Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere pi¨ informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi
Foto

La 500 EcoAbarth di Ecomotori conquista il podio a Bolzano


  • Per cortesia connettiti per rispondere
3 risposte a questa discussione

#1
erikab

erikab

    Ecocompatibile

  • Redazione
  • Stelletta
  • 21 messaggi
  • Gender:Male
Ottimo risultato per la prima competizione di regolarità sostenuta dalla Fiat 500 EcoAbarth METANO Powered progettata da Ecomotori.net: il 1° Mendola EcoRally ha visto la “scorpioncina” guadagnare il podio e classificarsi al secondo posto nella prima gara del Campionato ACI/CSAI Energie Alternative 2012. Alla guida Massimo Liverani, affiancato dal navigatore Alessandro Talmelli: “E’ stata una gara molto difficile per diversi motivi e l’esperienza ha fatto la differenza – commenta il pilota del Racing Team Ecomotori.net – abbiamo dovuto combattere con la dislocazione dei pressostati, posizionati in modo tale da rendere il tutto più difficoltoso, con il malessere del navigatore, contro le intemperie, il traffico, il manto viscido e il tracciato. Ma grazie alla nostra super-vettura siamo riusciti a superare tutte queste difficoltà e la tappa bolzanina ha rappresentato un grande banco di prova in previsione della prossima gara al Sestriere, fissata per la fine del mese. Come di frequente nelle competizioni di regolarità, la gara è stata costellata da innumerevoli errori da parte di tutti gli equipaggi”.

Nicola Ventura, in questo contesto direttore sportivo del Team: “Massima soddisfazione per questo secondo posto perché tutto sommato esordivamo con una vettura ancora in fase di sviluppo e le mappature dell’impianto a metano non sono ancora definitive. Il pilota ha saputo esprimere come consuetudine tutta l’esperienza maturata sul campo: siamo infatti a solo 1 secondo e 34 centesimi di secondo dal primo. Meritatissimo il primo posto guadagnato dalla scuderia Franciacorta, costituita da regolaristi storici. La nostra 500 è comunque prima fra le auto ad alimentazione gassosa ha tenuto alta la bandiera dei valori di ecologia del metano per auto”.

Album:
images
comments




Al primo posto l’equipaggio Alberto Donghi e Renato Delbara, scuderia Franciacorta Motori con la Peugeot 3008 ibrida: “Una gara forse un po’ troppo lunga e anche semplice per noi. Abituati a gareggiare con auto d’epoca abbiamo riscontrato qualche difficoltà con la componente elettronica, che ci ha dato tempi di reazione diversi. L’auto ibrida si è comportata bene nonostante l’utilizzo un po’ spinto che ne abbiamo fatto”.

Terzo posto per la Scuderia Imega Boninsegni di Guido Guerrini e Leonardo Burchini che ha corso con l’Alfa Romeo Mito alimentata a GPL. Il pilota toscano dopo aver ricevuto la notizia del terzo posto ha commentato la prima tappa del campionato: “Un itinerario ricco di luoghi incantevoli che però ha messo a dura prova i veicoli su altitudini e pendenze che avrebbero potuto creare problemi, ma fortunatamente il nostro impianto ha dimostrato di essere all’altezza. Il Campionato è ancora aperto, ci vediamo al Sestriere”. Anche Burchini ha espresso la sua soddisfazione per la competizione: “Una gara serrata con test cronometrici che hanno messo a dura prova la concentrazione. Sono abbastanza soddisfatto del risultato, considerando che era da un anno che non gareggiavo”.

Roberto Viganò e Andrea Fovana, che hanno gareggiato con una Alfa Romeo alimentata a GPL classificandosi al quarto posto, hanno commentato così la loro gara: ”Per la prima volta ci siamo confrontati con i professionisti del cronometro e dopo una tappa d’esordio ricca di errori, abbiamo affrontato bene la seconda giornata di gara, riuscendo a ottenere tempi ai livelli dei vincitori. Importantissimo per noi sottolineare che oltre alla competizione è importante la particolare amicizia che si è creata fra noi ecologisti”.

Vincenzo Di Bella e Alberto Conte, scuderia RacebioConcept, vettura Peugeot 308 CC alimentata a biodiesel: “La gara è stata intensa e avvincente. Purtroppo non eravamo sufficientemente affiatati e in sintonia fra pilota e navigatore, è stata infatti la prima gara in assoluto per il navigatore. Abbiamo avuto alcuni problemi con gli strumenti tecnici e questi hanno generato un risultato sportivo non all’altezza delle aspettative, anche se è stato stimolante confrontarsi con grandi campioni della regolarità. Speriamo di poterci migliorare in tempo per la gara di Sestriere”.

Click here to view the article

#2
bearzotto

bearzotto

    Praticante Ecologista

  • Members Plus
  • StellettaStelletta
  • 244 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Torino
Veramente bravi, chi ben comincia è a metà dell'opera. Forza ragazzi

Saluti Bearzotto

Fiat Multipla Natural Power dell'ottobre 2004 dicembre 2008 installato GasComp II
Fiat Punto Natural Power del novembre 2005

 

 

 


#3
metaoui

metaoui

    Gran Maestro di Cerimonia

  • Members Plus
  • StellettaStellettaStelletta
  • 1300 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Siena
Veramente bravi,nella gara di esordio siete riusciti a conseguire un risultato che stimola per il futuro.

Messaggio modificato da metaoui, 10 giugno 2012 - 11:31

Il mondo è un libro, ma se non viaggi ne conosci solo una pagina(Agostino d'Ippona).....ed io ho viaggiato, tanto.

#4
Cuore Rosso

Cuore Rosso

    Praticante Ecologista

  • Members Plus
  • StellettaStelletta
  • 435 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:MI-VA (I) -TI (CH)
  • Interests:NIKON for ever
Grandi!!!
Viva lo scorpioncino!!!

Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fior!

Errare è umano, ma io di Opel ne ho prese ben due: speriamo in Toyota!
Ecovetture:

Zafira B Eco-M (scuolabus) - Mar 2007 - 145000 Km - iniettori alternatore e centraline varie sostituiti in garanzia+ una centralina fuori garanzia + un altro iniettore fuori garanzia
Nei verdi pascoli:

1996-2003 Alfa 145 1.6 Boxer LR aspirato,

1994-2007 Fiesta 1.3 Cayman Blue LR Aspirato

2003-2014 Astra G Eco-M - Dic 2003 - 267000 Km - problemi elettrovalvole a 180000 Km - valvole frullate a 153000 Km, iniettori biscottati a 140000 Km

 





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 members, 0 guests, 0 anonymous users