Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi
Foto

Nucleare


  • Per cortesia connettiti per rispondere
265 risposte a questa discussione

#61
Sile650

Sile650

    Ambientalista

  • Super Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 4652 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Treviso
CITAZIONE(guba @ Mar 9 2009, 10:54 AM) <{POST_SNAPBACK}>
Sulle nuove centrali, ho già avuto modo di dire cosa penso del nucleare e non voglio ripetermi.
Dico invece che non mi piace in generale l'idea di "nuove centrali" aggiuntive, a uranio, gas, carbone, scorregge che siano. Bisogna cavalcare il progresso tecnologico per impiegare meglio l'energia che c'è: riduzione dei fabbisogni ed aumento dell'efficienza del ciclo produzione-trasporto dell'energia.
Ciao
Guba


E l'auto elettrica con cosa la carichiamo?
Se all'improvviso tutti si comprassero la Chevy Volt altro che 4 centrali nucleari in più! (Alla faccia del led del videoregistratore)

CITAZIONE(cpaolo67 @ Mar 9 2009, 12:42 PM) <{POST_SNAPBACK}>
A me son queste notizie che gelano il sangue pensando al nucleare!!! Ci sono persone che davvero venderebbero la proopria madre per soldi e per soldi quindi se ne fregano di inquinare e commettono porcherie a più finire con i rifiuti!!! Però per ora le cose si riducono a gravità "relative"... proviamo a pensare se ci fossero in ballo scorie radioattive!!!!


Proprio l'elevata radioattività (e la quantità limitata e monitorabile delle scorie -ricordiamo che dalle stesse si può ricavare la bomba atomica- ) un pochino salva, nel senso che il primo a restare stecchito sarebbe il mafioso di turno. Discorso diverso invece per la grandissima quantità di scorie a bassa radioattività (tipo i rifiuti ospedalieri) sulle quali già adesso ogni tanto salta fuori la notizia di qualche discarica abusiva.

CITAZIONE(lor.87 @ Mar 9 2009, 01:27 PM) <{POST_SNAPBACK}>
Col nepotismo che c'è in Italia, con le mafie che controllano già i rifiuti tradizionali, non vedo perchè dovrei star più tranquillo con una centrale nucleare


Chi l'ha detto che dovresti stare più tranquillo?
Semplicemente non devi avere più paura di quanta tu ne abbia adesso. Se la mafia ed i nepotisti sono come dici tu in grado di metterti sotto casa le scorie delle centrali italiane di domani perchè mai dovrebbero aver problemi a portarti quelle prodotte in Francia oggi? rolleyes.gif
Se leggi, sono a metano...

#62
lor.87

lor.87

    Ambientalista

  • Members Plus
  • StellettaStellettaStelletta
  • 1045 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:bologna e senigallia
CITAZIONE
Se la mafia ed i nepotisti sono come dici tu in grado di metterti sotto casa le scorie delle centrali italiane di domani perchè mai dovrebbero aver problemi a portarti quelle prodotte in Francia oggi? rolleyes.gif

Anche questo è vero.

#63
Cicciodonny

Cicciodonny

    Ambientalista

  • Super Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 2099 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Cento (FE)
  • Interests:Viaggi, Computer, Metano, Canto, figlia, moglie etc.etc.
    Il lavoro (quello vecchio) non rientra nella lista, prima del milionesimo posto....
CITAZIONE(Sile650)
E l'auto elettrica con cosa la carichiamo?
Se all'improvviso tutti si comprassero la Chevy Volt altro che 4 centrali nucleari in più! (Alla faccia del led del videoregistratore)

...omissis....


EHM, DIPENDE QUANDO la vuoi caricare......
Se la vuoi caricare di NOTTE, scopriresti che le Centrali nucleari in Francia e Slovenia FUNZIONANO DI BRUTTO, ERGO buttiamo via adesso un MARE di corrente, che QUASI nessuno usa......

Se la carichi di GIORNO e farsi un pannello fotovoltaico????CO2 diretta =ZERO
D'accordo che così ci vuole un pacco di scorta, ma si sta pensando proprio a questo, pacchi NORMALIZZATI per auto, che lasci al "distributore" e ritiri quello CARICO.....LUI poi penserà a ricaricarlo.....

D'altro canto TI E VI RENDO NOTO, che alla fiera di Milano degli scorsi anni, sul settore "rinnovabili" c'era uno studio Americano se non erro, che AFFERMAVA che il SOLE emette sulla terra in un giorno l'equivalente di 150.000 VOLTE l'energia prodotta sulla TERRA sempre in quel giorno,
e quindi in secolae seculorum
se fosse VERO (come lo ritengo tale) che mi interessa se il rendimento dei pannelli photo è del 7-8-10-15%????

POI qualche messaggio fa', esponevi che il SOLE di notte non c'è sulla NOSTRA FACCIA, ma dimentichi che è vero perchè siamo girati, e FARE in MODO che GLI SCUDI STELLARI anzichè un ARMA, diventino un riflettente per centrali SOLARI nei deserti, PARE COSI' BRUTTO?????
QUANDO il petrolio ed il Gas Naturale saranno finiti, anche se COSTASSE uno sproposito, sempre meglio che al buio ed al freddo, NO????

Per ultimo una considerazione indiretta sul nucleare.....
20 e passa anni addietro, si presento a Cento un tal Antonino Zichichi, professore e FISICO di fama mondiale, che tenne una relazione alla Fondazione Cassa di Risparmio della mia città.....
Il suo discorso fu ripreso dal giornale locale, e spiegava IL/UN possibile FUTURO dell'energia, e recitava più o meno così...... (passatemi se sbaglio di 10-100-1000 volte il PRIMO ESEMPIO, ma non è importante)

' Se voi prendete una catasta di LEGNA di 1.000.000 di TONNELLATE e la bruciate, otterrete TANTA ENERGIA, e scarto, cioè cenere, calore, fumo, ma ci saranno SOLO 3 grammi di materia che si annichileranno
(spariranno) mentre il resto lo troverete nelle forme descritte.
POI prendete 3.000 kg di uranio e fatene una reazione di fissione controllata (centrale nucleare) otterrete forse un po' più ENERGIA, ed avrete scarti, radioattività (alfa beta e gamma), calore e quant'altro e SEMPRE i soliti 3 grammi di uranio spariranno dalla massa globale dopo la trasformazione.
Terzo esempio, prendete 3 kg di IDROGENO e fate la FUSIONE nucleare come il sole ed otterrete SEMPRE la stessa energia (circa) ed anche qui spariranno solo 3 grammi di idrogeno, mentre trovereste i residui (forse non tanti visto il calore).
ULTIMO esempio, prendete 1.5 GRAMMI di materia del nostro universo, ed avvicinatela ad 1,5 GRAMMI di ANTIMATERIA (questa è un po' più difficile da ottenere) si produrrà ancora più energia degli altri casi, ma i 3 grammi SPARIRANNO completamente e si realizzerà la famosa equazione di Einstein E=MC2,
peccato che IO non lo potro' vedere.....'


Se leggete bene, SIAMO SOLO al SECONDO GRADINO della spiegazione dell'energia, ce ne mancano 2, e si aprirebbero scenari INIMMAGINABILI..... MA FORSE non si riescono a fare BENE e SENZ DANNI sulla Terra, ci vorrà il COSMO.....

ED in OGNI CASO GIA' nel terzo non ci sono emissioni LETALI per NOI, SOLO un calore inimmaginabile (pensate che il SOLE lo vediamo 7-8 minuti di ritardo, ERGO è a 150.000.000 di km di distanza da NOI e che CALDO che fà.....)

Fine OTESCION , SOLARESCION...

Chi vol fer i comed so' al vaga a Zent (Cardinal Prospero Lambertini poi Benedetto XIV)
Ei Fù Multipla Bipower
- 370.000 km
New Multipla NP Year 2008 -  50.000 km
NUOVI ISCRITTI: Mi leggi per la 1^ volta?? Allora è gradito un messaggio di presentazione IN QUESTO FORUM


#64
Toninon

Toninon

    Praticante Ecologista

  • Members Plus
  • StellettaStelletta
  • 297 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Roma
Mi riaggancio ad alcune delle questioni che sono state sollevate.

  • Lo squilibrio energetico italiano.
E' vero che annualmente importiamo circa 45.000 GWh di energia, soprattutto da Francia e Svizzera (in buona parte di provenienza francese), ma anche Slovenia e Grecia.

Pero' lo facciamo per ragioni economiche, cioe' in Italia c'e' una potenza installata sufficiente per far fronte a tutte le esigenze, ma spesso l'energia di provenienza francese e' piu' economica, per cui invece di produrla ad alto costo in Italia ci conviene importarla.

L'importazione avviene spesso di notte, a bassissimo costo, l'energia viene parcheggiata in centrali idroelettriche di pompaggio, cioe' centrali idroelettriche in cui c'e' un bacino piu' in alto ed uno piu' in basso, le centrali sono dotate di pompe per mandare l'acqua in alto quano l'energia costa poco e turbine per generare energia facendo scendere l'acqua quando l'energia costa tanto, il rendimento complessivo e' circa del 77 %.

In questo modo compriamo energia economica di fonte nucleare la notte e la sfruttiamo di giorno quando il prezzo dell'energia e' molto piu' alto. In effetti sfruttiamo una debolezza del sistema energetico francese, nucleare all' 80 %, per cui le centrali nucleari non possono fermarsi di notte ma devono continuare a produrre, anche quando la richiesta di energia e' bassa.

Il costo di questa energia e' difficile da valutare, visto i giri che si fanno, considerando 0.05 c/kWh sarebbe di circa 2250 milioni di euro, un costo vicino a quello di una centrale nucleare da 1 GW (solo la costruzione).

C'e' da dire che l'energia nucleare prodotta da una centrale e' valutata in molti modi e purtroppo molti studi danno risposte tutte diverse, uno studio del MIT da' 0.067 c/kWh, uno studio dell'UK Energy review di 0.057 c/kWh, ma ce ne sono decine di questi studi. Questo considerando tutti i costi di una centrale ed un periodo di produzione di 40 anni.
Dunque si potrebbe anche opinare che questi acquisti non siano proprio cosi' assurdi, ci prendiamo l'energia ma senza i fastidi.

D'altra parte se si costruissero nuove centrali, non necessariamente nucleari, il prezzo della produzione calerebbe, ma probabilmente continuerebbe ad essere conveniente acquistare un po' di energia dalla Francia.

  • L'industria nucleare.
La costruzione di nuove centrali nucleari e' praticamente ferma in Europa da molti anni, quello che e' accaduto in Italia e' accaduto in modo simile negli altri paesi, con la differenza che molti avevano gia' parecchie centrali, comunque attualmente in costruzione c'e' ne una in Finlandia ad Olkiluoto ed una in Francia.

Negli USA non si costruiscono nuove centrali dal 1979, negli ultimi anni il governo aveva previsto incentivi alla loro costruzione ma sembra che il nuovo governo non sia intenzionato a portarli avanti. Obama non si e' mai detto contrario per principio alle centrali nucleari ma non sembra abbia intenzione i spingere la loro costruzione.

In Inghilterra Blair poco prima di lasciare aveva dichiarato che l'Inghilterra voleva rientrare nel nucleare, il loro programma prevedeva 8 anni di prestudio e 6 per la costruzione, non e' affatto sicuro se andranno avanti.

La Cina, l'India, la Russia stanno costruendo molte centrali, quelle cinesi di un tipo un po' obsoleto.
Sulle centrali nucleari ho capito che sono un investimento a lungo termine, in molti sensi.
Costruire una centrale in teoria necessita di 4-5 anni, pero' quasi sempre nel passato e nel presente si sono sforati costi e tempi.
La centrale per rientrare dei costi iniziali della sua costruzione deve produrre per molti anni, attualmente si prevedono 40 anni ma alcuni modelli potrebbero arrivare a 60 anni.
La procedura di dismissione di una centrale e' lunghissima, si e' orientati a lasciarla ferma per un 60 anni per far spegnere le parti radioattive piu' veloci, in seguito si dovrebbe provvedere a smantellare la centrale, comprese le parti ad altissimo tempo di radioattivita' (millenni).

Dunque una centrale nucleare e' per sempre o quasi, una volta accesa bisogna tenersela per un centinaio d'anni.

Nessuno sa' dire esattamente quanto costa dismettere una centrale per il semplice motivo che sono poche quelle che sono arrivate alla fine del ciclo produttivo e sembra nessuna sia stata ancora completamente dismessa. Sembra che il costo stimato sia 1/3 del costo di costruzione ma sono stime.

Il vantaggio e' che il costo della produzione dell'energia e' poco dipendente dal costo del carburante, a differenza di quelle a combustibili fossili, per cui il prezzo dell'energia prodotta e' abbastanza stabile, cioe' risente poco dalle variazioni di prezzo dell'uranio, d'altra parte il costo principale del combustibile nucleare non e' il materiale grezzo ma il processo di arricchimento.

Faccio notare che perche' una centrale nucleare abbia senso e' necessario che si sia disposti ad usarla per 40 anni.
Ora se dopo 20 anni di funzionamento l'energia nucleare non fosse piu' conveniente, dal punto di vista puramente economico o economico / ambientale, magari perche' sono disponibili centrali di quarta generazione oppure perche' le fonti rinnovabili sono ormai competitive, il costo dell'energia nucleare prodotta deve essere ricalcolato in base ai 20 anni di vita e potrebbe risultare che non era conveniente.

Con tutto questo attualmente il costo dell'energia nucleare e' paragonabile a quello delle centrali CGCC, cioe' a gas a ciclo combinato. Poi naturalmente il prezzo dell'energia da gas dipende dalle variazioni di prezzo per cui anche qui e' difficile fare previsioni a lunga scadenza.

L'argomento e' complesso, io ho solo introdotto alcuni degli argomenti, d'altra parte questi argomenti dovremo sorbirceli per almeno un decennio, per cui capirci qualcosa secondo me non e' tempo perso.

ciao

#65
lor.87

lor.87

    Ambientalista

  • Members Plus
  • StellettaStellettaStelletta
  • 1045 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:bologna e senigallia
CITAZIONE
La costruzione di nuove centrali nucleari e' praticamente ferma in Europa da molti anni, quello che e' accaduto in Italia e' accaduto in modo simile negli altri paesi, con la differenza che molti avevano gia' parecchie centrali, comunque attualmente in costruzione c'e' ne una in Finlandia ad Olkiluoto ed una in Francia.


Quella finlandese ha già superato i tempi di costruzione previsti

http://www.rainews24...p?NewsId=109221

#66
Toninon

Toninon

    Praticante Ecologista

  • Members Plus
  • StellettaStelletta
  • 297 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Roma
CITAZIONE(lor.87 @ Mar 15 2009, 11:11 PM) <{POST_SNAPBACK}>
Quella finlandese ha già superato i tempi di costruzione previsti

http://www.rainews24...p?NewsId=109221

Si e' un caso da manuale, in realta' le centrali nucleari hanno sempre accumulato ritardi sia nei costi che nei tempi di costruzione.
In teoria la tecnologia dovrebbe essere matura dopo 60 anni, ma sembra non sia cosi'. Probabilmente l'escalation della sicurezza ha pesato. Per lo stesso motivo c'e' stata una continua evoluzione nelle centrali installate che rende piu' difficile la costruzione, vanificando in parte l'esperienza precedente.
Inoltre si aggiunge il lungo periodo di stasi, che dura tuttora, nella costruzione di centrali, che fa' sfumare l'esperienza precedente.

Il motivo principale per cui la costruzione di centrali nucleari si e' fermata e' dovuto alla liberalizzazione della produzione. Cioe' si suppone che le aziende si sobbarchino il rischio della costruzione, senza cercare di scaricarlo sui consumatori. Cio' ha fatto fuggire gli investitori dalle centrali nucleari.
Non a caso le centrali nucleari attualmente si costruiscono soprattutto dove c'e' scarsa democrazia, Cina, Russia (dell'India non so' dire, ma e' comunque un paese ancora in via di sviluppo).

Per la centrale di Olkiluoto la societa' elettrica Finlandese TVO aveva firmato un contratto 'chiavi in mano' in cui il prezzo era fissato una volta per tutte e c'erano pesanti penali in caso di ritardi, tipo lo 0.2 % del costo totale per ogni settimana di ritardo. Il problema e' che c'era un massimale di penale di 300 milioni di euro che e' stato rapidamente raggiunto e superato alla grande. Adesso il costruttore vorrebbe rifarsi sul committente in qualche modo.
L'altra centrale europea in costruzione, quella di Flamanville in Francia e' dello stesso tipo di quella di Olkiluoto. Dopo l'esperienza finlandese i francesi hanno aumentato del 10 % (date le diverse condizioni di fornitura, anche di piu') i costi previsti, aumentando di 6 mesi i tempi di consegna, sempre previsti.
Da notare che anche in Francia da un ventennio non si costruiscono centrali nucleari.

ciao

#67
Ciritto

Ciritto

    Ecocompatibile

  • Members
  • Stelletta
  • 3 messaggi
CITAZIONE(mito1960 @ Aug 10 2009, 05:29 PM) <{POST_SNAPBACK}>
occhio che quando ci sono passato io Provenza (Aix)... segnalavano un distributore, ma è chiuso!
e credo che o programmi il viaggio a seconda dei pochi distributori, o viaggi a "essence" o benzina.

studia qua!
http://maps.google.i...&....882813&z=5

I nuclearisti francesi fanno gli ecologisti così, senza di noi metanisti!
banned.gif

Già! Noi non vogliamo il nucleare, però acquistiamo l'energia elettrica, per l'appunto, dai "nuclearisti" francesi e svizzeri, che hanno le LORO centrali sui NOSTRI confini.
Ergo, paghiamo il doppio l'energia che potremmo produrre anche noi, illudendoci che gli effetti catastrofici di un eventuale disastro ecologico NON VALICHI i NOSTRI CONFINI 44.gif
Meditate gente! Meditate!

#68
gsani

gsani

    Ambientalista

  • Members Plus
  • StellettaStellettaStelletta
  • 774 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Verona
CITAZIONE(Ciritto @ Aug 12 2009, 10:49 AM) <{POST_SNAPBACK}>
Già! Noi non vogliamo il nucleare, però acquistiamo l'energia elettrica, per l'appunto, dai "nuclearisti" francesi e svizzeri, che hanno le LORO centrali sui NOSTRI confini.
Ergo, paghiamo il doppio l'energia che potremmo produrre anche noi, illudendoci che gli effetti catastrofici di un eventuale disastro ecologico NON VALICHI i NOSTRI CONFINI 44.gif
Meditate gente! Meditate!


Come non darti ragione !!!
"Metà del mio denaro l'ho speso in donne, champagne, automobili, moto e aerei...il resto l'ho solo sprecato!!!" (gsani)
“Una volta che hai conosciuto il volo, camminerai sulla terra con gli occhi rivolti sempre in alto, perché là sei stato, e là sogni tornare”. (Leonardo Da Vinci, mica bau bau micio micio)

#69
Ciritto

Ciritto

    Ecocompatibile

  • Members
  • Stelletta
  • 3 messaggi
E' vero che certa Fantascienza si è dimostrata essere una previsione del Futuro (vedi Giuglio Verne), ma quella di usare l'Antimateria (Buchi Neri) (vedi esperimenti nel Laboratorio nella galleria sotto il Gran Sasso) la ritengo utopistica, se non PERICOLOSA, se è vero che nei Buchi Neri SPARISCE qualunque cosa, materiale o immateriale, (per esempio la luce) si trovasse alla sua portata.

Una energia Pulita, anche se, per il momento, abbastanza costosa, sarebbe quella ricavata con l'uso dell'idrogeno, oppure ancor meglio, quella Eolica.

Quello che NON CAPISCO è come individui, che si autodefiniscono ambientalisti, banned.gif abbiano da ridire sull'energia EOLICA che è in assoluto l'energia più pulita che si possa Realmente ottenere, (non ha scarti di alcun tipo e non richiede batterie di accumulo) accampando pretestuose (chissà per quale recondito scopo) sragioni di deturpazione ambientale 44.gif , ridicolo e risibile argomentazione.

Alla stessa guisa, anche i mulini a vento Olandesi deturperebbero l'ambiente.

#70
mito1960

mito1960

    Ambientalista

  • Members Plus
  • StellettaStellettaStelletta
  • 793 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Susegana (TV), loc Ponte Priula
  • Interests:lottare contro la disinformazione: viviamo in regime di monopoli!
    Quindi viaggiare ecologico, EV o a METANO, il carburante più ecologico, economico e conveniente per tutti!
    Ciao
CITAZIONE(Ciritto @ Aug 12 2009, 10:49 AM) <{POST_SNAPBACK}>
Meditate gente! Meditate!


Però adesso non credo più a questi annunci ad effetto....

posto un articolo di M. Cedolin
LA LITANIA DELLE CENTRALI NUCLEARI

Marco Cedolin

Le scarse capacità, l’assoluta impreparazione e la ridotta lungimiranza della classe dirigente di un Paese, spesso si evincono dalla visione miope che essa ha riguardo alle dinamiche dei problemi esistenti e dei metodi che occorre mettere in atto per ottenere delle soluzioni.

L’armata Brancaleone tanto telegenica quanto priva di competenza “messa in campo” da Berlusconi, si manifesta in perfetta sintonia con gli “assistiti” di Confindustria sempre pronti a fare libero mercato tramite le sovvenzioni statali e la grande finanza di rapina che nel cemento sguazza da sempre a meraviglia.

Qualunque persona dotata di buon senso e in possesso di un minimo di competenza non faticherebbe a comprendere che per fare fronte (nel caso si avesse intenzione di provarci) al problema del progressivo esaurimento delle fonti fossili e del rapido deterioramento della biosfera determinato dall’attività umana, esiste una sola strada percorribile con qualche possibilità di successo, e si tratta di una strada da percorrere in “bicicletta” con tecnologie sofisticate ed a basso impatto, non certo a bordo di una betoniera, magari riesumando dal proprio sarcofago fantasmi anacronistici, tanto inutili quanto devastanti, come le centrali nucleari.

Diminuzione dei consumi energetici, con l’eliminazione di quelli superflui, riduzione delle enormi inefficienze esistenti nel sistema di distribuzione dell’energia e autoproduzione energetica locale per mezzo delle fonti rinnovabili (solare ed eolico su tutte) che vengano consumate e scambiate localmente, fruendo di una rete di distribuzione a maglie strette totalmente differente da quella esistente oggi, sono alcune delle possibilità più concrete praticabili con successo fin da subito anche in Italia.

Il ministro dello Sviluppo economico Claudio Scajola, dietro al cui operato si colloca un ampio ventaglio d’interessi economici, sta dimostrando di non avere né il buon senso né la competenza per aspirare ad essere credibile quando parla di energia, ma in compenso possiede sia la carica istituzionale che l’attenzione mediatica necessarie per veicolare in Italia ed all’estero un messaggio delirante e privo di costrutto.

All’indomani della chiusura del G8 sull’energia Scajola ha infatti affermato che il nucleare sarebbe "imprescindibile per avere energia rinnovabile e per salvaguardare l’ambiente", chiedendo a Russia, Francia e Stati Uniti la disponibilità a sostenere il ritorno delle centrali nucleari in Italia e assicurando il ritorno all’atomo nel nostro Paese entro tempi brevi.

Pur essendomi oscuri i motivi di tanto ottimismo, credo andrebbe ricordato a Scajola che se mai un giorno il nucleare tornerà in Italia ciò potrà avvenire solo con il consenso popolare e non certo per decisione unilaterale di un governo da operetta come quello al quale egli appartiene. Se gli italiani nel 1987 hanno bocciato l’atomo anche sull’onda della tragedia di Chernobyl, oggi lo boccerebbero ben più pesantemente, proprio perché durante i 21 anni trascorsi si è rivelato una pratica fallimentare tanto sotto il profilo economico quanto sotto quello degli impatti ambientali e della pericolosità per la salute. Un fallimento dimostrato inequivocabilmente dal fatto che quasi tutti i paesi maggiormente sviluppati tecnologicamente hanno smesso d’investire in questo senso e una grande parte delle 439 centrali nucleari esistenti nel mondo non verranno sostituite quando a breve smetteranno di essere in esercizio. Un fallimento dimostrato dal fatto che nessun paese al mondo ha la benché minima idea di come gestire le scorie radioattive che verranno lasciate come un’eredità di morte sulle spalle delle future generazioni. Un fallimento dimostrato dal fatto che perfino il più banale incidente all’interno di una centrale atomica, come accaduto a Krsko pochi giorni fa, rischia di essere prodromico di un disastro di proporzioni inenarrabili.

Per riportare alla ragione un genio incompreso come Scajola è dovuto intervenire perfino il ministro dell’ambiente tedesco Sigmar Gabriel che dopo avere probabilmente pensato - toto erras via, Claudio - gli ha ricordato che l’Italia non sarebbe in grado di avere centrali nucleari funzionanti prima del 2020-2025, “sempre che gli italiani lo vogliano veramente” e gli ha ribadito che "d’altro canto l’energia nucleare è troppo costosa. Il mercato sarà il nostro migliore alleato per uscire dall’opzione nucleare. La migliore soluzione sarebbe investire sull’energia alternativa".

rolleyes.gif

Honda Civic Hybrid a metano!!! 230mila km inizio 2016

(consumi: in media 3 Kg / 100 Km - rekord 2 Kg/100)

AMPERA per primo uso di casa.
ex FIAT Multipla "aftermarket" per i viaggi di famiglia (media almeno 5Kg/100Km)

ex Honda Accord metanizzata (a metano 4,8 Kg/100Km)
(ex Croma CHT metano 6,3 Kg/110 Km e 5 Km con un litro di benzina! )


#71
sbirkey

sbirkey

    Praticante Ecologista

  • Members Plus
  • StellettaStelletta
  • 401 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Valmadrera
Sulle energie rinnovabili in particolar modo il fotovoltaico ho scritto un articolo che sta in home page, la tecnologia per un fotovoltaico efficiente esiste, perchè non sfruttarla, stanno addirittura sviluppando un tipo di pannello definito amorfo che riesce a produrre energia anche in ombra ed addirittura di notte, a dispetto dei limiti delle celle mono e policristalline che sono sempre una ottima e validissima alternativa.
Tra 2000 anni gli archeologi potrebbero dissotterrare qualche deposito di scorie pensando che sia chissà cosa e trovarle ancora attive perchè è andata perduta la memoria storica per questo tipo di installazione che non può essere garantita per un periodo così lungo come quello richiesto per il decadimento di questi materiali.
In natura sono innocui, lasciamoli dove sono che di danno ne abbiamo già fatto!

#72
mito1960

mito1960

    Ambientalista

  • Members Plus
  • StellettaStellettaStelletta
  • 793 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Susegana (TV), loc Ponte Priula
  • Interests:lottare contro la disinformazione: viviamo in regime di monopoli!
    Quindi viaggiare ecologico, EV o a METANO, il carburante più ecologico, economico e conveniente per tutti!
    Ciao
poveri archeologi del futuro....

interessante lettura in tema:
http://www.carlobert...ti_nucleari.htm

"

Honda Civic Hybrid a metano!!! 230mila km inizio 2016

(consumi: in media 3 Kg / 100 Km - rekord 2 Kg/100)

AMPERA per primo uso di casa.
ex FIAT Multipla "aftermarket" per i viaggi di famiglia (media almeno 5Kg/100Km)

ex Honda Accord metanizzata (a metano 4,8 Kg/100Km)
(ex Croma CHT metano 6,3 Kg/110 Km e 5 Km con un litro di benzina! )


#73
Sile650

Sile650

    Ambientalista

  • Super Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 4652 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Treviso
L'articolo riportato da Mito non mi pare una pubblicazione scientifica sulla quale fare tutto questo affidamento.
Quello che scrive Cedolin LINK ha lo stesso peso di quel che potrebbe scrivere un leader sindacale, o un pecoraro Scanio, o un Calderoli...

Quando trovo frasi del genere "Qualunque persona dotata di buon senso e in possesso di un minimo di competenza non faticherebbe a comprendere..." la prima cosa che faccio è proprio dubitare del buon senso, della competenza e della buona fede di chi scrive.
Se leggi, sono a metano...

#74
Ciritto

Ciritto

    Ecocompatibile

  • Members
  • Stelletta
  • 3 messaggi
CITAZIONE(Sile650 @ Aug 14 2009, 02:13 PM) <{POST_SNAPBACK}>
L'articolo riportato da Mito non mi pare una pubblicazione scientifica sulla quale fare tutto questo affidamento.
Quello che scrive Cedolin LINK ha lo stesso peso di quel che potrebbe scrivere un leader sindacale, o un pecoraro Scanio, o un Calderoli...

Quando trovo frasi del genere "Qualunque persona dotata di buon senso e in possesso di un minimo di competenza non faticherebbe a comprendere..." la prima cosa che faccio è proprio dubitare del buon senso, della competenza e della buona fede di chi scrive.



Già, assomigliano agli ispiratori de: " Rimembranze di un Asino Saccente " mavieni.gif

#75
Cicciodonny

Cicciodonny

    Ambientalista

  • Super Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 2099 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Cento (FE)
  • Interests:Viaggi, Computer, Metano, Canto, figlia, moglie etc.etc.
    Il lavoro (quello vecchio) non rientra nella lista, prima del milionesimo posto....
A quanto pare Scajola non ha intenzione di fermarsi sull'energia nucleare.....

LINK

Se serve ve lo traduco....ma il titolo lo capite tutti, no????

Un pelo di pazienza....

Chi vol fer i comed so' al vaga a Zent (Cardinal Prospero Lambertini poi Benedetto XIV)
Ei Fù Multipla Bipower
- 370.000 km
New Multipla NP Year 2008 -  50.000 km
NUOVI ISCRITTI: Mi leggi per la 1^ volta?? Allora è gradito un messaggio di presentazione IN QUESTO FORUM


#76
Sile650

Sile650

    Ambientalista

  • Super Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 4652 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Treviso
Sì, la notizia l'avevano data anche i TG nostrani... ma fra la tragedia di Messina e gli avvenimenti politici è passata un po' in secondo piano.
Se leggi, sono a metano...

#77
Pha79

Pha79

    Ambientalista

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 1985 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Provincia di Milano
CITAZIONE
Montalto di Castro, (Vt), Borgo Sabotino (Lt), Garigliano (Caserta), Trino Vercellese (Vercelli), Caorso (Piacenza),
Oristano, Palma (Agrigento), Monfalcone (Gorizia): sarebbero questi i siti individuati dall’Enel per la costruzione di
quattro centrali nucleari. Lo hanno annunciato ieri i Verdi, che avrebbero individuato un rapporto riservato dell’azienda al
governo. Notizia smentita dall’Enel, secondo cui i siti saranno individuati solo dopo la definizione dei criteri per la localizzazione.

Fehler In Allen Teilen

www.ilRasoio.com

#78
guba

guba

    Praticante Ecologista

  • Members Plus
  • StellettaStelletta
  • 431 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:S. Giorgio di Piano (BO)
Mah...proprio stamattina io sentivo parlare del Polesine...
NYMBY!!!
"Sono nervoso come un gatto coda-lunga in una stanza piena di sedie a dondolo..."
Zafira A EcoM giunta al traguardo dei 318.000 ECO-KM! (71.000 dal rifacimento testata)

#79
Sile650

Sile650

    Ambientalista

  • Super Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 4652 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Treviso
Mah, dall'ambaradan di Copenhagen è uscito soprattutto un dato:
- Obama vuol costruire un mucchio di centrali nucleari in più
- la Francia vuole costruire altre centrali nucleari
- un po' tutto il mondo vuol costruire un bel po' di centrali nucleari...
Se leggi, sono a metano...

#80
Maxnard

Maxnard

    Ambientalista

  • Members Plus
  • StellettaStellettaStelletta
  • 680 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Pavia
Dopo aver letto infinite - ed a volte noiosette - filippiche pro o contro il "nucleare"...non vi viene il dubbio (ma solo quello né!) che allo stato attuale nessuna soluzione sia alternativa all'altra? Per mille ragioni pratiche, economiche ed ecologiche, non credete che il nucleare, l'eolico, il carbone, il solare e l'idroelettrico possano/debbano coesistere?
Sono nel tunnel da talmente tanto...che comincio a pensare di arredarlo!




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 members, 0 guests, 0 anonymous users