Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi
Foto

Addio spine. L'auto elettrica si ricarica wireless


  • Per cortesia connettiti per rispondere
Nessuna risposta a questa discussione

#1
Nicola Ventura

Nicola Ventura

    Fondatore

  • Amministratore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 8626 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Paderno d'Adda (LC)
<p style="text-align: justify;"><img style="margin: 5px; float: left;" alt="Nissan" src="images/stories/loghi/costruttori/Nissan.jpg" width="100" height="85" />Nissan sta puntando forte sul settore elettrico con una nuova tecnologia di ricarica veloce, efficiente e... wireless! E’ basata sullo stesso concetto già utilizzato per oggetti più piccoli come gli spazzolini elettrici,</p>
<br /><br />
un campo elettromagnetico che fa il pieno alle ZEV (Zero Emission Vehicle) in men che non si dica.
<p style="text-align: justify;"><strong>Il problema compatibilità</strong> – Nonostante i propositi delle associazioni continentali di adottare un sistema plug-in standard per facilitare la vita degli utenti, se ora con la tua auto elettrica viaggi per il mondo potresti aver problemi “spinosi”. Infatti le prese variano da paese a paese, senza contare lo scarso circuito delle stazioni di ricarica. Nissan propone “Problemi con le spine? Eliminiamole!”. Per mandare in pensione cavi, adattatori e prese si può puntare su un sistema di ricarica wireless.</p>
<p style="text-align: justify;"><strong>Ricarica on-the-go</strong> – David Bott è il direttore dei programmi d’innovazione della Technology Strategy Board conferma “La carica induttiva è una tecnologia provata su gadget di piccole dimensioni, ma presto sarà adottata anche su auto elettriche. Si cambieranno le abitudini: di notte le si ricarica con i cavi, di giorno on the go con il metodo wireless”. Nissan va oltre: installare sistemi di ricarica induttiva direttamente in strada per mantenere la carica mentre si guida! Ma quanto costa un investimento del genere? Tantissimo, la stessa casa giapponese non l’ha nemmeno quantificato.</p>
<p style="text-align: justify;"><strong>Il problema batteria</strong> – Da una recente inchiesta è emerso che il principale “contro” delle auto elettriche è proprio la batteria o meglio la sua ricarica: il 61% dei potenziali acquirenti si blocca al pensiero della difficoltà di ricarica o della lentezza del rifornimento. Con le nuove tecnologie di Nissan però si arriverà all’80% di carica in soli 25 minuti! “Il tempo di una tazza di te o di un giro di shopping”, spiega Larry Haddad di Nissan Europa.</p>
<p style="text-align: justify;"><strong>La prima ZEV</strong> – Nissan sta per presentare la sua prima ZEV che avrà cinque posti, sarà spaziosa e con un grande bagagliaio, raggiungerà i 150 km/h e potrà viaggiare per 160 km a pieno carico. Sembra che avrà anche un’accelerazione niente male. Ma niente forme strane o futuristiche: “Non vogliamo scioccare il mercato con forme a uovo o altro, desideriamo un passaggio soft da carburanti fossili a motori elettrici, senza strafare”, dicono da Nissan. La prima generazione di ZEV arriverà nel 2010, ma da noi in Europa sbarcherà solo nel 2012. Prezzi da comunicare, speriamo non sia esageratamente cara come la nuova Palio EV</p>
<p>Fonte: http://jack.tiscali.it</p><br />
<br />
Click here to view the article

SEGNALAZIONE PREZZI: Invitiamo tutti a segnalare i prezzi dei distributori direttamente nelle schede degli elenchi => METANO - GPL


=> "Copiarci non è impossibile: è inutile." (cit.) <=





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 members, 0 guests, 0 anonymous users