Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi
Foto

Fonti per la produzione del GPL


  • Per cortesia connettiti per rispondere
2 risposte a questa discussione

#1
Toninon

Toninon

    Praticante Ecologista

  • Members Plus
  • StellettaStelletta
  • 297 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Roma
Visto che l'intervista di Nico a Ugo Nazzarro ha messo la pulce nell'orecchio un po' a tutti riguardo l'origine del GPL, vediamo di mettere le cose in chiaro, anche per futuri riferimenti.

Dunque prima cosa ecco il link di Wikipedia dove si chiarisce una volta per tutte che GPL sta per Gas di Petrolio Liquefatto, cioe' gas estratto dal petrolio e poi liquefatto.
Viene anche chiarito che si tratta sostanzialmente di una miscela di propano e butano con scarse quantita' di pentano. Si dice anche che il contenuto esatto della miscela non e' definito ma per il "propano commerciale":
"le specifiche di fornitura hanno dei margini per quanto riguarda la composizione e la densità stessa, per il propano commerciale è compresa tra i 505 e i 530 kg/m3 con un potere calorifico che non deve essere inferiore a 10950 kcalkg (o 45,8 MJ/kg)".
Questa e' una buona base per il calcolo del rendimento.

La scheda dell'Assogasliquidi indica varie tipologie di GPL, ma chiarisce che "Il prodotto normalmente impiegato per il rifornimento dei piccoli serbatoi è propano commerciale (miscela C)".
Si comincia a parlare di GPL come risultato dall'estrazione del gas naturale, o meglio da quel 10 % medio del gas naturale estratto che non e' costituito da metano ma da propano, butano, etano, pentano, etc...

Il sito dell'Ecogas contiene molti link a studi sul GPL che sara' il caso di approfondire.

Il sito della
Word LP Gas Association contiene anche il documento: "Where Does LP Gas Come From ?" che fornisce dati precisi sulla produzione mondiale di GPL, in particolare:

"LP Gas is a derivative of two large energy industries: natural gas processing and crude oil refining."
Dunque il GPL e' prodotto dal trattamento del gas naturale e dalla raffinazione del petrolio.

"Worldwide, gas processing is a source of approximately 60% of LP Gas produced."
"Worldwide, crude oil refining is the source for the other roughly 40% of LP Gas supplies although the ratio between gas processing and refining varies among regions."

Quindi qui viene indicato esplicitamente un rapporto tra GPL prodotto da gas naturale e da raffinazione del petrolio di 60 % e 40 %, a livello medio mondiale.

ciao

#2
Nicola Ventura

Nicola Ventura

    Fondatore

  • Amministratore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 8623 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Paderno d'Adda (LC)
Ottimi spunti di discussione! Bravo Toninon!

L'intervista a Nazzarro per me è stata per molti aspetti "illuminante" e lo "sdoganamento" del gpl da brutto anatroccolo a degno protagonista della mobilità ecologica ha inizio proprio grazie a questo approccio di approfondimento tecnico che con ecomotori abbiamo inaugurare.

Circa le fonti di "produzione" del gpl lo stesso cortesissimo Nazzarro, in uno scambio di mail successivo all'intervista, mi suggerì di "...consultare www.aegpl.com per ogni ulteriore informazione sul GPL
Noterete che le fonti "di parte" (cioè proventi dagli operatori GPL) sono ancora più favorevoli nella quota del naturale...
In ogni caso la provenienza di GPL "naturale" è maggioritaria rispetto a quella di raffinazione."


Nico

SEGNALAZIONE PREZZI: Invitiamo tutti a segnalare i prezzi dei distributori direttamente nelle schede degli elenchi => METANO - GPL


=> "Copiarci non è impossibile: è inutile." (cit.) <=


#3
Toninon

Toninon

    Praticante Ecologista

  • Members Plus
  • StellettaStelletta
  • 297 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Roma
Sfruttando il tuo link estrapolo qui i dati citati dal sito dell'AEGPL (European LPG Association)

"LPG has two origins: 66% comes from natural gas directly drawn from the earth, and 34% from crude oil refining. As an associated gas, LPG is automatically generated during production of methane, and during refinery processing."

Nell'Intervista Nazzarro diceva:
"Bisogna poi considerare che oggi solo il 56% del gpl è prodotto dalla raffinazione del petrolio, e che il restante 44% deriva dai gas provenienti da estrazione."
Che sembrerebbe anche prudenziale.

Da notare che la generazione di GPL dall'estrazione di gas naturale e' praticamente obbligata, cioe' la raffinazione del gas naturale implica l'estrazione dei gas utilizzati per il GPL, che se non sfruttati andrebbero dispersi o bruciati.
Tra l'altro come e' noto il gas naturale distribuito, che noi chiamiamo 'metano' e' comunque una miscela di altri gas, sarebbe comunque piu' corretto chiamarlo 'gas naturale, per quanto come visto ha comunque subito un processo di raffinazione.

Evidentemente propano, butano (e pentano, per quanto assolutamente secondario) devono essere tolti dal gas naturale per motivi pratici, forse per l'alta temperatura di condensazione che potrebbe dare problemi quando lo si fa' viaggiare in condutture ad alta pressione, cioe' questi gas diverrebbero liquidi, con i problemi che si possono immaginare. Questa stessa caratteristica di condensare a temperatura ambiente a pressione moderata ne fa' un buon carburante per autotrazione.
L'etano ad esempio non viene estratto dal gas naturale, se non ricordo male il GN di provenienza algerina ne e' particolarmente ricco, per questo motivo il gas algerino e' piu' energetico a parita' di volume (ma meno a parita' di peso).

Tra l'altro la raffinazione del GN segue due strade differenti a seconda della modalita' di trasporto. Quello trasportato via gasdotto e' meno raffinato, quello liquefatto (a -161 gradi) e trasportato via navi metaniere e' raffinato ancora di piu', mi sembra si arrivi ad oltre il 99 % di metano puro.

Evidentemente anche la raffinazione del petrolio implica la produzione di una certa quantita minima di butano e propano, dunque anche in questo caso non utilizzare il GPL significherebbe disperderlo o bruciarlo.
Sempre citando il sito della World LP Gas Association:
"Roughly 3% of a typical barrel of crude oil is refined into LP Gas although as much as 40% of a barrel could be converted into LP Gas."

Quindi circa un minimo del 3 % di petrolio diventa per forza GPL e volendo se ne puo' estrarre fino al 40 %.

ciao




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 members, 0 guests, 0 anonymous users