Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi
Foto

Peugeot 207 1,4 ECO GPL


  • Per cortesia connettiti per rispondere
42 risposte a questa discussione

#41
Brugildo

Brugildo

    Ecocompatibile

  • Members
  • Stelletta
  • 65 messaggi
  • Gender:Male
Dopo due giorni di convivenza e 400km percorsi, ho trovato il tempo di aprire finalmente il cofano e di dare un'occhiata in maniera leggermente più approfondita.

Il vano motore è relativamente sgombro, forse progettato per fare spazio a unità più voluminose, e questo è positivo per la raggiungibilità dei vari organi. Tuttavia devo riconoscere che l'applicazione dell'impianto a gpl ha complicato certe operazioni, mi viene in mente in particolare il rail iniettori, posto proprio sopra il mono-bobinone a complicare l'accesso alle candele.

L'impianto sembra montato in maniera molto razionale, ed in questo alla BRC sono stati sicuramenti aiutati dallo spazio a disposizione: l'evaporatore-riduttore è posto a ridosso dell'abitacolo alla stesa altezza dei semiassi, il più in basso possibile quindi per non soffrire di bolle d'aria o di eventuali spurghi mal effettuati dell'impianto di raffreddamento. La lì un tubo praticamente dritto dotato del classico filtro BRC raggiunge gli iniettori seguendo davvero la via più breve, credo sia meno di mezzo metro in tutto, salendo quasi in verticale, la soluzione migliore per proteggere il più possibile gli iniettori dai residui oleosi del gas.

Gli iniettori sono posti su una staffa ben confezionata nella posizione più alta e sono molto vicini al cofano, quindi nel posto tipicamente più caldo del vano motore ma senza subire l'irraggiamento del collettore di scarico, e credo che anche questo sia voluto per far si che si riscaldino il prima possibile sciogliendo gli eventuali olii che dovessero arrivare non trattenuti dal filtro.

I tubi che dagli iniettori partono non sono cortissimi, credo saranno intorno ai 10-15cm, e si vanno a innestare in una piccola flangia che fa da distanziatore all'iniettore benzina, che viene arretrato di circa 1 cm rispetto alla posizione originale, una soluzione sicuramente più pulita rispetto alle forature dei collettori.


Fino ad ora non si sono riscontrate anomalie di funzionamento, e l'alimentazione a gpl subentra sorprendentemente presto, dopo circa un minuto dall'accensione con una temperatura esterna di 11°C, segnalata all'orecchio dal lontano "clang" dell'elettrovalvola del serbatoio, un toroide da 47lt nominali.

Chissà perché avevo in mente che la trasformazione DOEM dovesse essere più "rustica", invece devo ammettere che la cura nei particolari di montaggio mi ha favorevolmente impressionato.
Nonostante anche in Peugeot dicano che la manutenzione non richiede nulla più di una normale auto a benzina, in realtà questo si dimostra solo parzialmente vero in quanto la tabella di manutenzione per le ecoGPL corrisponde a quella delle 207 pari-motore con utilizzi particolari, quindi per esempio il tagliando dovrà essere effettuato a 20000km e non a 30000km.
La regolazione punterie è prevista a intervalli di 40000km.
Il comportamento dell'auto è particolarmente pigro, ma tale sensazione secondo me viene accentuata dal comportamento della farfalla elettronica che da un feeling decisamente diverso rispetto al classico cordino, e comunque devo riconoscere che rispetto ad una Fiesta a gpl sembra andare la metà.

I rapporti rispetto allo standard fiat sono da overdrive, ai 130km/h segnati si leggono 3500 rpm, se lo sapevo prima la compravo anche solo per questo, in quanto anche la rumorosità rispetto alla Punto è enormemente minore.

Anche la manovrabilità del cambio è eccellente, innesti facili non troppo lunghi nè gommosi.
L'assetto effettivamente sembra all'inizio un po' "peschereccio", e sicuramente gli pneumatici /70 non aiutano. Tuttavia dopo aver portato l'auto a fare la convergenza, constatando quanto fuori tolleranza possano essere gli angoli caratteristici nonostante l'auto sia nuova, la situazione è molto migliorata e anche lo sterzo è diventato bello pronto.

Purtroppo sarà la crisi ma anche in Peugeot hanno cominciato a fare certe economie che fanno sorridere, prima di far incazzare, come il fatto di aver tolto l'illuminazione dal cassetto portaoggetti e aver sostituito la plafonierina nello stesso con un tappo di plastica che secondo me avrà identico costo, o come il fatto di spacciare la radio di serie con 4 altoparlanti quando in realtà lo sono considerando i due tweeter, e togliendo le due casse posteriori ma lasciando, spero, il cablaggio. Anche l'accendisigari è a pagamento, ci hanno lasciato solo la presa! E ho scoperto che anche su questa auto non hanno previsto l'emulatore per l'indicatore di livello carburante, che quindi parte dal livello giusto all'accensione ma poi inizia a scendere anche andando a gas. Sarei davvero curioso di sapere se questa funzione è davvero così ostica da rendere affidabile. Per il resto la qualità degli interni sembra buona, ma considerando che l'auto a listino constava intorno ai 17000€ viene da chiedersi, come anche per le altre marche e altri modelli, dove li valgano.

Per tutto il resto vedremo in seguito, sperando di non dover anche stavolta indossare troppo spesso i panni del meccanico.

#42
sree

sree

    Ecocompatibile

  • Members
  • Stelletta
  • 1 messaggi
E' vero che Peugeot 207 sw eco gpl ha dei problemi di elettronica?

#43
Sile650

Sile650

    Ambientalista

  • Super Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 4652 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Treviso
Per ora sul forum non sono arrivate segnalazioni in merito.
A che tipo di problemi ti riferisci?
Se leggi, sono a metano...




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 members, 0 guests, 0 anonymous users