Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi
Foto

Litio: un problema o una soluzione per le auto del futuro?


  • Per cortesia connettiti per rispondere
Nessuna risposta a questa discussione

#1
Nicola Ventura

Nicola Ventura

    Fondatore

  • Amministratore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 8626 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Paderno d'Adda (LC)
<p style="text-align: justify;"><img hspace="5" height="70" align="left" width="100" vspace="5" src="http://www.ecomotori... Elettrica.jpg" alt="Auto Elettriche" />Quando si parla di risorse naturali spesso si è portati a pensare ai combustibili fossili o alle materie prime quali oro, rame, ferro che consentono alle principali industrie del pianeta di muovere l’economia mondiale. Da diversi anni a questa parte si sta facendo largo un’altra risorsa in grado di destabilizzare gli equilibri internazionali e condizionare le scelte politiche dei giganti della terra: il <strong>litio</strong>.</p>
<p style="text-align: justify;">Le <strong>batterie al litio</strong> garantiscono l’autonomia di diversi dispositivi elettronici ma c’è un settore in forte preoccupazione, quello automobilistico. Le <strong>auto ibride</strong> sono ormai una realtà consolidata nel panorama automobilistico e le nuove <strong>auto elettriche</strong> stanno facendo passi da gigante. La richiesta aumenta proporzionalmente con l’impennata del prezzo del greggio e l’industria automobilistica sta investendo cifre considerevoli nello studio e nello sviluppo delle <strong>batterie al litio</strong> ad uso veicolare.</p>
<p style="text-align: justify;">Il litio è un metallo di tipo alcalino contenuto nelle rocce, di non facile reperimento in condizioni ottimali. Oltretutto la sua estrazione non è sempre economica. La <strong>Bolivia</strong> ha trovato nel litio la sua proverbiale “miniera d’oro”, infatti riesce ad <a title="litio in Bolivia" href="http://www.corriere....shtml">estrarne enormi quantità</a> (il 50% delle riserve mondiali) dalla distesa di Salar de Uyuni, un lago salato prosciugato a oltre 3000 metri di altitudine.</p>
<p style="text-align: justify;">Il problema e la ragione delle preoccupazioni dell’industria automobilistica è l’impennata della richiesta che rischia di superare l’offerta nell’arco di appena 5 anni. Ciò comporterebbe l’impennata dei prezzi delle auto elettriche e/o ibride con buona pace delle speranze ambientaliste di tutto il mondo. Inoltre la politica fortemente nazionalista della Bolivia non aiuta la ricerca di nuove risorse di facile reperimento.</p>
<p style="text-align: justify;">La <strong>Mitsubishi Motors</strong> stima in 500 mila tonnellate la quantità di litio necessaria alla produzione delle <strong>auto eco-friendly</strong>. Sempre che queste restino un prodotto di nicchia.</p>
<p style="text-align: justify;">La risoluzione del problema non è affatto semplice. La spinta propulsiva dettata dalla produzione delle nuove auto elettriche ha alimentato nuove riflessioni prima celate dall’entusiasmo di un veicolo efficiente e pulito.</p>
<p style="text-align: justify;">L’auto elettrica potrà essere competitiva ed assolvere il suo dovere solamente se rifornita da <strong>elettricità pulita</strong>, ovvero prodotta da fonti rinnovabili. Inoltre, come evidenziato anche dai produttori, la lavorazione del litio produce <strong>biossido di zolfo</strong>, un agente altamente inquinante e più pericoloso della CO2 prodotta dalle automobili convenzionali.</p>
<p style="text-align: justify;">Il rischio è quindi una forte battuta d’arresto per l’auto elettrica. La parola potrebbe tornare quindi all’<strong>idrogeno</strong>. <br />
<br />
<a href="http://www.onegreent...tech.it">Fonte: http://www.onegreent...h.it</a></p><br />
<br />
Click here to view the article

SEGNALAZIONE PREZZI: Invitiamo tutti a segnalare i prezzi dei distributori direttamente nelle schede degli elenchi => METANO - GPL


=> "Copiarci non è impossibile: è inutile." (cit.) <=





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 members, 0 guests, 0 anonymous users