Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi
Foto

Bombole, spessori e ripartitori di frenata


  • Per cortesia connettiti per rispondere
8 risposte a questa discussione

#1
Sile650

Sile650

    Ambientalista

  • Super Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 4642 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Treviso
Chiacchierando con un installatore, mi ha fatto notare una problematica alla quale non avevo mai pensato.
Tutte (o quasi) le auto sono dotate di un ripartitore di frenata, che al variare dell'altezza da terra dell'asse posteriore aumenta o diminuisce la percentuale di azione frenante di quell'assale. Questo perchè maggiore è il peso istantaneo gravante in quel momento sull'asse, maggiore sarà la forza frenante che può assumere senza mandare in crisi l'aderenza delle gomme. Una sorta di ABS d'altri tempi, che è però presente pure sulle auto dotate di sistema antibloccaggio (credo per permettere una frenata ottimale per la stabilità anche quando non si sta premendo a fondo il penale del freno).

Bene, nel momento in cui aggiungiamo del bombolame nel bagagliaio, sull'asse posteriore aumenta il peso, e quindi aumenta pure la capacità frenante. Se però inseriamo degli spessori, dei rinforzi ai molloni o (come sulle francesi) andiamo ad aggiungere un precarico sulla molla di torsione, rialzando la vettura come se quel peso non ci fosse "inganniamo" il ripartitore di frenata, che manterrà la stessa ripartizione prevista per la vettura scarica.
Questo dovrebbe tradursi in una frenata "sbilanciata" verso l'anteriore rispetto a quella ottimale. Nelle auto prive di ABS dovrebbe comportare un bloccaggio delle ruote anteriori prematuro rispetto alle posteriori lasciate " a sonnecchiare". Nelle auto con ABS dovrebbe comportare invece una frenata sbilanciata (e meno efficiente) prima di arrivare al bloccaggio di una ruota anteriore, e poi un intervento più difficoltoso dell'ABS, che si limiterebbe a togliere pressione alle ruote anteriori.
In generale, lo spazio di frenata dovrebbe essere più lungo, e la frenata in curva più sottosterzante del normale.

Questo non accadrebbe invece sulle auto con sospensioni autolivellanti, che probabilmente modificano elettronicamente il comportamento del ripartitore a seconda dello sforzo imposto agli attuatori per tener livellata la vettura.
Chissà poi come facevano le Citroen BX &C, che avevano l'altezza da terra modificabile ma nessun sistema elettronico a sorvegliarle.

Voi che ne pensate? Forse è proprio questo il motivo per il quale il legislatore non vede di buon occhio i molloni di rinforzo?
Se leggi, sono a metano...

#2
Metano17

Metano17

    Ambientalista

  • Members Plus
  • StellettaStellettaStelletta
  • 1857 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Roma...sempre e comunque!
  • Interests:Nordic Explorer
Tematica interessante....
Io sulla Corsa ho montato i distanzali dopo un paio di mesetti circa che avevo messo l'impianto: di primo acchitto mi sembrava di guidare meglio, ma onestamente non saprei dirti se fosse cambiato qualcosa sulla frenata.
Presto monterò un impianto anche sulla mia vecchia Tipo e forse lì opterò per molle compensatrici piuttosto che per i distanziali che come dicevi giustappunto tu, cprecomprimono la molla.
Ora mi domando per la ripartizione della frenata, sapevo che per omologazione le auto avevano una taratura fissa per legge (maggiore ovviamente sull'avantreno) altrimenti le auto non potevano essere omologate, ma forse questo accadeva sui vecchi veicoli, ora con ABS ed elettrocia il discorso che mi fai fila...ma onestamente, così, a naso, per quel poco di nozioni che ho, preferirei sempre una maggiore ripartizione sull'avantreno, onde perdere direzionalita con un bloccaggio avanzato sulle ruote posteriori che rischierebbe di far scodare l'auto, soprattutto se la trazione è anteriore.

rally.gifHonda Civic 1.4 Mood 100 cv - metano Bigas by metanomobile

          Opel Zafira A CNG - Rengined - Tuned?


#3
Sile650

Sile650

    Ambientalista

  • Super Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 4642 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Treviso
No, ovviamente la maggior potenza frenanate è sull'asse anteriore. Il ripartitore aumenta un po' la percentuale posteriore, ma non credo arrivi neppure al 50%.

Parallelamente a questa, si sta discutendo di quest'argomento anche QUI

Fra l'altro è descritta la modalità di regolazione del ripartitore per la Uno, potrebbe tornarti utile per la Tipo! wink.gif
Se leggi, sono a metano...

#4
micio

micio

    Ecocompatibile

  • Members
  • Stelletta
  • 69 messaggi
CITAZIONE(Sile650 @ May 4 2009, 04:18 PM) <{POST_SNAPBACK}>
Sì, esatto.
Se però noi mettiamo i distanziali alzandola, il povero ripartitore crede che il retrotreno sia leggero come una piuma, e lo fa frenare meno di quanto potrebbe.


Lo stesso vale anche se al posto dei distanziali, inseriamo delle molle piu' rigide, che comunque riportano il posteriore alla posizione preinstallazione?

#5
Sile650

Sile650

    Ambientalista

  • Super Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 4642 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Treviso
Sì, perchè il ripartitore lavora appunto sull'altezza da terra per capire il carico presente.
Se leggi, sono a metano...

#6
Pha79

Pha79

    Ambientalista

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 1978 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Provincia di Milano
CITAZIONE(Sile650 @ May 4 2009, 05:02 PM) <{POST_SNAPBACK}>
Sì, perchè il ripartitore lavora appunto sull'altezza da terra per capire il carico presente.


Anche quelli di tipo elettronico?
Fehler In Allen Teilen

www.ilRasoio.com

#7
Sile650

Sile650

    Ambientalista

  • Super Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 4642 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Treviso
Mmm... la funzione elettronica non serve a variare la frenata in funzione del peso.
In teoria già l'ABS dovrebbe limitare il problema, ma è pur vero che partire da una situazione bilanciata anzichè da una sbilanciata gli agevola di molto il lavoro.
Se leggi, sono a metano...

#8
Toninon

Toninon

    Praticante Ecologista

  • Members Plus
  • StellettaStelletta
  • 297 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Roma
Il problema e': Chi si azzarda a mettere mano al ripartitore di frenata per ottimizzarlo ?
Sulla mia 33 io ci misi le mani, credo perche' l'avevo smontato per cambiare gli ammortizzatori. Ricordo che la taratura consigliata dal manuale d'officina prevedeva di appendere un peso da 5 kg ad un supporto del ripartitore e poi bloccarlo.

Per metterci mano credo bisognerebbe fare delle prove dinamiche per vedere in quale momento le ruote anteriori e posteriori cominciano a perdere aderenza piu' o meno insieme. Ma se c'e' l'ABS ? Bisognerebbe staccarlo prima.
Insomma la vedo improbabile.

ciao

#9
Sile650

Sile650

    Ambientalista

  • Super Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 4642 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Treviso
Secondo me basta misurarne l'estensione prima di applicare gli spessori (che sarà già quella progettuale per quel carico nel baule) e dopo l'applicazione provvedere a dargli la stessa estensione.
Se leggi, sono a metano...




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 members, 0 guests, 0 anonymous users