Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere pi¨ informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi
Foto

Test Drive: Mercedes Classe E 200 NGT Avantgarde


  • Per cortesia connettiti per rispondere
Nessuna risposta a questa discussione

#1
Nicola Ventura

Nicola Ventura

    Fondatore

  • Amministratore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 8626 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Paderno d'Adda (LC)
images/stories/ecoveicoli/Mercedes_Benz/Test_Drive_E_200_NGT_2012/Mercedes_E_200_NGT_03b.jpgLa qualità dell'aria nelle nostre città è pessima. A dirlo è il Rapporto Mal'Aria di Legambiente dal quale emerge come le 173.000 tonnellate di polveri sottili immesse ogni anno in atmosfera provocano almeno 15 decessi prematuri per 10.000 abitanti.

E danni economici da capogiro che l'Organizzazione mondiale della sanità stima in 28 miliardi di euro/anno fino al 2020 a causa dei maggiori costi dovuti a malattie, mortalità e anni di vita persi. Numeri che rimarcano la necessità di promuovere al più presto le soluzioni che consentono di ridurre l'impatto dei trasporti sull'ambiente. Come l'incremento del parco circolante a metano in tutte le fasce di mercato, comprese quelle più alte dove dominano i motori a gasolio che hanno emissioni inquinanti più elevate. Ma dove l'offerta di auto a gas naturale è limitata a un solo modello: la Mercedes E 200 NGT (Natural Gas Technology) BlueEfficiency che abbiamo provato nella versione Avantgarde.
Un design aerodinamico

Rinnovata nel 2009, la Classe E abbandona le linee tondeggianti per tratti più tesi che miscelano con garbo un design moderno con richiami al passato, come il profilo dei parafanghi posteriori che ricordano la Ponton del 1953. Un mix evidente nel frontale con la classica calandra della Stella attorniata da luci diurne a LED e fari allo bixeno con spegnimento automatico degli abbaglianti quando il sistema rileva un'auto proveniente in senso opposto. L'esito è un modello dalla spiccata personalità che alla tradizionale raffinatezza Mercedes aggiunge un tocco di sportività. Senza rinunciare all'efficienza aerodinamica come dimostra l'eccellente dato del Cx: appena 0,26.
images/stories/ecoveicoli/Mercedes_Benz/Test_Drive_E_200_NGT_2012/Mercedes_E_200_NGT_01.jpg images/stories/ecoveicoli/Mercedes_Benz/Test_Drive_E_200_NGT_2012/Mercedes_E_200_NGT_02.jpg images/stories/ecoveicoli/Mercedes_Benz/Test_Drive_E_200_NGT_2012/Mercedes_E_200_NGT_04.jpg images/stories/ecoveicoli/Mercedes_Benz/Test_Drive_E_200_NGT_2012/Mercedes_E_200_NGT_05.jpg images/stories/ecoveicoli/Mercedes_Benz/Test_Drive_E_200_NGT_2012/Mercedes_E_200_NGT_06.jpg
Un salotto tecnologico

L'interno assomiglia più a un salotto che a un abitacolo. Gli spazi sono abbondanti, le finiture impeccabili e i materiali di pregio. L'elegante disegno della plancia riesce a rendere armonico una quantità di pulsanti che mette soggezione. E in effetti capire tutte le funzioni disponibili richiede un buon quarto d'ora di studio. Tempo che potrebbe essere superiore se la selezione delle opzioni non fosse intuitiva e accessibile dai tasti nella consolle centrale, dal controller vicino alla leva del cambio o con comando vocale. Si, perché i dispositivi della "E" in prova sono davvero tanti e comprendono, solo per citare alcuni, sedili riscaldati e ventilati, tendina del lunotto e poggiatesta posteriori elettrici, climatizzatore tri-zona e un sistema di infotainment con impianto hi-fi, lettore DVD e telefono. Che è dotato di memoria interna di 10 GB per salvare file audio e video e di Bluetooth per l'integrazione dei dati con la rubrica del cellulare o con le play list musicali di apparecchi esterni.
Un navigatore poco affidabile

Ad accentrare le informazioni dei diversi dispositivi è lo schermo da 7" al centro della plancia che visualizza pure le mappe del navigatore. Un dispositivo evoluto che include diverse funzioni interessanti, quale il calcolo di vari percorsi alternativi, compreso quello consigliato per consumare poco. Molte pure le risorse utili presenti, come ristoranti, alberghi e stazioni di servizio. Evidenziati a parte i distributori del gas. Peccato che l'elenco non è affidabile e più volte ci ha portato da erogatori di Gpl o nel nulla più assoluto. Un limite che, per fortuna, non ci ha causato problemi soltanto perché ci siamo affidati all'elenco dei distributori di Ecomotori.
images/stories/ecoveicoli/Mercedes_Benz/Test_Drive_E_200_NGT_2012/Mercedes_E_200_NGT_07.jpg images/stories/ecoveicoli/Mercedes_Benz/Test_Drive_E_200_NGT_2012/Mercedes_E_200_NGT_08.jpg images/stories/ecoveicoli/Mercedes_Benz/Test_Drive_E_200_NGT_2012/Mercedes_E_200_NGT_09.jpg images/stories/ecoveicoli/Mercedes_Benz/Test_Drive_E_200_NGT_2012/Mercedes_E_200_NGT_10.jpg images/stories/ecoveicoli/Mercedes_Benz/Test_Drive_E_200_NGT_2012/Mercedes_E_200_NGT_11.jpg
Un display per il metano

Per scovare un segnale che si è a bordo di un modello a metano si deve intervenire sui tasti sul volante che danno accesso al display al centro del tachimetro. E con i quali si può scegliere il carburante desiderato, visualizzare lo stato del serbatoio del gas e le informazioni su consumo istantaneo e medio o controllare l'autonomia residua per i due combustibili. In realtà, il sistema permette pure di configurare diversi parametri della vettura, come l'attivazione dei sistemi di sicurezza (ESP, Pre-Safe Brake, ecc.), e di selezionare le informazioni da riportare sullo schermo (telefono, navigatore, rilevatore della distanza di sicurezza, ecc.).
Tanti sensori contro gli urti

Dopo un lungo apprendimento si può partire. Il posto guida è comodo e ha tutte le regolazioni (molte elettriche) del caso, compresa quella lombare del sedile. Che è ampio e avvolgente quanto basta per assicurare un buon contenimento laterale. La visibilità anteriore e laterale è buona, anche se in fase di manovra bisogna prendere dimestichezza con gli ingombri di un modello lungo 487 cm e largo 185. Ad aiutare sono i sensori che avvisano della presenza di eventuali ostacoli intorno all'auto con segnali acustici e, per i lati, luminosi come le barre a LED presenti nella parte superiore di plancia e lunotto che indicano la distanza dal possibile urto.
Meno eccelsa la vista posteriore, dove accanto ai consueti avvisatori acustici avrebbe fatto piacere avere la telecamera per visualizzare l'area posteriore sullo schermo TFT durante la retromarcia. Inoltre, gli specchietti esterni sono un po' piccoli e, soprattutto in autostrada, rendono consigliabile l'attivazione del Blind Spot Assist. Un dispositivo che segnalala la presenza di un veicolo in zona a rischio collisione accendendo all'interno del retrovisore un triangolo di colore giallo o rosso a seconda del pericolo.
images/stories/ecoveicoli/Mercedes_Benz/Test_Drive_E_200_NGT_2012/Mercedes_E_200_NGT_12.jpg images/stories/ecoveicoli/Mercedes_Benz/Test_Drive_E_200_NGT_2012/Mercedes_E_200_NGT_13.jpg images/stories/ecoveicoli/Mercedes_Benz/Test_Drive_E_200_NGT_2012/Mercedes_E_200_NGT_14.jpg images/stories/ecoveicoli/Mercedes_Benz/Test_Drive_E_200_NGT_2012/Mercedes_E_200_NGT_15.jpg images/stories/ecoveicoli/Mercedes_Benz/Test_Drive_E_200_NGT_2012/Mercedes_E_200_NGT_16.jpg
Un motore ottimizzato per il gas

La 200 NGT BlueEfficiency è spinta dal quattro cilindri 1.8 con compressore volumetrico appositamente modificato per l'alimentazione a gas. In particolare, si è variata l'elettronica del motore e si sono inseriti gli iniettori del gas nella parte inferiore del collettore di aspirazione e un regolatore di pressione con sensore e valvola elettro-magnetica per rendere omogenea l'alimentazione a metano ai diversi carichi motore.
Una serie di interventi che hanno ripercussioni sui "numeri" della scheda tecnica. La potenza, erogata a 5.500 giri minuto, cala dai 184 CV della monofuel a benzina ai 163 CV della NGT. Un valore, quest'ultimo, riferito sia per l'alimentazione a benzina sia per quella a metano grazie, probabilmente, a una pressione di alimentazione massima più elevata nel funzionamento a gas naturale. In discesa è pure il dato della coppia massima, ora di 240 Nm a 3.000-4.000 giri/minuto, anziché di 270 a 1.800 giri. Variazioni gravano poco sulla velocità massima (in calo da 225 a 224 km/h), più su ripresa e accelerazione, con quest'ultima che nei dati ufficiali sale da 8,5 a 10,4", un tempo di poco superiore a quello della versione a gasolio 200 CDI da 136 CV (10,2").
Tre modalità per guidarla

A penalizzare la NGT rispetto alla variante benzina sono altre due differenze. L'assenza del sistema Start&Stop, che incide negativamente sui consumi cittadini, e la rinuncia all'efficiente cambio 7G Tronic Plus a sette marce per un più tradizionale sistema automatico a 5 velocità. Che si può utilizzare con due modalità selezionando la "E" (economy) o la "S" (sport) con il tasto alla base della leva del cambio. Scelta che si ripercuote in modo sostanziale sulla guida della NGT. Con la "E" il software di gestione è programmato per effettuare le cambiate in prossimità del regime massimo di coppia (3.000-4.000 giri). L'esito è che l'erogazione di potenza è modesta con conseguenti ripercussioni positive sui consumi e negative sulle prestazioni, che comunque rimangono adeguate per un guida rilassata. Viceversa l'opzione "S" alza il limite della cambiata intorno ai 5.500 giri del picco di potenza con evidenti benefici su ripresa e accelerazione. Chi pretende di più può sfruttare il cambio in maniera sequenziale e raggiungere la barriera del fuorigiri (circa 6.500 giri) che il sistema impedisce di varcare. Da sottolineare che anche con la modalità "manuale" la potenza è erogata in maniera molto progressiva per privilegiare il comfort piuttosto che la sportività.
images/stories/ecoveicoli/Mercedes_Benz/Test_Drive_E_200_NGT_2012/Mercedes_E_200_NGT_17.jpg images/stories/ecoveicoli/Mercedes_Benz/Test_Drive_E_200_NGT_2012/Mercedes_E_200_NGT_18.jpg images/stories/ecoveicoli/Mercedes_Benz/Test_Drive_E_200_NGT_2012/Mercedes_E_200_NGT_19.jpg images/stories/ecoveicoli/Mercedes_Benz/Test_Drive_E_200_NGT_2012/Mercedes_E_200_NGT_20.jpg images/stories/ecoveicoli/Mercedes_Benz/Test_Drive_E_200_NGT_2012/Mercedes_E_200_NGT_21.jpg
Si fanno 17 km con un chilo

La NGT è accreditata di un consumo medio a metano di 5,5 kg/100 km, che diventa 7,8 in città e 4,2 sui percorsi extraurbani. Valori non troppo distanti dai risultati ottenuti nei nostri test che, però, si sono svolti prevalentemente su strade scorrevoli dove la berlina tedesca esprime il meglio di sé. A penalizzare i consumi del modello sono, infatti, soprattutto la massa elevata (1.735 kg) e la non eccelsa efficienza della trasmissione automatica. Di conseguenza in città sono necessari almeno 7-8 kg per fare 100 km, con punte di 12-13 kg in caso di code intense. Viceversa, raggiunta la velocità di crociera si può viaggiare con un filo di gas grazie all'ottima aerodinamica e ai rapporti "lunghi" che consentono di procedere a 90 km/h con motore a 2.000 giri e a 130 a circa 2.900 giri. Fattori che rendono semplice ottenere valori sotto i 6 kg/100 km, se non di scendere sotto la soglia dei 5 kg. Per maggiore completezza di informazione vi riportiamo una tabella con i dati rilevati durante il test drive e vi segnaliamo i valori medi ottenuti, almeno stando al computer di bordo (piuttosto preciso), nelle prove dei giornalisti che ci hanno preceduto: 6,5 kg/100 km a metano e 9,0 a benzina.
images/stories/ecoveicoli/Mercedes_Benz/Test_Drive_E_200_NGT_2012/Mercedes_E_200_NGT_22.jpg images/stories/ecoveicoli/Mercedes_Benz/Test_Drive_E_200_NGT_2012/Mercedes_E_200_NGT_23.jpg images/stories/ecoveicoli/Mercedes_Benz/Test_Drive_E_200_NGT_2012/Mercedes_E_200_NGT_24.jpg images/stories/ecoveicoli/Mercedes_Benz/Test_Drive_E_200_NGT_2012/Mercedes_E_200_NGT_25.jpg images/stories/ecoveicoli/Mercedes_Benz/Test_Drive_E_200_NGT_2012/Mercedes_E_200_NGT_26.jpg
Un pieno con la NGT

Test
Percorso*
km
Velocità media
Consumo medio
1
U, E
24
42
5,4
2
U, E
21
42
5,6
3
U, E, A
54
54
5,4
4
E, A
63
72
4,8
5
U
20
20
7,6
6
E
18
44
5,7
7
E
28
50
5,3
8
E
27
53
5,1
9
E, A
84
60
5,7
totale

339
43
5,6 (1)
* percorso prevalente. U: urbano; E: extraurbano; A: autostrada. Sempre con modalità "E" inserita.
(1): il valore esatto è di 5,75 kg/100 km equivalenti a 19,5 kg per 339 km.
Quanto ai consumi a benzina, i dati di omologazione sono di 11,5 l/100 km nel ciclo urbano, di 6,1 in quello "extra" e di 8,1 nel "combinato". Valore, quest'ultimo, che nei nostri rilevamenti è risultato di 9,5 l/100 km. Un dato, per la verità, penalizzato dalle prove dinamiche con guida sportiva, mentre con una condotta più cauta è possibile prevedere una richiesta media di carburante intorno ai 8,5-9 l/100 km.
images/stories/ecoveicoli/Mercedes_Benz/Test_Drive_E_200_NGT_2012/Mercedes_E_200_NGT_27.jpg images/stories/ecoveicoli/Mercedes_Benz/Test_Drive_E_200_NGT_2012/Mercedes_E_200_NGT_28.jpg images/stories/ecoveicoli/Mercedes_Benz/Test_Drive_E_200_NGT_2012/Mercedes_E_200_NGT_29.jpg images/stories/ecoveicoli/Mercedes_Benz/Test_Drive_E_200_NGT_2012/Mercedes_E_200_NGT_30.jpg images/stories/ecoveicoli/Mercedes_Benz/Test_Drive_E_200_NGT_2012/Mercedes_E_200_NGT_31.jpg
Si spende e si inquina poco

In tema di impatto ambientale, la NGT ha una doppia valutazione. Sul fronte del rilascio di inquinanti, quali le polveri fini o il monossido di carbonio, la variante a metano è sicuramente tra le migliori proposte sul mercato grazie alle qualità indubbie del gas naturale. Viceversa, quanto a emissioni di gas serra ottiene buoni risultati senza, però, eccellere. Il metano, infatti, riesce ad abbattere la CO2 rilasciata da 190 a 149 grammi/km, un dato buono per la tipologia d'auto, ma superato dai più efficienti modelli diesel, come la E 200 CDI da 136 CV (134 g/km), la BMW 520d da 184 CV (130) o l'Audi A6 2.0 TDI da 177 CV (132).
Non esistono rivali in tema economico. Il pieno da 19,5 kg ci è costato 18,62 euro (con gas a 0,955 euro/kg) e ci ha permesso di effettuare 339 km per un costo chilometrico di 0,055 euro. Nella migliore delle ipotesi (dati del consumo di omologazione e gasolio a 1,7 euro/litro) con la 200 CDI avremmo sborsato 29,40 euro per lo stesso percorso (0,087 euro/km). Ricordiamo che la NGT è dotata di tre bombole poste dietro gli schienali dei sedili posteriori e sotto il vano di carico che riducono la capacità del bagagliaio da 540 a 400 litri. E che sommando all'autonomia a metano (Mercedes dichiara 360 km) con quella (circa 720 km) consentita dal serbatoio da 59 litri di benzina l'autonomia sfiora i 1.000 km complessivi.
Pensata per il massimo comfort

Il comportamento su strada della NGT non si discosta dalle altre versioni della Classe E. Anzi, si ha l'impressione che il maggiore peso dovuto ai serbatoio del metano che grava sull'asse posteriore migliori il bilanciamento dell'auto e la trazione, che è "dietro". In ogni caso, l'assetto privilegia decisamente il comfort con una taratura delle sospensioni piuttosto soft. E il effetti il benessere di bordo è eccelso anche su tratti in pavé, merito pure dell'ottima insonorizzazione. In realtà, ad essere di alto livello è pure la tenuta di strada. Se si eccettua un rollio superiore alla media, la NGT ha una dinamica e una stabilità notevoli che consentono mantenere facilmente le traiettorie impostate e di non avere mai l'impressione di "tradire". Certo ad aiutare è un lungo elenco di dispositivi elettronici. Ma l'impressione è che il telaio rigido e lo schema delle sospensioni a bracci multipli con ammortizzatori a doppio tubo facciamo molto bene il loro dovere. Altrettanto efficaci sono lo sterzo con servoassistenza idraulica e l'impianto frenate.
images/stories/ecoveicoli/Mercedes_Benz/Test_Drive_E_200_NGT_2012/Mercedes_E_200_NGT_32.jpg images/stories/ecoveicoli/Mercedes_Benz/Test_Drive_E_200_NGT_2012/Mercedes_E_200_NGT_33.jpg images/stories/ecoveicoli/Mercedes_Benz/Test_Drive_E_200_NGT_2012/Mercedes_E_200_NGT_34.jpg images/stories/ecoveicoli/Mercedes_Benz/Test_Drive_E_200_NGT_2012/Mercedes_E_200_NGT_35.jpg images/stories/ecoveicoli/Mercedes_Benz/Test_Drive_E_200_NGT_2012/Mercedes_E_200_NGT_37.jpg
Sicurezza "über alles"

Un accenno meritano i numerosi sistemi di sicurezza basati su radar, videocamere e sensori pensati per prevenire le principali cause di incidenti. Oltre a quelli già citati, segnaliamo l'Attention Assist, che rileva eventuali segni di stanchezza suggerendo di interrompere la guida, e il sistema che allerta il conducente con delle vibrazioni al volante quando si supera involontariamente la linea tratteggiata o continua. Ancora più interessanti sono il Distronic Plus, un cruise control evoluto in grado di mantenere in automatico la corretta distanza di sicurezza in funzione del traffico, e il Pre-Safe che arresta da solo la vettura in caso di emergenza.
Una sola versione per "ricchi"

La E 200 NGT con l'allestimento top di gamma Avantgarde, in realtà, serve a sedurre il giornalista ma non è importata in Italia. Chi è interessato alla "E" a metano si deve accontentare dell'unica versione disponibile per il nostro Paese, l'Executive, che ha una dotazione di serie "normale" e un listino più accessibile. Per averla si devono comunque sborsare 51.091 euro, un prezzo da considerarsi elevato soprattutto se raffrontato con l'omologa versione a benzina che costa "appena" 43.862 euro. Una differenza di 7.229 euro che ci pare eccessiva, ma che può comunque essere recuperata dopo circa 60.000 km solo grazie al minore prezzo del gas naturale. Viceversa, è praticamente impossibile da colmare (ci vorrebbero circa 280.000 km) i 9.145 euro di "gap" di prezzo con la E 200 CDI (costa 41.946), che è si meno potente (136 CV), ma ha prestazioni simili. Una politica di prezzi che ci sembra favorire troppo la variante a gasolio e penalizzare l'ambiente.
images/stories/ecoveicoli/Mercedes_Benz/Test_Drive_E_200_NGT_2012/Mercedes_E_200_NGT_38.jpg images/stories/ecoveicoli/Mercedes_Benz/Test_Drive_E_200_NGT_2012/Mercedes_E_200_NGT_39.jpg images/stories/ecoveicoli/Mercedes_Benz/Test_Drive_E_200_NGT_2012/Mercedes_E_200_NGT_40.jpg images/stories/ecoveicoli/Mercedes_Benz/Test_Drive_E_200_NGT_2012/Mercedes_E_200_NGT_41.jpg images/stories/ecoveicoli/Mercedes_Benz/Test_Drive_E_200_NGT_2012/Mercedes_E_200_NGT_42.jpg
Pregi
  • Comfort di bordo
  • Dotazione di sicurezza
  • Consumi ed emissioni ridotte
Difetti

  • Prezzo elevato
  • Visibilità posteriore
  • Elenco distributori metano del navigatore non affidabile
a cura di Stefano Panzeri

Click here to view the article

SEGNALAZIONE PREZZI: Invitiamo tutti a segnalare i prezzi dei distributori direttamente nelle schede degli elenchi => METANO - GPL


=> "Copiarci non Ŕ impossibile: Ŕ inutile." (cit.) <=





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 members, 0 guests, 0 anonymous users