Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi
Foto

Accordo tra Renault e la Regione Francese di Nord Pas de Calais per le auto elettriche


  • Per cortesia connettiti per rispondere
Nessuna risposta a questa discussione

#1
Nicola Ventura

Nicola Ventura

    Fondatore

  • Amministratore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 8626 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Paderno d'Adda (LC)
<div style="text-align: justify;"><img style="margin: 5px; float: left;" alt="Renault" src="images/stories/loghi/costruttori/Renault.jpg" height="100" width="100" />Renault ha l’ambizione di diventare pioniere della mobilità ecosostenibile per tutti, perché l’automobile continui a rappresentare un fattore di progresso per la collettività. Questo obiettivo si esprime nella costante ricerca, da parte dell’azienda, di una riduzione dell’impatto ecologico
<br /><br />
dell’automobile durante tutto il suo ciclo (progettazione, produzione, utilizzo e riciclo).
<p style="text-align: justify;">In tale prospettiva, Renault si è impegnata a fondo nel campo dei veicoli elettrici, con una gamma di 4 veicoli, commercializzati entro la fine del 2012. Renault è il principale datore di lavoro privato nella Regione Nord-Pas de Calais, grazie a 4 impianti produttivi:</p>
<div style="text-align: justify;">
<ul>
<li>Il sito Georges Besse di Douai, che produce Mégane Coupé Cabriolet e Scénic</li>
<li> Il sito di Maubeuge MCA* (Maubeuge Construction Automobile), che produce Kangoo </li>
<li>Lo stabilimento STA di Ruitz, che appartiene per l’80% a Renault, e che fabbrica trasmissioni automatiche </li>
<li>Lo stabilimento di Douvrin (Française de Mécanique), appartenente per il 50% a Renault, che fabbrica motori. </li>
</ul>
</div>
<p style="text-align: justify;">Da soli, gli impianti produttivi di Douai e Maubeuge occupano oltre 7.000 persone.</p>
<p style="text-align: justify;">La lettera d’intenti tra Renault e la Regione Nord-Pas de Calais prevede numerosi aspetti:</p>
<div style="text-align: justify;">
<ul>
<li><strong>Equipaggiamento dei parchi auto della Regione</strong> La Regione s’impegna a promuovere l’adozione di VE da parte degli enti locali della propria area di competenza territoriale. Per mostrare l’esempio, la Regione doterà il suo parco auto di VE Renault. </li>
<li> <strong>Installazione delle Infrastrutture di Ricarica</strong> La Regione si farà carico di una quota significativa degli studi sulle infrastrutture, realizzati dagli enti locali, e contribuirà al finanziamento, con una particolare attenzione per le zone di attività e i parcheggi pubblici. Per l’alimentazione delle Infrastrutture di Ricarica, si ricorrerà, sistematicamente e in via prioritaria, alle energie rinnovabili e/o a circuiti corti. Le condizioni e modalità di finanziamento di tali Infrastrutture di Ricarica saranno precisate successivamente, dopo delibera dell’Assemblea Regionale. </li>
<li><strong>Promozione del Veicolo Elettrico (VE)</strong> Accompagnamento degli enti locali La Regione Nord-Pas de Calais s’impegna a promuovere il VE presso gli enti locali del proprio territorio di competenza. Di conseguenza, la Regione decide d’instaurare un Piano regionale di sviluppo dell’auto elettrica. L’Agglomerato di Maubeuge Val de Sambre (AMVS) ha deciso di partecipare a tale iniziativa regionale e s’impegna parallelamente con Renault, tramite sottoscrizione di un distinto Contratto di Partnership. La Regione potrà proporre ad altri territori di stipulare partnership dello stesso tipo di quella avviata con l’AMVS, “agglomerato urbano sperimentale”, che servirà da modello. Accesso delle aziende al VE In un primo momento, tale accompagnamento sarà mirato alle imprese artigianali e alla microaziende, con il concorso delle Camere di Commercio, Industria e Artigianato. Questo supporto alle microimprese consisterà in una partecipazione all’acquisto del Veicolo Elettrico, all’analisi delle necessità d’infrastruttura di ricarica e all’installazione stessa di una presa adeguata alla ricarica. Accesso dei privati al VE In parallelo, le parti s’impegnano a favorire l’accesso dei clienti privati al VE. Sarà creato un gruppo di lavoro ad hoc, per gestire specificamente tale progetto. Composto da membri della Regione e da personale Renault, il gruppo studierà, in particolare, l’adozione di incentivi dedicati e di campagne promozionali e informative. </li>
<li><strong>La nomina di un “Capo progetto VE” </strong> Nell’ambito della realizzazione operativa e del pilotaggio del presente Accordo, Renault e la Regione nomineranno un Capo progetto ciascuno. Il Capo progetto nominato dalla Regione sarà responsabile del Piano di sviluppo e si farà carico, in particolare, della segreteria della Conferenza Regionale. </li>
<li><strong>Apporto scientifico, formazione, valorizzazione, innovazione</strong> Il polo MEDEE (Maîtrise Energétique des Entraînements Électriques), in coordinamento con il polo I-TRANS, supporta il progetto a diversi livelli. Le “Grandes Écoles” (CRGE - Conferenza regionale delle “Grandi Scuole”) della regione si mobilitano per divulgare e accompagnare l’arrivo del veicolo elettrico, in termini di comunicazione, sviluppo di progetti di competenze e di ricerca partenariale. È stata prevista una formazione specifica: Master Specialistico di Ingegneria del Veicolo Elettrico, presso il centro “Arts et Métiers ParisTech” di Lille (opzione del Master Mobilità e Veicoli Elettrici, in partnership con la fondazione Renault e ParisTech). Una formazione continua assicurerà il training per i futuri mestieri “elettrici” di domani, ed è previsto un supporto al percorso di qualifica per le piccole e medie imprese. </li>
</ul>
</div>
<p style="text-align: justify;">Renault dimostra il proprio impegno a 360° in campo ambientale poiché, come sottolineato da Patrick Pélata, Direttore Generale delegato alle Operazioni, «con il VE, Renault ha scelto una tecnologia rivoluzionaria. Rappresenta la migliore risposta alla sfida energetica e ambientale, poiché è un’automobile che funziona senza emettere CO2, né particolato, e che non produce rumore».</p>
<p style="text-align: justify;">Lo stabilimento Renault MCA de Maubeuge, che ricicla le acqua piovane nel processo produttivo dal 1999, si colloca al vertice di tale sfida, perché è esclusivamente in tale impianto che è prodotta la prima furgonetta elettrica di grande serie, Kangoo Express Z.E.</p>
<p style="text-align: justify;">Kangoo Express Z.E. sarà commercializzata in Europa nel 2011, ad un prezzo compreso tra 15.000 e 20.000 € (IVA esclusa, senza opzioni), in funzione delle politiche nazionali vigenti in tema d’incentivi fiscali. La proprietà del veicolo sarà dissociata da quella della batteria: i clienti potranno acquistare o noleggiare la furgonetta Z.E., sottoscrivendo un abbonamento per la batteria, a partire da 72 € (+ IVA) mensili. Con Kangoo Express Z.E., un pieno di carburante costerà da 1 a 2 euro, in funzione del prezzo del kWh: una proposta che rivoluziona il budget carburante di una furgonetta termica.</p>
</div><br />
<br />
Click here to view the article

SEGNALAZIONE PREZZI: Invitiamo tutti a segnalare i prezzi dei distributori direttamente nelle schede degli elenchi => METANO - GPL


=> "Copiarci non è impossibile: è inutile." (cit.) <=





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 members, 0 guests, 0 anonymous users