Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi
Foto

Sistino: "Così Fiat è diventata un modello di ecologia"


  • Per cortesia connettiti per rispondere
Nessuna risposta a questa discussione

#1
Nicola Ventura

Nicola Ventura

    Fondatore

  • Amministratore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 8620 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Paderno d'Adda (LC)
<div align="justify">Prima della classe in ecologia. Tra i dieci marchi leader in Europa, Fiat nel 2007 ha battuto tutti registrando il valore medio più basso di emissioni di Co2 (137,3 grammi/km) sui modelli venduti. La classifica dei brand virtuosi stilata della Jato, società di certificazione mondiale nell’automotive, testimonia l’impegno del Lingotto nel campo delle trazioni pulite. La prossima grande sfida, che tormenta l’intero settore automotive, sarà raggiungere entro il 2012 il coefficiente di 120 grammi/km: serviranno tuttavia enormi investimenti, per questo l’obiettivo dei costruttori (tramite la loro associazione Acea) è ottenere dalla Commissione Europea uno slittamento della data fatidica.</div><br /><br /><p align="justify">Si tratta freneticamente per non gravare le Case di una «tassa» insostenibile, ma la strada è ormai tracciata e il futuro non può prescindere da soluzioni sempre più eco-compatibili. «Noi siamo in pole position - spiega Lorenzo Sistino, Ad di Fiat Automobiles - e l’esito di questa ricerca, importante e imparziale, è un premio alla nostra ricerca di soluzioni d'avanguardia per contenere le emissioni inquinanti e il livello di Co2».<br /> <br /> Quali sono le «armi in più» che hanno consentito al Gruppo torinese di scalare la vetta della classifica? Sistino le elenca così: «Fiat è stato il primo brand a offrire con largo anticipo motori già pronti per la normativa Euro5, infatti 500 e Bravo dispongono già di questi nuovi propulsori. Inoltre da anni abbiamo lanciato la tecnologia Multijet sui motori Diesel, garanzia di elevate prestazioni con livelli di consumo fra i più bassi della categoria».<br /> <br /> E poi c’è il metano. Mentre altri, in attesa dell’idrogeno che è molto lontano da una diffusione di massa, hanno puntato su soluzioni ibride o stanno inseguendo l’elettrico per abbassare le medie di emissioni, Fiat ha sposato da tempo la causa del gas naturale. Una strategia vincente. «Siamo leader mondiali - osserva Sistino - nel campo delle vetture a metano. Lo scorso anno in Italia ne sono state vendute oltre 50.000. Riteniamo che questa soluzione sia oggi la scelta tecnologica più appropriata, e immediatamente disponibile, per risolvere i problemi di inquinamento delle aree urbane. Questo perché il metano presenta una valenza positiva sia sul piano dei benefici ambientali, con una riduzione di circa il 23% delle emissioni di Co2 e praticamente 0 di quelle del PM, sia sotto l'aspetto economico. Noi siamo i primi e gli unici ad offrire una linea completa di veicoli con doppia alimentazione, metano-benzina: il Doblò, la Punto, la Multipla, la Panda. Entro fine anno anche la Grande Punto, che disporrà di soluzioni innovative nel posizionamento delle bombole senza sacrificare nulla del bagagliaio. Questa è oggi la ricetta giusta per salvaguardare l’ambiente e contrastare il crescente prezzo dei carburanti. Il costo del metano è molto competitivo: a parità di spesa, col metano si percorrono 100 km e con la benzina solo 50». <br /> <br /> Un’altra innovazione è legata all'Eco-Drive. «E’ prossima al lancio e interessantissima - dice Sistino -. Si tratta di un sistema facile da usare e sviluppato con Microsoft che consiglierà il guidatore su come ottimizzare i consumi in base allo stile di guida. Un approccio nuovo che agisce sul comportamento al volante. Per consumare meno, sono fondamentali le caratteristiche dell'auto ma altrettando decisivo è il modo in cui si guida. Eco-Drive raccoglie tutte le informazioni relative all'efficienza del veicolo e, attraverso una chiave Usb, le può trasmettere a un pc, dopo aver scaricato lo specifico software disponibile gratuitamente sul sito Fiat». Ma qual è il risultato pratico? «L’analisi dei dati di ogni viaggio fornisce un punteggio da 1 a 100 in base al consumo e alla tipologia di percorso, poi dà consigli su come modificare il proprio modo di guidare per ottenere un livello minore di Co2 e un minor consumo. Per esempio consiglia di ridurre o aumentare il numero di cambi marcia o ci fa notare se abbiamo accelerato o decelerato troppo bruscamente. I nostri clienti potranno anche sfidarsi fra di loro: realizzeremo una community Eco-Drive dove confrontarsi con gli altri. Si potrà perfino sapere chi è l'automobilista Fiat più bravo d'Europa nell'ottimizzare i consumi».<br /> <br /> Eco-Drive arriverà dopo l'estate su 500 e Grande Punto, poi sul resto della gamma. Sarà inoltre disponibile entro fine anno l'innovativo sistema Stop&Start che consente di gestire lo spegnimento temporaneo del motore e il successivo riavvio nelle fasi di funzionamento al minimo con veicolo fermo. Anche questo sistema contribuirà in misura rilevante ridurre i consumi, fino al 10% in città.</p><p><span class="info">Fonte: http://www.lastampa....n>&nbsp;</p><br />
<br />
Click here to view the article

SEGNALAZIONE PREZZI: Invitiamo tutti a segnalare i prezzi dei distributori direttamente nelle schede degli elenchi => METANO - GPL


=> "Copiarci non è impossibile: è inutile." (cit.) <=





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 members, 0 guests, 0 anonymous users