Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere pi¨ informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi
Foto

Politica delle Case automobilistiche di fronte alla crisi


  • Per cortesia connettiti per rispondere
6 risposte a questa discussione

#1
casty

casty

    Ambientalista

  • Members Plus
  • StellettaStellettaStelletta
  • 744 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Busto Arsizio
Stavo curiosamente notando come le varie Case stanno rispondendo alla crisi e all'attuale mancanza di "droga" a sostenere il mercato (incentivi)
Quelle che si sentono deboli perchŔ stanno perdendo importanti quote hanno esteso gli incentivi autonomamente (p.es. Peugeot, Opel)
Alcune lo fanno solo su certi modelli che vogliono spingere (es. Toyota)
Altre per tenere artificialmente alti i prezzi di listino in attesa del rinnovo incentivi, ma forti delle loro quote, garantiscono un "contributo" che prima si sommava agli incentivi (es. VW che nel 2009 ha visto incrementarsi i propri volumi in un mkt depresso e che cerca di non mollare nemmeno un millimetro sui prezzi)
Altre come Fiat stanno semplicemente aspettando il proprio bel incentivo-droga (che dalle bozze pare costruito ad hoc per la casa torinese) per recuperare il gennaio ormai perso e sostenere adeguatamente i volumi successivi

#2
Sile650

Sile650

    Ambientalista

  • Super Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 4640 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Treviso
Spero la Grecia fallisca in fretta: no trips for incentiv e si torna tutti coi piedi per terra.

Come far costare meno le auto? Semplicissimo! Via assurditÓ come il clima bizona su un'utilitaria, via assurdi navigatori da migliaia di euro ed impianti stereo, via ruote superibassate, via fari con mille lampadiette a comporre disegnini, via pacchetti accessori del menga...

Ma soprattutto: basta rottamazioni assurde di beni perfettamente funzionanti!

Son reazionario, lo so...
Se leggi, sono a metano...

#3
Arsenio Pinny

Arsenio Pinny

    Ambientalista

  • Members Plus
  • StellettaStellettaStelletta
  • 541 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Treviso
CITAZIONE(Sile650 @ Jan 21 2010, 05:19 PM) <{POST_SNAPBACK}>
Come far costare meno le auto? Semplicissimo! Via assurditÓ come il clima bizona su un'utilitaria, via assurdi navigatori da migliaia di euro ed impianti stereo, via ruote superibassate, via fari con mille lampadiette a comporre disegnini, via pacchetti accessori del menga...


no beh ma per questa parte hai ragione da vendere wink.gif
perchŔ speri che la Grecia fallisca?

#4
Sile650

Sile650

    Ambientalista

  • Super Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 4640 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Treviso
Era una battuta... wink.gif

Ad ogni modo il paese Ŕ preso finanziariamente molto male, e secondo alcuni si profila un rischio default (tipo Argentina).
Se succede l'UE dovrÓ farsi carico della cosa, e siccome denari ce n'Ŕ pochini saranno costretti a battere euroni svalutando la moneta comune.
Con alcune conseguenze negative (inflazione) ed altre positive (esportazioni avvantaggiate in primis ma anche incentivazione all'investimento con importanti masse di denaro non ad uscire dai parcheggi monetari).
Alla fine Ŕ il solito discorso della coperta troppo corta, ma secondo alcuni almeno nel breve termine una simile evenienza sarebbe quasi auspicabile.
Se leggi, sono a metano...

#5
Maxnard

Maxnard

    Ambientalista

  • Members Plus
  • StellettaStellettaStelletta
  • 680 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Pavia
Ma quanto sono d'accordo con Giulio, fine economista ed omonimo dell'attuale Ministro delle Finanze...
Sono reazionario anche io!!!! mavieni.gif
Sono nel tunnel da talmente tanto...che comincio a pensare di arredarlo!

#6
Pha79

Pha79

    Ambientalista

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 1978 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Provincia di Milano
Io spero che gli aiuti a TUTTE le aziende finiscano il prima possibile, (dall'auto alla carta stampata, passando per le banche) e quelle che senza incentivi di vario titolo non ce la fanno, falliscano al pi¨ presto!
Ormai da troppo tempo il mercato fintamente libero Ŕ drogato e controllato dagl'incentivi, zucchero docet, Ŕ gunta l'ora che rimangano in vita solo le aziende che ne hanno una ragione commerciale, e che producono IMPONIBILE e benessere!
Io sono per l'eutanasia economia e finanziaria!

Anche perchŔ sentvo che il salvataggio unicredit, ci Ŕ costato pi¨ del garantire i soldi ai correntisti, e lasciar fallire il carrozzone guidato male in acque cattive da una dirigenza inetta e ancora al suo posto!!!

La droga fÓ male NO agli incentivi!!!
Fehler In Allen Teilen

www.ilRasoio.com

#7
Sile650

Sile650

    Ambientalista

  • Super Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 4640 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Treviso
CITAZIONE(Pha79 @ Feb 8 2010, 04:53 PM) <{POST_SNAPBACK}>
Anche perchŔ sentvo che il salvataggio unicredit...


A dire il vero i Tremonti bond sono stati un affarone per lo Stato, che si approvvigionava del denaro quasi a gratis (titoli di stato ai minimi storici) e lo rivendeva alle banche a tassi assai elevati.
Difatti le banche hanno fatto di tutto per utilizzarne meno il possibile.

Non per sviolinare, ma l'Italia Ŕ stata forse il paese che ha gestito meglio la crisi del credito. wink.gif
Se leggi, sono a metano...




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 members, 0 guests, 0 anonymous users