Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi
Foto

Distributori GPL Self Service in Francia


  • Per cortesia connettiti per rispondere
8 risposte a questa discussione

#1
Carsac

Carsac

    Praticante Ecologista

  • Members Plus
  • StellettaStelletta
  • 183 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Milano
  • Interests:Adoro ballare la Salsa Cubana Auto: Fiesta 1.4 GPL 3P tutta bianca (infatti si chiama Daisy, come le margherite).
Ciao a tutti!
Apro questa discussione perché la settimana scorsa sono stato a sciare in Piemonte (Sestriere).
Se guardate i nostri elenchi vedrete che il più vicino distributore è a Pinerolo (55 Km andata più 55 Km in salita al ritorno)...un bel problema. Eppure la soluzione c'è...varcare (si fa per dire) la frontiera e andare a Briançon (34 Km) al distributore Total all'interno del centro commerciale La Grand'Boucle che si trova in città.

Naturalmente ho optato per questa soluzione anche perchè quando sono in montagna vado spesso lì a fare la spesa.

A mia grande sorpresa ho usato per la prima volta un impianto self service. E' vero che in Francia la maggior parte dei distributori di benzina sono già self service da decenni (con la cassa nel negozietto) e lì nessuno si è mai posto il problema di farsi la benzina da solo...contrariamente a quel che succede da noi dove c'è ancora gente che pensa che sia difficile o ci si sporchi se non ti aiuta un inserviente!

Ho trovato una piccola pensilina non più grande di quella dell'autobus senza nessuna coda (le macchine GPL in Francia sono meno che da noi) e dei grandi cartelli con le spiegazioni (semplicissime!).
La cosa che mi ha un pò messo in crisi all'inizio era il bocchettone della pompa che è diverso dal nostro a prima vista ma invece si è rivelato essere perfettamente identico come terminale di aggancio. In ogni caso il benzinaio ne aveva 3 o 4 di vecchia fattura per qualsiasi modello ed...epoca. L'altro dubbio era che non si fermasse da solo ma l'inserviente nel negozio mi ha garantito che si fermava (comunque la sicurezza è sul serbatoio della macchina). Ovviamente si può riempire quanto si vuole. Naturalmente c'era anche un estintore di fianco se ci fosse stato qualche incidente.

E' vero che lì (zona turistica) è a 0,70 euro mentre da noi più o meno nello stesso periodo era a 0,62 però ragazzi che comodità! C'è da dire che quel prezzo (rilevato su internet) è lo stesso da più di un mese perciò mi sa che fluttua di meno che in Italia.

Molti vantaggi.
Primo il bocchettone (perfettamente pulito) si aggancia perfettamente e non spara 15/20 centesimi per aria quando attacca come capita dal mio distributore.
Secondo: ero in città e non fuori in zone isolate dove magari di notte è pericoloso per una donna.
Terzo grandissimo vantaggio è che segue gli orari del centro commerciale quindi tutti i giorni fino alle 22.00 compresa la domenica!
A questo punto la domanda sorge spontanea: perché non da noi??? Perché dover sempre pianificare il pieno o dover andare a benzina la domenica perché non c'è un distributore aperto in zona!
Certo, qualcuno obbietterà che da noi se non c'è l'inserviente a sorvegliare c'è sempre qualche umanoide decerebrato che fuma mentre telefona al cellulare e fa il pieno però lì non ho visto particolari cartelli di avvertimento: forse la "pistola" è progettata talmente bene che scarta qualsiasi rischio di incendio.
Se qualcuno conosce i motivi per i quali non si può seguire questo (moderno) esempio anche in Italia me lo faccia sapere.
Ciao a tutti!
Carlo

Auto: Fiesta 1.4 GPL 3P tutta bianca,

infatti si chiama Daisy, come le margherite.

Adoro ballare la Salsa Cubana


#2
PASQUALINO

PASQUALINO

    Ecocompatibile

  • Members
  • Stelletta
  • 55 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Piemonte (TO)
Ciao a tutti...
io ci sono appena stato a Briancon...ma purtroppo non sono riuscito a fare il pieno di gpl...
il bocchettone della pompa aggancia bene si....ma non erogava gpl...ho notato che il diametro del foro dove esce il gas è più grande del foro del mio bocchettone...non sò se non sono riuscito per quello...che ne dite?
Piemonte (TO)

#3
casty

casty

    Ambientalista

  • Members Plus
  • StellettaStellettaStelletta
  • 750 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Busto Arsizio
Semplice Carsac, da noi si considera pericoloso il metano e pericolosissimo il Gpl, per cui manca una legislazione che permetta il self. Per il metano adesso ci sarebbe la possibilità ma solo se l'impianto è vigilato (quindi assurdamente viene a mancare proprio l'essenza del self ovvero la possibilità di rifornirsi 24ore su 24).
Nel caso del gpl non c'è nemmeno una proposta di legge in tal senso.
Alla faccia dell'europa unita...

Cmq hp notato che con i recenti incentivi quasi tutti i nuovi proprietari di auto gpl non scendono nemmeno più dall'auto quando vanno dal gasaro, troppa fatica....troppa pigrizia...

#4
a232037

a232037

    Ecocompatibile

  • Members
  • Stelletta
  • 39 messaggi
Il GPL in Italia ha un problema: esiste una differenza di prezzo cospicuo tra quello per autotrazione e quello per riscaldamento domestico.
Quindi, in caso di self service, chi controlla che non vengano caricate bombole per uso domestico invece che il toro dell'auto?
I soliti furbi aggirano il problema tecnico degli attacchi con attacchi fai da te.
Si tratta di una truffa all'Erario, nonchè pratica pericolosissima!

#5
toponero71

toponero71

    Ecocompatibile

  • Members
  • Stelletta
  • 18 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Torino
il problema della truffa che tu citi non si porrebbe se si facesse come in Germania ad esempio (arrivo da una vacanza in baviera ed austria), lì fai gpl in self-service praticamente sempre, ma gli impianti sono sempre vigilati almeno da una persona. Un po' come da noi in certi grossi distributori (o certi autogrill) aperti 24h/24 con le pompe in selfservice e solo il cassiere dentro. Davvero comodo anche questo viaggio (a parte il dover sempre elemosinare il giusto adattatore o in alternativa comprarselo). In Italia mai e poi mai ci sarà un selfservice credo soprattutto per motivi di sicurezza legati a tanta inciviltà ed imbecillità che si vede in giro. Dal gasaro dove solitamente mi rifornisco, ho sentito piu' di una volta che deve esser sempre pronto a rimproverare gente che arriva alla pompa e scende dalla macchina con la sigaretta accesa (una volta ero anche io presente alla scena)....non aggiungerei altro....

#6
Genux

Genux

    Ecocompatibile

  • Members
  • Stelletta
  • 5 messaggi
  • Gender:Male
Negativo .... L'Italia si dovrà adeguare alle normative Europee, pertanto esisteranno anche da noi i distributori self service (se cerco bene trovo anche la legge approvata); l'unica precauzione o meglio limitazione (ma non so se è così anche in Francia) è che quando il distributore è in funzione, lo stesso debba essere presidiato da una persona addetta (che sta ovviamente al bar o alla cassa oppure è il benzinaio stesso che deve essere presente nel distributore, ma non da voi mentre rifornite)... pertanto sarà solamente self service durante gli orari di apertura...
Ciao a tutti.

#7
rollogas

rollogas

    Ecocompatibile

  • Members
  • Stelletta
  • 47 messaggi
Forse la legge li prevederà o potrà prevederli ma non è che può disporre l'obbligo del gpl self service.
OPEL VECTRA SW 1.6i 16V CD 100 01/2000 gasata subito dal 1° proprietario(Gpl-BRC aspirato)acquistata 08/2008, 161.000km ora 219.000 99% a gas Le compro usate e se possibile già GASATE
NEW ENTRY RENAULT MEGANE COACH anno 2001 1,9dti DIESEL acquistata 12/2010, 90.000 km La signora l'ha voluta!

#8
teofrasto

teofrasto

    Ecocompatibile

  • Members
  • Stelletta
  • 14 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:alessandria
A Tortona, provincia di Alessandria, è stato recentemente aperto un nuovo distributore che comprende, fra gli altri carburanti, anche il metano.

Si tratta di un impianto self service e postpagamento in cassa all'uscita, direttamente senza scendere dalla vettura, realizzato dalla Carrefour accanto al proprio nuovo supermercato.
Quindi perfettamente identico a quelli presenti in Francia, con una differenza però: il metano in self service non lo lasciano fare, viene direttamente l'addetto ( che molte volte è anche cassiere), questo con ovvie lungaggini e gente in fila spazientita, anche perchè la pompa del metano ha vicino anche gasolio e benzina, per cui se non ti accorgi di aver davanti una vettura a gas, ecco che anche per effettuare il pieno di benzina o gasolio devi avere molta pazienza.
La pompa del metano è come quella dei carburanti tradizionali, perchè pensata e realizzata per un uso fai da te da parte dell'automobilista.
Semplice, comoda e senza alcun rischio, perchè l'erogazione del gas può avvenire solo quando la pistola è regolarmente agganciata e si va a premere un tasto presente sulla colonnina, non ha rubinetti come sulla maggior parte degli impianti. Ma in Italia niente da fare, noi dobbiamo essere sempre gli ultimi. incazzed.gif

#9
marcod

marcod

    Ecocompatibile

  • Members
  • Stelletta
  • 1 messaggi

Sono stato anch’io al distributore GPL Total di Briançon ciatato da Carsac e Pasqualino e, nonostante sia scritto dappertutto – anche sui siti francesi  -, che l’attacco in Francia è identico a quello italiano, ho potuto fare rifornimento solo grazie all’intervento di una gentilissima signora francese che mi ha prestato un fantomatico adattatore, lo stesso che utilizza lei stessa benché la sua auto sia targata francese.

Purtroppo non ho avuto il tempo di chiederle chiarimenti, perché il mistero per me si infittisce: un installatore italiano di impianti GPL è caduto dalle nuvole, quell’adattatore per lui non esiste perché non ha senso, dato che l’attacco “è uguale a quello italiano”. Forse c’è qualche distributore in Francia, magari legato a una marca, che usa un proprio tipo speciale di attacco? Chi ne sa qualcosa?

Grazie






0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 members, 0 guests, 0 anonymous users