Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere pi¨ informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi
Foto

Petrolio alle stelle? Meglio passare al metano


  • Per cortesia connettiti per rispondere
Nessuna risposta a questa discussione

#1
Nicola Ventura

Nicola Ventura

    Fondatore

  • Amministratore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 8626 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Paderno d'Adda (LC)
<div align="justify"><img src="http://forum.ecomoto...ry_43_4787.jpg" alt="Distributore Metano" title="Distributore Metano" hspace="5" vspace="5" width="130" height="87" align="left" />Il prezzo della benzina sale di continuo così come quello del gasolio, questo stimola finalmente, dopo anni di tranquillità assoluta, superinvestimenti e sforzi nella ricerca di nuovi giacimenti petroliferi, nello sfruttamento di quelli sinora scartati perché troppo costosi rispetto ai profitti&nbsp;ricavabili sui mercati, nello sviluppo di nuove tecnologie per la ricerca e lo sfruttamento di giacimenti sinora non utilizzabili per difficoltà estrattive.</div><div align="justify">&nbsp;</div><br /><br /><p align="justify">Resta però un gap temporale elevato di circa 5 anni nel quale qualsiasi problematica eventuale determinerebbe difficoltà serie nelle forniture mondiali, problema al momento non esistente ma certo se qualcosa dovesse interrompere le forniture di Iran, Russia, Libia&nbsp;o qualsivoglia nazione con elevata produzione petrolifera.<br /> <br /> Seppure gli alti prezzi dei combustibili e dei prodotti petroliferi stanno già determinando&nbsp; una contrazione della domanda, è però assai probabile che l'eventuale azione di calmieramento dei prezzi stessi, potrebbe essere inibita da conflitti e scontri la cui finalità vera è l'accaparramento di tali preziose materie prime, evento che, come anticipato mesi orsono, si verifica puntualmente con i prezzi elevati delle stesse materie prime.<br /> <br /> Chi non&nbsp; le ha (le materie prime, appunto) le vuole, chi le ha si fa forte e ambisce e pretende maggior potere e attenzione dalla comunità internazionale per&nbsp;rafforzare la propria influenza sugli equilibri mondiali e&nbsp;aumentare la propria ricchezza.<br /> <br /> Quale dunque il futuro dell'autotrazione? Il gas metano è relativamente meno caro, anche se nel prossimo futuro raggiungerà costi assai più elevati, è producibile in maggior quantità rispetto al petrolio e sono previste ulteriori aumenti di produzione nei prossimi anni e inoltre, vantaggio non da poco, determina minor inquinamento&nbsp;rispetto al petrolio e quindi risparmio in termini di CO2 e costi di abbattimento delle sue emissioni.<br /> <br /> Ulteriore vantaggio del gas metano è che nella sua versione per autotrazione può essere miscelato al 30% con idrogeno diluendone i consumi e aumentando la convenienza in termini di CO2 risparmiata poiché l'idrogeno è producibile anche in filiera verde, ovvero&nbsp;con bassissimo impatto ambientale, il che significa minor impatto ambientale della componente 70% di metano, rispetto ai petro-derivati,&nbsp;e assenza di CO2 emessa dal 30% di componente idrogeno.<br /> <br /> In Puglia hanno avviato un progetto pilota, sponsorizzato dalla regione e da altre entità&nbsp;(costo di soli 5 milioni di euro), per l'attivazione di 5 punti vendita regionali di questa miscela, che sarà utilizzabile da tutti i&nbsp; modelli recenti, e anche quelli nuovi futuri ovviamente&nbsp;a metano senza necessità di modifiche.<br /> <br /> Sembra questo il futuro dell' "automotion", ovvero i prossimi 10/15 anni, sino a che nuove tecnologie verdi efficienti &nbsp;non saranno&nbsp; introdotte, con una auspicabile maggior resa e minor impatto economico, e anche etico, rispetto ai biocarburanti.<br /> <br /> Sta a&nbsp; noi consumatori far pressione sulle aziende e le istituzioni a che non si limitino a, miseri, 5milioni di euro di investimento e riducano i tempi e aumentino la portata di tale cambiamento affinché&nbsp;il duo inquinante e costoso,&nbsp;benzina/gasolio, diventi da&nbsp; assoluto protagonista, un co-protagonista la cui scomparsa potrebbe essere assai più rapida di quanto paventatoci.<br /> <br /> Vantaggi economici per gli automobilisti ve ne sarebbero, sia nel lungo periodo che nell'immediato, e inoltre vi sarebbe una ricaduta&nbsp; positiva in termini di minor inquinamento.<br /> <br /> Ricordo ancora una volta che l'Italia pagherà circa 10 miliardi di euro per il mancato rispetto dei parametri di Kyoto, soldi che pagherà la popolazione, che potrebbero essere indirizzati altrove con maggior beneficio e proficua ricaduta della nazione. Chissà che le coscienze civili non si risveglino prima o poi.<br /> <br /> Da notare che molte auto in commercio sono capaci di utilizzare metano come combustibile (effettuare una rapida ricerca in internet o scrivermi, per saperne di più).<br /> <br /> Iniziare nel far pressione al proprio rivenditore di benzina o al proprio concessionario auto, perché tali forme già disponibili, vengano rese disponibili alle masse,&nbsp;è atto probabilmente proficuo per le proprie finanze e per la salute di tutti, compresi i nostri cari.</p><p><span class="info">Fonte: http://www.soldionline.it </span></p><br />
<br />
Click here to view the article

SEGNALAZIONE PREZZI: Invitiamo tutti a segnalare i prezzi dei distributori direttamente nelle schede degli elenchi => METANO - GPL


=> "Copiarci non Ŕ impossibile: Ŕ inutile." (cit.) <=





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 members, 0 guests, 0 anonymous users