione

tecnologica ed eco-compatibilità. Emerge anche chiaramente la consapevolezza degli elementi indispensabili per un loro utilizzo e sviluppo, fra i quali veicoli che possano rispondere alle più diversificate esigenze di utilizzo, un’infrastruttura di ricarica diffusa e pratica, soluzioni commerciali innovative.

L’approccio scelto da Renault e dall’utility A2A per preparare l’introduzione e successivamente la diffusione della mobilità elettrica si conferma, in tale contesto, una soluzione concreta alle attese del mercato: una collaborazione tecnologica per garantire il dialogo tra infrastruttura di ricarica e veicoli elettrici, soluzioni di ricarica sia domestica che in apposite colonnine su suolo pubblico e privato, l’installazione di una diffusa e innovativa infrastruttura di ricarica, lo studio di soluzioni commerciali e servizi a valore aggiunto.

Tutte queste componenti del modello operativo di mobilità elettrica elaborato in partnership da Renault e da A2A verranno testate del progetto pilota E-MOVING nelle città di Milano e Brescia, primo progetto Renault a livello europeo di sperimentazione sui veicoli a zero emissioni.

Durante il progetto pilota, una flotta di 60 veicoli Renault Z.E. (Kangoo Express Z.E. e Fluence Z.E.) sarà messa a disposizione di clienti privati e società pubbliche e private.

Inoltre, un’infrastruttura di 270 punti di ricarica sarà implementata nelle due città (200 a Milano e 70 a Brescia), di cui circa 150 saranno a disposizione degli automobilisti in luoghi pubblici (strade, parcheggi,…), mentre i restanti saranno a uso privato (box, parcheggi condominiali, parcheggi aziendali).  Entrato già da qualche mese nella sua fase operativa, il progetto pilota Renault-A2A “E-moving” ha visto le due aziende impegnate fino ad oggi in molteplici attività fondanti del progetto stesso e propedeutiche all’utilizzo dei veicoli elettrici:

- lo sviluppo tecnologico di due soluzioni di ricarica: una “wall-box”per la ricarica domestica, cioè una presa murale da installare nel box auto, e la colonnina di ricarica da installare su suolo pubblico o privato e concepita per effettuare anche la ricarica rapida;

- i test di interconnessione tra l’infrastruttura di ricarica e i veicoli elettrici Renault; - la definizione della dislocazione dei punti di ricarica previsti dal progetto;

- la formazione delle Concessionarie coinvolte nel progetto pilota soprattutto per ciò che attiene la manutenzione e l’assistenza dei veicoli;

- la formazione delle autorità locali delle città di Milano e Brescia sulle caratteristiche dei veicoli coinvolti nel progetto e sulle relative procedure d’emergenza;

- la selezione dei clienti pilota;

- l’inizio dell’installazione delle colonnine di ricarica nelle aree pubbliche identificate.

E, nel mese di novembre nuove importanti evoluzioni del progetto prepareranno l’arrivo della mobilità elettrica: la consegna dei primi veicoli del progetto pilota ad aziende selezionate e un roadshow che porterà sulle strade di Milano in esclusiva Renault Kangoo Express Z.E. e Fluence Z.E.




0 Comments