Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere pił informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

Biocarburanti: le nuove regole


BiocarburantiROMA - Ufficiale con la pubblicazione in   Gazzetta il nuovo regolamento per l'attuazione dell'obbligo di   immissione al consumo nel territorio nazionale di una quota   minima di biocarburanti, ed emanato sulla base di quanto   previsto dalla Finanziaria 2007 (legge 27 dicembre 2006, n.   296). L'articolo 1, della Finanziaria 2007 modificando la legge   11 marzo 2006, n.81, recante disposizioni in materia di   interventi nel settore agroenergetico, prevede che a decorrere   dal 1/o gennaio 2007, i distributori di benzina e gasolio   prodotti a partire da fonti non rinnovabili e destinati all'   autotrazione, debbano immettere in consumo una quota minima e   obbligatoria di biocarburanti, allo scopo di contribuire a   conseguire gli obiettivi nazionali in materia di riduzione delle   emissioni di gas a effetto serra.


La Finanziaria 2007 prevede una ''quota minima'' di   biocarburanti da immettere sul mercato nazionale, stabilita per   l'anno 2007 nell'1,0% di tutto il carburante, benzina e gasolio,   immesso in consumo nell'anno solare precedente. Ma a partire   dall'anno 2008, tale quota minima e' fissata nel 2,0%   dell'intero volume di carburanti commercializzati. Tale quota   dovra' essere raggiunta in parte attraverso un programma   pluriennale (2007-2010) che prevede l'immissione di 250.000   tonnellate di biodiesel per i quali l'accisa e' pari al 20% di   quella applicata sul gasolio, in parte attraverso la   commercializzazione con un programma pluriennale (2008-2010),   dei biocarburanti per i quali e' stabilita una riduzione dell'   accisa.

La norma prevede anche che i soggetti della   distribuzione possano assolvere all'obbligo anche acquistando,   in tutto o in parte, l'equivalente quota o i relativi diritti da   altri soggetti, oppure attraverso un sistema simile a quello del   meccanismo di scambio di quote di emissione per i gas ad effetto   serra.

La Commissione europea ha, a tal fine, autorizzato l'   Italia ad introdurre aiuti di Stato per la riduzione di tale   tassazione cone la Decisione 850/2008/Ce. Entro il 31 marzo di   ogni anno, i soggetti tenuti all'obbligo di immissione vedranno   riconosciuti dal Ministero delle Risorse Agricole i   ''certificati di immissione in consumo di biocarburanti'',   soggetti allo scambio in una piattaforma dedicata e, in un   secondo tempo, anche nel libero mercato.

Il Regolamento inoltre   prevede che gli operatori della filiera di produzione e   distribuzione dei biocarburanti di origine agricola garantiscano   la tracciabilita' e la rintracciabilita' della filiera,   attraverso una procedura di identificazioni e registrazioni di   tutte le informazioni necessarie a ricostruire il ''cammino''   del biocarburante fino al distributore.

Fonte: http://www.ansa.it




0 Comments