Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere pi¨ informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi
Foto

Renault Scenic ZEV H2


  • Per cortesia connettiti per rispondere
Nessuna risposta a questa discussione

#1
Nicola Ventura

Nicola Ventura

    Fondatore

  • Amministratore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 8626 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Paderno d'Adda (LC)
<div align="justify"><img src="http://forum.ecomoto..._3_37_6646.jpg" border="0" alt="Renault Scenic ZEV H2" title="Renault Scenic ZEV H2" hspace="5" vspace="5" width="130" height="87" align="left" />Il futuro attende in un piccolo comune francese non lontano da Parigi. E' qui a Chatenay che Renault ha mostrato la sua strada verso le emissioni zero in una due giorni di workshop, seminari, anticipazioni e prove. Idrogeno, ibrido, downsizing, biocombustibili, fuel cell, questi gli elementi centrali della strategia del marchio francese per raggiungere il traguardo delle emissioni zero. GiÓ oggi secondo alcune stime Ŕ al terzo posto in Europa tra le case che producono meno CO2 mentre sul campo elettrico Ŕ impegnata insieme a Nissan nel progetto Better Place che consentirÓ di commercializzare in grandi numeri vetture a pile in Danimarca e Israele. </div><br /><br /><p align="justify">All'appuntamento di Chatenay il gruppo francese si Ŕ presentato con i "pesi massimi" della ricerca. Come la <strong>ScÚnic ZEV H2</strong>, sofisticata vettura a <strong>fuel cell</strong> che OmniAuto.it ha potuto provare. Per realizzarla ci sono voluti 15 mesi e sinergie continue con l'alleato Nissan che ha fornito le pile a combustibile, il serbatoio per l'idrogeno e la batteria agli ioni di litio. Renault ci ha messo la piattaforma predisp&#111;nendo la Grand Scenic in modo da ospitare nel sottotelaio tutti gli elementi chiave dell'alimentazione a idrogeno, dalle celle all'elettronica. Il pianale Ŕ stato modificato e la vettura rialzata di 60 mm senza tuttavia togliere spazio all'abitacolo in grado di ospitare 5 persone. Un prototipo del genere, tra costi di sviluppo e materiali, vale la bellezza di un milione di euro. Un dato sul quale riflettere prima di mettersi al volante. Entrando nel dettaglio il sistema si basa su cinque componenti principali: il serbatoio dell'idrogeno che alimenta la pila a combustibile, l'elettronica di potenza associata ad un regolatore che garantisce l'interfaccia tra pile e il motore elettrico, e le batterie agli ioni di litio. Il risultato Ŕ una vettura con una potenza di 90 kW alimentata a idrogeno gassoso,compresso a <strong>350 bar</strong> che raggiunge punte di <strong>160 km/h</strong> con un'autonomia di <strong>350 kg</strong> e un peso di <strong>1850 kg</strong>, 300 in pi¨ rispetto alla versione di serie.<br /> <br /> Al volante la Scenic ZEV H2 offre un ambiente del tutto confortevole e quando si preme il pulsante start, colpisce la totale assenza di rumori meccanici. In movimento i soli rumori percepibili sono gli eventuali fruscii aerodinamici e ed il rotolamento degli pneumatici. Dal tubo di scappamento, inoltre, esce <strong>solo vapore acqueo</strong> e non un solo grammo di CO<sub>2</sub>.<br /> <br /> Ma quali sono i segreti tecnici che si celano sotto la carrozzeria di questa monovolume apparentemente "normale"? Tanto per cominciare <strong>la batteria alimenta da sola il motore elettrico</strong>: Ŕ la modalitÓ pi¨ adatta all'uso cittadino o nelle accelerazioni in cui serve energia supplementare. Poi in autostrada o nei lunghi tratti extraurbani l'energia non utilizzata dal motore elettrico Ŕ inviata alla batteria di potenza, mentre in caso di forte domanda di potenza (salite ripide o sorpassi) entrambe le unitÓ entrano in gioco. Quando il veicolo Ŕ fermo l'elettricitÓ prodotta dalle celle a combustibile serve a <strong>ricaricare le pile al litio</strong> e, infine, in fase di decelerazione il motore elettrico si trasforma in un generatore alimentando il gruppo di batterie. Al termine del test si capisce quanti e quali progressi la tecnologia a idrogeno abbia compiuto.</p><p class="info">Fonte: http://www.omniauto.it </p><br />
<br />
Click here to view the article

SEGNALAZIONE PREZZI: Invitiamo tutti a segnalare i prezzi dei distributori direttamente nelle schede degli elenchi => METANO - GPL


=> "Copiarci non Ŕ impossibile: Ŕ inutile." (cit.) <=





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 members, 0 guests, 0 anonymous users