Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere pi¨ informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi
Foto

Ravenna: MHyBus a idrometano in servizio dal 2013


  • Per cortesia connettiti per rispondere
Nessuna risposta a questa discussione

#1
Nicola Ventura

Nicola Ventura

    Fondatore

  • Amministratore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 8626 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Paderno d'Adda (LC)
Nessun veicolo per il trasporto pubblico finora è stato collaudato per circolare regolarmente con miscele di metano e idrogeno. La strada scelta dal progetto MHyBus – che coinvolge Aster, Start Romagna, ENEA e Sol con il coordinamento della direzione generale Reti infrastrutturali, Logistica e Sistemi di mobilità della Regione Emilia-Romagna – promette risultati duraturi e prospettive interessanti in un’ottica di mobilità sostenibile.

Dopo test e studi, è stato messo a punto nei laboratori Enea un motore capace di usare una miscela al 15% di idrogeno nel metano, testato poi presso l'Istituto Motori di Napoli del Cnr con esito positivo. Il motore è poi stato nuovamente montato sul bus presso le officine di Bredamenarini Bus e messo a punto secondo norma. Terminato l’allestimento e i controlli, il Centro Prove Autoveicoli di Bologna e la Motorizzazione Civile di Ravenna hanno rilasciato tutte le autorizzazioni a procedere con la circolazione su strada.

Il bus si trova ora a Ravenna dove la Sol (multinazionale italiana leader nella produzione di gas tecnici) ha installato una stazione di idrometano presso la quale vengono effettuati i rifornimenti quotidiani. Start Romagna, la società di trasporto pubblico di Ravenna, Forlì, Cesena e Rimini, ha completato con successo la prima sperimentazione su strada per 5.000 km senza passeggeri. L’Enea – i cui laboratori fanno parte del tecnopolo di Bologna, finanziato dal Por Fesr – si occupa del monitoraggio continuo di emissioni in atmosfera, resa energetica del veicolo e tenuta del motore sotto la costante supervisione delle autorità competenti.

Superata con successo questa prima fase, il bus entra nel vivo della sperimentazione passando a circolare su strada con il regolare servizio all'utenza. L’uso della miscela al 15% di idrogeno in volume porta a una riduzione significativa delle emissioni di gas serra, rispetto all’alimentazione a metano.

La facile applicazione e ripetibilità della tecnologia a idrometano e i conseguenti benefici ambientali ne rendono particolarmente interessante l’utilizzo nei trasporti pubblici, contribuendo alla riduzione delle emissioni in città, senza dovere realizzare investimenti più ingenti che sarebbero necessari per il passaggio diretto all’uso di idrogeno puro nei trasporti.

Tra i vantaggi di questo progetto, oltre ai benefici per l’ambiente, quello di aver delineato, insieme alle autorità competenti, le procedure burocratiche necessarie per autorizzare la circolazione di autobus a idrometano. Per questo MHyBus ha un valore di apripista, sia per la conversione dell'intera flotta di bus pubblici a metano, sia per la diffusione dell’idrogeno nei trasporti. Prossima tappa prevista, l’inaugurazione formale della tecnologia a idrometano e della prima stazione di rifornimento in primavera.

Click here to view the article

SEGNALAZIONE PREZZI: Invitiamo tutti a segnalare i prezzi dei distributori direttamente nelle schede degli elenchi => METANO - GPL


=> "Copiarci non Ŕ impossibile: Ŕ inutile." (cit.) <=





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 members, 0 guests, 0 anonymous users