Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi
Foto

La coperta troppo corta di Giovanni Sartori


  • Per cortesia connettiti per rispondere
24 risposte a questa discussione

#1
Nicola Ventura

Nicola Ventura

    Fondatore

  • Amministratore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 8626 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Paderno d'Adda (LC)
CITAZIONE
La coperta troppo corta

di Giovanni Sartori

La grande carnevalata della Fao si è chiusa il 6 giugno (dopo avere intasato Roma per tre giorni) con la risibile e irresponsabile promessa di vincere la fame nel mondo entro il 2050. Speriamo che prima venga chiusa la Fao. Perché i discorsi seri si fanno altrove: tra poco, il 16 e 17 giugno, al convegno indetto dalla fondazione Aurelio Peccei per celebrare il 40˚anniversario del Club di Roma. Siccome risulta che moltissimi italiani non sanno nemmeno che cosa festeggiano il 2 Giugno, ricorderò che Peccei fu il primo «profeta » della impossibilità di una crescita illimitata del pianeta Terra, così come due secoli fa il bravo abate Malthus fu il primo a intravedere la «bomba demografica ». Oggi Malthus viene molto irriso da chi non lo ha letto. Eppure in principio aveva ragione. Calcolò che mentre la popolazione poteva crescere in progressione geometrica (1, 2, 4, 8), la produzione agricola può solo crescere in progressione aritmetica (1, 2, 3, 4). Ma Malthus non riteneva che questa crescita geometrica della popolazione sarebbe mai avvenuta: lo impediva, appunto, la fame. D'altra parte il suo Saggio sul principio di popolazione usciva nel 1798, prima della rivoluzione industriale. Ed è l'agricoltura meccanizzata, che Malthus non poteva prevedere, che ha rinviato di due secoli la resa dei conti. Ma ora ci siamo.

La preoccupazione di Peccei e del Club di Roma fu diversa: segnalava l'imminente venir meno delle risorse naturali, e segnatamente del petrolio. Si capisce, consumiamo troppo perché siamo in troppi. Ma nel 1972, quando uscì il primo rapporto, I limiti dello sviluppo, la popolazione mondiale era di 3 miliardi e 850 milioni. Vi rendete conto? In meno di quaranta anni si è quasi raddoppiata. Così oggi la preoccupazione primaria diventa quella del riscaldamento della Terra e dell'impazzimento del clima. Riscaldamento perché? Anche se è vero che la Terra ha sempre avuto cicli di glaciazione seguiti da riscaldamenti, una stragrande maggioranza di esperti ritiene che nessun ciclo astronomico possa spiegare la velocità, intensità e frequenza delle nostre variazioni climatiche; e dunque ritiene che il disastro ecologico che ci aspetta sia causato dall'uomo e dal sovraffollamento del nostro pianeta. Non occorre una intelligenza straordinaria per capire che tutti i suddetti fattori — popolazione, esaurimento delle materie prime (e dell'acqua), sconquasso del clima — afferiscono al problema della fame. Ma gli intelligentoni delle Nazioni Unite, della Fao, e anche dei media, preferiscono scoprire, invece, che la colpa è dei biocarburanti che tolgono terreno alla agricoltura alimentare. Ma se senza mangiare si muore, anche senza petrolio si muore. L'agricoltura è meccanizzata, e cioè va a nafta; e così i pescherecci e le navi che trasportano il cibo. Alla fin fine nel nostro mondo tutto richiede energia largamente generata dal petrolio. Scrivevo poco fa che oramai viviamo su una coperta troppo corta che se tirata da una parte lascia scoperta un'altra parte. Con questo giochino non si risolve nulla e si aggravano i problemi.

16 giugno 2008


Incredibile come Sartori abbia straordinariamente ben esposto quello che sostengo da sempre.

Da sempre ripeto che la Fao sia un associazione a delinquere e le troppe ruberie non possono essere più tollerate.
Da sempre (o almeno da quando l'ho incontrato sul mio cammino) sostengo le teorie macroeconomiche di Thomas Malthus con particolare riferimento a quelle enunciate nel "Saggio sul principio della popolazione" e Monica mi è testimone di quanto spesso citi Malthus nelle mie "pericolose" dissertazioni.
Da sempre (o almeno da quando se ne è iniziato a discutere) sostengo che i biocarburanti siano solo una (e verosimilmente la meno rilevante) delle ben più gravi cause che hanno generato la crisi alimentare mondiale ma che fa comodo sparare contro i biocarburanti perchè così il gioco delle ruberie può continuare...

Un grazie di cuore al Prof. Sartori e un invito a tutti voi a leggervi l'articolo.

SEGNALAZIONE PREZZI: Invitiamo tutti a segnalare i prezzi dei distributori direttamente nelle schede degli elenchi => METANO - GPL


=> "Copiarci non è impossibile: è inutile." (cit.) <=


#2
Cicciodonny

Cicciodonny

    Ambientalista

  • Super Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 2099 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Cento (FE)
  • Interests:Viaggi, Computer, Metano, Canto, figlia, moglie etc.etc.
    Il lavoro (quello vecchio) non rientra nella lista, prima del milionesimo posto....
Ti QUOTO in toto,
TRANNE che per il
CITAZIONE
Incredibile come Sartori abbia straordinariamente ben esposto quello che sostengo da sempre.


perchè incredibile e perchè su Sartori????
IO che ogni tanto lo sento su Grillo, ed a volte su Ballarò, mi ha sempre dato la sicurezza delle sua affermazioni, così come la trasparenza dei suoi discorsi, e la certezza della sua intelligenza......
POI, non si può condividere TUTTO di una singola persona, a parte se stessi.... (e a volte forse nemmeno quello)
ed anche Sartori avrò le sue "baggianate" ma nel marasma ItaGliota,
ritengo che se non sia il MENO PEGGIO in ASSOLUTO,
poco ne manca
(almeno come personaggio pubblico, esclusi i presenti e conoscenti)

Quotescion

Chi vol fer i comed so' al vaga a Zent (Cardinal Prospero Lambertini poi Benedetto XIV)
Ei Fù Multipla Bipower
- 370.000 km
New Multipla NP Year 2008 -  50.000 km
NUOVI ISCRITTI: Mi leggi per la 1^ volta?? Allora è gradito un messaggio di presentazione IN QUESTO FORUM


#3
Nicola Ventura

Nicola Ventura

    Fondatore

  • Amministratore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 8626 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Paderno d'Adda (LC)
Sorry... probabilmente ho mal posto la frase.
"L'incredibile" era rivolto a me stesso; al fatto che questi tre aspetti che sostengo con forza abbiano trovato un pregevolissimo riscontro nelle parole del prof. Sartori.

SEGNALAZIONE PREZZI: Invitiamo tutti a segnalare i prezzi dei distributori direttamente nelle schede degli elenchi => METANO - GPL


=> "Copiarci non è impossibile: è inutile." (cit.) <=


#4
Cicciodonny

Cicciodonny

    Ambientalista

  • Super Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 2099 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Cento (FE)
  • Interests:Viaggi, Computer, Metano, Canto, figlia, moglie etc.etc.
    Il lavoro (quello vecchio) non rientra nella lista, prima del milionesimo posto....
Capito....
Hai sbagliato un "come" che doveva essere un "Anche" all'inizio della frase e tutto tornava,
succede.....
("Incredibile anche Sartori ha straordinariamente.....")

PIUTTOSTO,
non conosco il pensiero del MALTHUS, ma se è riassunto nelle TUE e nelle SUE PAROLE,
cerco un libro e me ne faccio una cultura,
MI PARE da ascoltare ed anche bene...

Ricerchescion

Chi vol fer i comed so' al vaga a Zent (Cardinal Prospero Lambertini poi Benedetto XIV)
Ei Fù Multipla Bipower
- 370.000 km
New Multipla NP Year 2008 -  50.000 km
NUOVI ISCRITTI: Mi leggi per la 1^ volta?? Allora è gradito un messaggio di presentazione IN QUESTO FORUM


#5
Sile650

Sile650

    Ambientalista

  • Super Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 4652 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Treviso
Io invece non sono troppo daccordo.
Mi paiono discorsi un po' egoistici: se avete fame è perchè siete in troppi, non stracciate i maroni a noi che vogliamo scorrazzare col biodiesel... wacko.gif

Anche sulla "stragrande maggioranza di esperti" buttato lì a tacciare chi sostiene il contrario resto un po' perplesso: che le macchie solari osservate da Galileo in poi (in questi anni molto attive) abbiano SEMPRE coinciso con brusche variazioni di temperatura (tipo vigneti in Irlanda) è un dato di fatto, con buona pace delle stragrandi maggioranze.

Una volta tanto bisognerebbe anche chiedere conto ai catastrofisti di 'sto benedetto petrolio, che sta sempre per finire, ma qui si fa come quelli che pronosticano la fine del mondo e poi la fine del mondo non arriva.
Avevo già citato in un altro post come i prezzi dell'oro nero siano saliti del 250% rispetto a quando è iniziata l'impennata, ma il consumo è aumentato nello stesso periodo solo del 6%.

Per quanto riguarda la carnevalata della FAO invece approvo. La chiudessero ci eviteremmo lo spettacolo di massacratori e dittatorucoli a pontificare mangiando tartine da noi pagate.
Se leggi, sono a metano...

#6
Pha79

Pha79

    Ambientalista

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 1985 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Provincia di Milano
Mi sono piaciute moltissimo le considerazioni di Mario Tozzi, il geologo che cunduce il programma GAIA, che sono anche
più allarmanti, perchè semplicemente poneva il problema di cosa succederà quando anche gli indiani e i cinesi guideranno tutti
la macchina, avranno tutti il frigorifero la televisione, il climatizzatore ecc..?
Se ci portiamo tutti allo stile di vita delle tribù africane riusciamo ad aumentare ancora un pochino, se invece mettiamo
lo standard di vita al nostro livello (per non parlare di quello americano) siamo già ben oltre il carico che la terra può sopportare.
Fehler In Allen Teilen

www.ilRasoio.com

#7
Gigione

Gigione

    Praticante Ecologista

  • Members Plus
  • StellettaStelletta
  • 298 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Roma (Aurelio)
Io sono preoccupato moltissimo per il mondo che lascerò ai figli, ai nipoti, perchè verosimilmente quanto ancora potrò campare?, 20 o 30 anni, ma mia figlia, che ora ha 23 anni, e i suoi figli e così via, che mondo troveranno?
A queste preoccupazioni diciamo così ambientali, vorrei anche aggiungere un'altra grave preoccupazione, che sta sempre li dietro la porta, ed è quella della guerra totale, atomica, batteriologica, chiamiamola come vogliamo...............
Vi invito a cercare su internet usando le parole "John Titor", tanto per capire di cosa parlo sarebbe il sedicente uomo venuto dal futuro (2036) che asserisce che nel 2015 che per lui è passato da 20 anni ci sarà una guerra atomica scatenata dai russi con 3 miliardi di morti..............
Ciao, vi butto li un altro paio di palindromi:
E' Corta E Non E' Sadica E Non E' Acida Se Non E' Atroce
I Cani Pseudonani Minano Due Spinaci

#8
Pha79

Pha79

    Ambientalista

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 1985 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Provincia di Milano
Perdonami Gigione ma secondo me la storia di John Titor è una baggianata infinita, però condivido in pieno con te i timori
per il futuro, e non posso non pensare a una celebre frase di Einstein, quando un giornalista gli ha chiesto con cosa si sarebbe
combattuta la III guerra mondiale se con armi atomiche o ancora più potenti lui ha risposto la III non so, ma la IV sicuramente con le pietre!
Fehler In Allen Teilen

www.ilRasoio.com

#9
Gigione

Gigione

    Praticante Ecologista

  • Members Plus
  • StellettaStelletta
  • 298 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Roma (Aurelio)
Con tutta probabilità la storia di Titor è una "sola" ma le preoccupazioni sono invece vere e le probabilità di una guerra dei poveri contro i ricchi crescono sempre di più per le aumentate "voglie" di tante nazioni che fin'ora si erano "accontentate" delle briciole e della inamovibile determinazione delle nazioni che fino ad oggi hanno banchettato di continuare a farlo, Perciò non vorrei che il "John Titor", che peraltro qualcuna delle cose che avrebbe "predetto" l'ha pure azzeccata, non fosse che un "facile profeta" nel senso che da molti indizi che già da tempo si scorgono è facile prevedere un qualche sconvolgimento globale, qualcosa del genere: "la faglia di S. Francisco si sa che prima o poi collasserà e mezza California scivolerà nel mare, l'unica è che non si sa quando"
Ciao, vi butto li un altro paio di palindromi:
E' Corta E Non E' Sadica E Non E' Acida Se Non E' Atroce
I Cani Pseudonani Minano Due Spinaci

#10
guba

guba

    Praticante Ecologista

  • Members Plus
  • StellettaStelletta
  • 431 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:S. Giorgio di Piano (BO)
CITAZIONE(Sile650 @ Jun 17 2008, 07:35 AM) <{POST_SNAPBACK}>
Io invece non sono troppo daccordo.
Mi paiono discorsi un po' egoistici: se avete fame è perchè siete in troppi, non stracciate i maroni a noi che vogliamo scorrazzare col biodiesel... wacko.gif


Discorso complesso...
Vorrei dire solo un paio di cose: l'essere "in tanti", magari non sarà davvero la radice delle cose, ma di sicuro non aiuta e in questo, nei paesi poveri, la politica sostenuta dal vaticano contro il controllo delle nascite, trovo sia un atto "criminale".

Sui bio-carburanti io sono convinto che ci prendano per il culo.
Sono certo che sull'andamento dei prezzi delle materie prime alimentari può molto più il broker di una potente finanziaria, che non la destinazione a carburante di un milione di ettari di terrreni coltivabili.
Che si cominci a bloccare le speculazioni, che si mettano al bando i "derivati" su questo tipo di materie...
E poi vediamo come va.
Certo non che sia tutto lì, il problema, però...
Ciao
Guba
"Sono nervoso come un gatto coda-lunga in una stanza piena di sedie a dondolo..."
Zafira A EcoM giunta al traguardo dei 318.000 ECO-KM! (71.000 dal rifacimento testata)

#11
Orobico

Orobico

    Praticante Ecologista

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 124 messaggi
  • Location:Leffe
W il Bioetanolo sempre (meglio, molto meglio, se ricavato dagli scarti di lavorazione)

Ciao smile.gif smile.gif smile.gif
Già Metano72  Touran EcoFuel 20Km con 1€

#12
Tartufo

Tartufo

    Praticante Ecologista

  • Members Plus
  • StellettaStelletta
  • 473 messaggi
  • Gender:Male
Pensiero personale,
francamente su tutte queste cose, FAO, petrolio etc etc l'unico Dio riconosciuto è l'affare economico, se nessuno guadagna nessuna ha interessi
PNP "Km 255.000"

#13
Guest_alessandro75_*

Guest_alessandro75_*
  • Guests
sante parole

#14
Maxnard

Maxnard

    Ambientalista

  • Members Plus
  • StellettaStellettaStelletta
  • 680 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Pavia
CITAZIONE(guba @ Jun 17 2008, 11:44 AM) <{POST_SNAPBACK}>
Discorso complesso...
Vorrei dire solo un paio di cose: l'essere "in tanti", magari non sarà davvero la radice delle cose, ma di sicuro non aiuta e in questo, nei paesi poveri, la politica sostenuta dal vaticano contro il controllo delle nascite, trovo sia un atto "criminale".

Sui bio-carburanti io sono convinto che ci prendano per il culo.
Sono certo che sull'andamento dei prezzi delle materie prime alimentari può molto più il broker di una potente finanziaria, che non la destinazione a carburante di un milione di ettari di terrreni coltivabili.
Che si cominci a bloccare le speculazioni, che si mettano al bando i "derivati" su questo tipo di materie...
E poi vediamo come va.
Certo non che sia tutto lì, il problema, però...
Ciao
Guba

Sono d'accordissimo. Su tutto!
Aggiungo una cosa sulla quale pochi stanno riflettendo.
L'OPEC produce il 40% del petrolio attualmente in commercio, nonostante controlli l'80% dei giacimenti mondiali. La produzione attuale è però sufficiente per il fabbisogno energetico mondiale: qual'è il punto? Che l'attuale aumento spropositato del "barile" è giustificato solo dalle speculazioni delle compagnie petrolifere, mentre i Paesi Arabi coi soldi ricavati dal greggio hanno comperato tutte le maggiori banche americane, le quali investono indovinate un po'? In petrolio! Circolo vizioso? Si, ed anche molto pericoloso, economicamente e politicamente.

Le fonti energetiche devono essere sinergiche ed alternative, possibilmente non inquinanti ed a basso impatto sociale: eolico, solare, idrogeno...e se proprio proprio non se ne può fare a meno, anche biocarburanti...ma proprio proprio in ultimissima istanza!!!!
Sono nel tunnel da talmente tanto...che comincio a pensare di arredarlo!

#15
Pha79

Pha79

    Ambientalista

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 1985 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Provincia di Milano
max io porterei alla luce un'altro fatto riguardante il petrolio, non è il prezzo del petrolio che è andato alle stelle.
è il dollaro che sta diventando carta straccia, se il prezzo lo guardi in € i prezzi non sono morto diversi
dai 50€/barile circa del 2001 (30$/barile) oggi 140$/barile circa 87€/Barile altro che robin hood tax
qui per certa gente ci vuole di nuovo la ghigliottina smile.gif
e anche la storia del grano che costa di più per colpa delle coltivazioni da biocarburanti è una balla bella e buona
il fatto destabilizzante è stato il passaggio della cina, una volta regina dell'export, a regina dell'import, questo ha
creato carenza sui mercati e dato la possibilità agli speculatori di arricchirsi.
Ma purtroppo i telegiornali e i giornali anche specialistici del settore, sono troppo impegnati a discutere delle pantofole
di Briatore, al clima impazzito, al nuovo amore della subrettina per dedicare spazio a queste cose
Fehler In Allen Teilen

www.ilRasoio.com

#16
Maxnard

Maxnard

    Ambientalista

  • Members Plus
  • StellettaStellettaStelletta
  • 680 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Pavia
Il passaggio da 30 a 87 euro al barile non è giustificato da nulla, comunque! Men che meno l'aumento spropositato dei carburanti, gasolio in primis.

I biocarburanti sono IN PARTE responsabili dell'aumento del prezzo di molti alimenti primari, non solo il grano, e di certo non la causa maggiore, tutt'altro. Però aggiungo: per adesso che la produzione è quella che è! E se la cosa prende piede?
La mia opinione è sempre la stessa: usare il cibo come carburante è sbagliato per principio.

La cosiddetta Robin Tax interessa chi in questi anni di crisi ha ottenuto comunque guadagni favolosi, segnatamente: le banche (anche attraverso mutui e prestiti), e i petrolieri (grazie alle speculazioni, quasi sempre ingiustificate, su benzina e diesel). Comunque non c'entra nulla col discorso, se vuoi ne apriamo un altro, ma ti dico subito che mi sembra un ottimo modo di "fare cassa".
Sono nel tunnel da talmente tanto...che comincio a pensare di arredarlo!

#17
Sile650

Sile650

    Ambientalista

  • Super Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 4652 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Treviso
Ocio a considerare il dollaro carta straccia, che Bernanke non è scemo.
Se leggi, sono a metano...

#18
Cicciodonny

Cicciodonny

    Ambientalista

  • Super Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 2099 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Cento (FE)
  • Interests:Viaggi, Computer, Metano, Canto, figlia, moglie etc.etc.
    Il lavoro (quello vecchio) non rientra nella lista, prima del milionesimo posto....
CITAZIONE(Sile650)
Io invece non sono troppo daccordo.
Mi paiono discorsi un po' egoistici: se avete fame è perchè siete in troppi, non stracciate i maroni a noi che vogliamo scorrazzare col biodiesel... wacko.gif

........omissis



EHM,
qui non sono d'accordo io.....
SE abbiamo ed AVEVANO FAME, i paesi sottosviluppati, E/ERA solo perchè il 10-20 % della popolazione mondiale MANGIA e vive con le risorse del 70-80% del pianeta.....
e lascia il 70-80% della popolazione con il 10-20% CIRCA.....
POI, può essere un discorso populista, Comunista, Maoista, Leninista o come cappero ti pare, ma E' INNEGABILE E VERO.....

PROBABILMENTE NOI ricchi ci siamo resi conto che Cina, ed India ed emergenti vari,
DIVENTERANNO i futuri padroni e ciò non ci piace, ma credo che possiamo poco su questo.....

Parere personale, of course....

Opinionescion

Chi vol fer i comed so' al vaga a Zent (Cardinal Prospero Lambertini poi Benedetto XIV)
Ei Fù Multipla Bipower
- 370.000 km
New Multipla NP Year 2008 -  50.000 km
NUOVI ISCRITTI: Mi leggi per la 1^ volta?? Allora è gradito un messaggio di presentazione IN QUESTO FORUM


#19
Sile650

Sile650

    Ambientalista

  • Super Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 4652 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Treviso
Non nego quanto dici tu, Ciccio... ma il discorso dei biocarburanti è figlio del problema da te citato: noi ci cucchiamo l'80% o quel che l'è delle risorse non solo per mangiarcele, ma pure per buttarle dentro il serbatoio.
Quel che è peggio è che lo facciamo pur avendo a disposizione delle alternative per muoverci, tutti contenti "che siamo ecologgici", calda e piacevole sensazione di benessere tipica di quando ce la si fa addosso.
Se leggi, sono a metano...

#20
Pha79

Pha79

    Ambientalista

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 1985 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Provincia di Milano
CITAZIONE(Sile650 @ Jun 17 2008, 11:13 PM) <{POST_SNAPBACK}>
Ocio a considerare il dollaro carta straccia, che Bernanke non è scemo.


Sile l'incredibile svalutazione del dollaro è innegabile, non credo di comprenderne tutte le cause, però
non posso fare a meno di ricordare che poco dopo l'arrivo dell'euro, ci volevano 0.65$ per comprare 1€
oggi ci vogliono 1.50/1.60$ per comprare 1€
quindi ragionevolmente sono indotto a pensare che l'aumento dei costi del petrolio misurati in $/barile
siano dovuti più alla forte svalutazione del $ che a particolari condizioni di "scarsità"
e soprattutto sono convinto che i vari petrolieri abbiano "girato" anche sui nostri conti la svalutazione del $
anche se da noi incassano € buoni!

Poi per tutto il resto ha ragione in pieno ciccio! infatti come diceva anche mario tozzi, se distribuissimo equamente le risorse (cibo acqua potabile ecc...) a tutti gli abitanti della terra, saremmo messi poco meglio
degli abitanti del congo.
se consideriamo che solo il 4% dell'acqua mondiale è potabile, e in tutt'europa la usiamo per tirare lo sciacquone! prima di pensare ai bio carburanti, petrolio & c, dovremmo fare 4 conti con questa realtà.
Fehler In Allen Teilen

www.ilRasoio.com




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 members, 0 guests, 0 anonymous users