Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi
Foto

Nucleare


  • Per cortesia connettiti per rispondere
265 risposte a questa discussione

#21
mansel

mansel

    Ecocompatibile

  • Members
  • Stelletta
  • 9 messaggi
  • Location:Empoli
io sono contro il nucleare, l'attuale nucleare, questa tecnologia, questo tipo di reattori... il non spuntare come funghi, nei paesi che ne fanno uso, in periodi di alto costo del petrolio e gas, dimostra che ...che nell'arco della loro vita economica non sono molto convenienti, anzi........altrimenti gli ammericani non costruirebbero rigassificatori ecc. ecc. ma costrirebbero altri reattori....

ma l'atomo è il futuro...il reattore "ignitor" è il futuro....ma visto che i vecchi reattori servono per i loro sottoprodotti.....si continua ad investire sul reattore "iter",reattore che ha in se lacune fisiche e altri problemini teorici...ma viene finaziato...enormemente finaziato...a scapito dell'altro...che non ha tare teoriche, fisiche...per allungare la vita alla fissione...al petrolio ecc.ecc
i misteri della fisica... chiamiamoli così...

#22
Pha79

Pha79

    Ambientalista

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 1985 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Provincia di Milano
Domani vado a riprendere il numero di Newton dove si parlava di nucleare

ma per quasi certo vi posso dire che in italia a cavallo tra gli anni 60 e 70 si è inventato un tipo di reattore
che andava a scorie nucleari (in fondo siamo una nazione di genovesi)
e vi dirò di più in giappone le ultime centrali costruite sono di questo tipo! l'unica fregatura è che il controllo
del reattore è molto più complesso e la resa energetica minore, ma con quello che ti pagano per prendere le
scorie che gli altri non sanno usare... il gioco vale la candela!

comunque la soluzione rimane imparare a consumare il meno possibile!!!
Fehler In Allen Teilen

www.ilRasoio.com

#23
Tartufo

Tartufo

    Praticante Ecologista

  • Members Plus
  • StellettaStelletta
  • 473 messaggi
  • Gender:Male
Francamente il discorso nucleare, faccio fatica a comprenderlo, per due motivi:
primo, per il consumo energetico, potrebbe essere necessario ridurre la spesa energetica pubblica e privata, utilizzanto la tecnologia a LED, già disponibilite in italia ( è un made in italy prodotto in Campania), e si riduce il consumo di circa il 50%
secondo le signore ENI ed Enel, inveco di investire capitali guadagnati dalle nostre, tasche, dovrebbero investire maggiormente nel territorio italico, vedi coperture (tetti) di enti pubblici scuole ospedali etc.
le teconolgie alternative in italia ci sono, ma è il consumismo a portare confusione a discapito della vera tecnologia.
Holà (mi spunta un fiore in bocca)
PNP "Km 255.000"

#24
lor.87

lor.87

    Ambientalista

  • Members Plus
  • StellettaStellettaStelletta
  • 1045 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:bologna e senigallia
vi segnalo un sito gestito da miei amici sul quale oggi c'è un piccolo articolo sul nucleare. Vi consiglio di leggere i commenti, indovinate di chi sono...

http://www.asanguefreddo.it/?p=1269

#25
Sile650

Sile650

    Ambientalista

  • Super Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 4652 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Treviso
Permettimi, ma se chi dirige la baracca apre una discussione con questo presupposto " ...una riflessione seria sui costi, sui benefici, sulle prospettive future, su cosa è il nucleare, tutti argomenti che ovviamente un governo populista e ignorante come e’ difficile trovarne nel mondo, certo non sa neanche da dove iniziare per parlarne." di tutto mi aspetto tranne che di una discussione basata su dati obiettivi e non su sparate da bar (o da cellula politica).

Non mi sto riferendo alla tua risposta (che comunque non condivido per molti aspetti) .

Se hai piacere di discutere di questo argomento, credo proprio sia meglio che lo facciamo qui.
Se leggi, sono a metano...

#26
fabiobologna

fabiobologna

    Ambientalista

  • Super Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 3225 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Colli bolognesi
  • Interests:Dicono di lui: per una volta anche il superfabio ha sbagliato: E' UMANO!!
Premetto che anche io sono contrario al nucleare.

Mah:
In Italia siamo buoni solo a parlare.
Da anni si parla di sfruttare altri tipi di energie cosidette pulite.
Una per esempio sarebbe l'eolica.
Però c'è sempre qualcuno che dice che la non si può fare perchè quei pali deturpano il panorama, oppure perchè tutti quei pannelli solari buttati in una radura che nessuno conosce non vanno bene.

A furia di parlare non si conclude nulla.
E in Italia, ahimè, di parlatori a vanvera ce ne sono molti, e parecchi greggi di pecoroni li seguono.

Siamo costretti a fare i pezzenti dell'Europa. Ci tocca comprare l'energia a caro prezzo dagli altri Paesi.
E alla fine abbiamo delle Centrali Nucleari a 5 km dal nostro confine.

E se succede qualcosa a quella??
VW Caddy Maxi EcoFuel ComfortLine (70mila km dal 28/09/12) (ex Zafira A EcoM: solo 275mila km)

#27
lor.87

lor.87

    Ambientalista

  • Members Plus
  • StellettaStellettaStelletta
  • 1045 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:bologna e senigallia
CITAZIONE
Permettimi, ma se chi dirige la baracca apre una discussione con questo presupposto " ...una riflessione seria sui costi, sui benefici, sulle prospettive future, su cosa è il nucleare, tutti argomenti che ovviamente un governo populista e ignorante come e' difficile trovarne nel mondo, certo non sa neanche da dove iniziare per parlarne." di tutto mi aspetto tranne che di una discussione basata su dati obiettivi e non su sparate da bar (o da cellula politica).


ehm lo so che il mio amico è di parte, io volevo porre l'attenzione più sul mio commento. Era giusto per fare un po' di pubblicità a quel sito. Di solito non scrive così poco e così faziosamente solo che negli ultimi tempi lui e gli altri collaboratori hanno poco tempo, per loro è un lavoro a tempo perso sono sempre studenti come me e devono studiare.

Allora facciamo così, copio il mio commento qui e poi mi dici in cosa non sei d'accordo.

inutile dire che sono contrario al nucleare. Per costruire una centrale nucleare in giappone ci mettono 5 anni, ma parliamo dei giapponesi, da noi quanto tempo ci vorrà all'incirca. Io credo che, per come vanno le cose qui (nepotismo, burocrazia lenta, proteste ambientaliste…tutte cose che rallenteranno i lavori), ci vorranno 10 anni. Da noi in cinque anni pensano a malapena di preparare il terreno (mediante disinformazione mediatica) e al massimo di fare qualche bozza progettuale. Inoltre c'è sempre il rischio che accada qualche incidente perchè sappiamo bene che qui la sicurezza non è importante, vengono prima gli amici e i parenti da piazzare, come in molti ospedali meridionali (ma non solo lì) dove medici raccomandati incompetenti fanno morire persone ricoverate per semplici appendiciti, calcoli…a causa della loro negligenza. Dire poi quanto costa una centrale è veramente complicato, diciamo in media tra i 3 e i 5 miliardi di euro, però si parla di progetti iniziali, di stime; se poi, come accadrà sicuramente, si ritardano i tempi previsti per la costruzione, la centrale comincia a costare sempre di più e può accadere che i costi di costruzione raddoppino addirittura, non vorremo mica avere una nuova tav no? Se addirittura in Finlandia non sono riusciti a contenere i costi di una loro centrale (che sono passati da 2 a 3 miliardi) pensate che potremmo riuscirci noi?
http://www.lastampa....r...ne=
E ancora: oggi un kw prodotto da centrale nucleare costa tra i 3 e i 4 cent di euro, ma chi ci assicura che questo costo rimarrà costante? L'uranio è una fonte che può finire come il petrolio. Se fra 10 anni alla nostra scelta del nucleare si dovessero unire paesi dall'economia giovane e bisognosi di energia a basso costo (est europa, medioriente, asia) e quelli più sviluppati aumentassero la produzione di energia nucleare (Francia, Germania, USA…)? A questo punto il costo dell'uranio comincerà a salire, e rischieremmo di non riuscire nemmeno a ripagare le spese effettuate per la costruzione. Non ve l'ho detto? Ah, scusate, mi ero dimenticato di dirvi che una centrale nucleare lavora almeno 5 anni esclusivamente per coprire i costidi costruzione, ma si tratta di una stima estremamente ottimistica anche per i giapponesi. Diciamo 8 anni, e qui in Italia 10. Dunque 10 anni per la costruzione e 10 per ripagarsi: gli effetti di una centrale nucleare li vedremo dal 2029!
Ma non è finita: ci fu il famoso referendum nell'87, certo era facile prevedere che avrebbero vinto i no al nucleare perchè proprio l'anno prima ci fu cernobyl. Ma nonostante l'esito scontato del referendum alla fine dei conti fu un'ottima scelta dal mio punto di vista perchè ad oggi, anche se abbiamo un sacco di rifiuti non smaltiti in Campania e i altre regioni, almeno non abbiamo tante scorie nucleari come altri paesi che non sanno dove metterle perchè ad oggi non esiste un sito ritenuto sicuro per millenni (vedi articolo sopra).
Vogliono ricominciare a costruire delle centrali nucleari quando ancora oggi alcune sono in fase di smantellamento e ci sono anche scorie lasciate sparse in tutta Italia! Credo che, prima di annunciare al mondo con spavalderia e vanto che l'Italia ritornerà al nucleare (tipico di campagne elettorali ben studiate), vadano almeno risolte queste cose: chiudere le centrali assicurando l'assenza di rischi per la popolazione, e trovare un posto sicuro dove stoccare le scorie in sicurezza.
Qui il testo e il video della puntata di report di qualche tempo fa.
http://www.report.ra...1080736,00.html
Quelle che vuole costruire il governo sono le centrali di terza generazione, ovvero centrali che, rispetto a quelle degli anni '70-'80 producono sicuramente meno scorie, ma ne producono ancora. Invece esistono progetti di centrali di quarta generazione, che dovrebbero permettere di eliminare le scorie, le quali si dovrebbero poter "bruciare" per produrre ulteriore energia. Certo si parla ancora a livello teorico, però le stime prevedono che questo tipo di centrali potranno essere disponibili dal 2030. Allora non vi sembra una stupidaggine iniziare a costruire oggi delle centrali che non saranno pronte prima del 2020 e inizieranno a produrre positivamente solo dal 2029, quando già nel 2030 cominceranno ad essere obsolete perchè arriveranno quelle di quarta generazione?
e prima di parlare di nucleare bisognerebbe vedere se abbiamo veramente bisogno di tutta quella energia: prima si dovrebbe puntare sul risparmio energetico eliminando per legge i led degli apparecchi audiovisivi; poi eliminando dal mercato le lampadine a incandescenza visto che ormai quelle a risparmio energetico esistono per tutti i gusti (tre tubi, a goccia, a faretto, a torciglione…) e per tutte le tasche (da 3 a 10 euro); e molto altro si potrebbe fare per risparmiare energia, basterebbe pensarci e fare un piano nazionale con leggi, pubblicità progresso in tv, educazione nelle scuole… Inoltre prima di pensare all'energia pulita del nucleare (come ha detto in un intervista l'informatissimo Scajola), bisogna guardare ad altre forme di energia: fotovoltaico, solare termico, eolico, biomasse, o anche semplicemente pensando alle stufe a pellet che si pubblicizzano tanto in tv oggi (queste ultime però servono alla diminuzione della dipendenza da metano o gpl per riscaldamento). E ci sono innumerevoli altri modi per risparmiare energia, quelle che ho citato sono le più banali perchè non sono un esperto.

Scusate se sembrano cose buttate a casaccio, ma le ho scritte di getto

#28
Sile650

Sile650

    Ambientalista

  • Super Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 4652 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Treviso
CITAZIONE(lor.87 @ Mar 4 2009, 10:17 PM) <{POST_SNAPBACK}>
Per costruire una centrale nucleare in giappone ci mettono 5 anni, ma parliamo dei giapponesi, da noi quanto tempo ci vorrà all'incirca. Io credo che, per come vanno le cose qui (nepotismo, burocrazia lenta, proteste ambientaliste…tutte cose che rallenteranno i lavori), ci vorranno 10 anni.


E il governo ha fatto delle previsioni simili alle tue.

CITAZIONE(lor.87 @ Mar 4 2009, 10:17 PM) <{POST_SNAPBACK}>
Da noi in cinque anni pensano a malapena di preparare il terreno (mediante disinformazione mediatica)


Con questo tipo di frasi dimostri di essere prevenuto.

CITAZIONE(lor.87 @ Mar 4 2009, 10:17 PM) <{POST_SNAPBACK}>
Inoltre c'è sempre il rischio che accada qualche incidente perchè sappiamo bene che qui la sicurezza non è importante, vengono prima gli amici e i parenti da piazzare, come in molti ospedali meridionali (ma non solo lì) dove medici raccomandati incompetenti fanno morire persone ricoverate per semplici appendiciti, calcoli…a causa della loro negligenza.


Faremo le centrali solo al nord, allora! tongue.gif
Scherzi a parte, per seguire il tuo ragionamento qualunquista allora in Italia non ci dovremmo azzardare nemmeno a far volare gli aeroplani... metti mai che il pilota sia raccomandato... rolleyes.gif

CITAZIONE(lor.87 @ Mar 4 2009, 10:17 PM) <{POST_SNAPBACK}>
Ma nonostante l'esito scontato del referendum alla fine dei conti fu un'ottima scelta dal mio punto di vista perchè ad oggi, anche se abbiamo un sacco di rifiuti non smaltiti in Campania e i altre regioni, almeno non abbiamo tante scorie nucleari come altri paesi che non sanno dove metterle perchè ad oggi non esiste un sito ritenuto sicuro per millenni


Hai idea di quale sia la quantità "spropositata" di scorie che produce una centrale in un anno?

CITAZIONE(lor.87 @ Mar 4 2009, 10:17 PM) <{POST_SNAPBACK}>
Quelle che vuole costruire il governo sono le centrali di terza generazione, ovvero centrali che, rispetto a quelle degli anni '70-'80 producono sicuramente meno scorie, ma ne producono ancora. Invece esistono progetti di centrali di quarta generazione, che dovrebbero permettere di eliminare le scorie, le quali si dovrebbero poter "bruciare" per produrre ulteriore energia. Certo si parla ancora a livello teorico, però le stime prevedono che questo tipo di centrali potranno essere disponibili dal 2030. Allora non vi sembra una stupidaggine iniziare a costruire oggi delle centrali che non saranno pronte prima del 2020 e inizieranno a produrre positivamente solo dal 2029, quando già nel 2030 cominceranno ad essere obsolete perchè arriveranno quelle di quarta generazione?


Premesso che prevedere che le centrali di quarta generazione saranno sviluppate per il 2030 e non per il 2025 o per il 2035 o chissà quando è un atto di fede abbastanza avventato... a quella data lì non dobbiamo aggiungere i 10 anni per costruirla perchè siamo in Italia e poi il periodo di ammortamento?

Ergo, iniziare a costruire oggi una centrale (e non lo sta facedo solo l'Italia) garantisce la soluzione fino a quando i bravi ricercatori ci daranno le centrali miracolose con la supercavolola.

CITAZIONE(lor.87 @ Mar 4 2009, 10:17 PM) <{POST_SNAPBACK}>
e prima di parlare di nucleare bisognerebbe vedere se abbiamo veramente bisogno di tutta quella energia: prima si dovrebbe puntare sul risparmio energetico eliminando per legge i led degli apparecchi audiovisivi; poi eliminando dal mercato le lampadine a incandescenza visto che ormai quelle a risparmio energetico esistono per tutti i gusti (tre tubi, a goccia, a faretto, a torciglione…) e per tutte le tasche (da 3 a 10 euro); e molto altro si potrebbe fare per risparmiare energia, basterebbe pensarci e fare un piano nazionale con leggi, pubblicità progresso in tv, educazione nelle scuole… Inoltre prima di pensare all'energia pulita del nucleare (come ha detto in un intervista l'informatissimo Scajola), bisogna guardare ad altre forme di energia: fotovoltaico, solare termico, eolico, biomasse, o anche semplicemente pensando alle stufe a pellet che si pubblicizzano tanto in tv oggi (queste ultime però servono alla diminuzione della dipendenza da metano o gpl per riscaldamento). E ci sono innumerevoli altri modi per risparmiare energia, quelle che ho citato sono le più banali perchè non sono un esperto.


Permettimi, ma hai condensato in poche righe un campionario di luoghi comuni invidiabile.
I LED???? 5-10 milliampere????
Se leggi, sono a metano...

#29
lor.87

lor.87

    Ambientalista

  • Members Plus
  • StellettaStellettaStelletta
  • 1045 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:bologna e senigallia
CITAZIONE
Con questo tipo di frasi dimostri di essere prevenuto.

E infatti lo sono, verso il nucleare, e non così tanto per essere ambientalista, perchè ne ho parlato con mio zio, professore di fisica all'università, che mi ha spiegato tante cose. E poi ovviamente ho visto anche tante trasmissioni, mettici anche che sono un fanatico del risparmio energetico...

CITAZIONE
Faremo le centrali solo al nord, allora! tongue.gif
Scherzi a parte, per seguire il tuo ragionamento qualunquista allora in Italia non ci dovremmo azzardare nemmeno a far volare gli aeroplani... metti mai che il pilota sia raccomandato... rolleyes.gif

vabbè, è vero, io sono troppo pessimista dry.gif

CITAZIONE
Hai idea di quale sia la quantità "spropositata" di scorie che produce una centrale in un anno?

Non ho capito cosa c'è sotto a questa domanda

CITAZIONE
Permettimi, ma hai condensato in poche righe un campionario di luoghi comuni invidiabile.
I LED???? 5-10 milliampere????

io ho fatto pochi esempi, ma ce ne sarebbero molti altri. Ora non venirmi a dire che non sprechiamo energia o che ne sprechiamo poca. I "led" non sono sempre led, in alcuni casi, sopratutto negli apparecchi più vecchi sono piccole lampadine. In ogni caso dovrebbero essere circa 4 watt l'uno. Se cominci ad avere tv, dvd, satellitare... Tu per caso sai se non consumano così?

#30
Toninon

Toninon

    Praticante Ecologista

  • Members Plus
  • StellettaStelletta
  • 297 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Roma
L'argomento e' sicuramente complesso.

Premetto che secondo me il punto fondamentale non e' nucleare si o no, ma piano energetico quale ?
Dunque non basta dire "centrali nucleari" bisogna specificare il resto, e non basta dire "no alle centrali nucleari" bisogna indicare un piano alternativo completo a lungo termine.

Io al referendum di 20 anni fa' ho votato "no", cioe' no all'abolizione delle normative che permettevano l'esistenza di tali centrali. Se non ricordo male anche allora di centrali ne avevamo ben poche, un paio attive e mi ricordo almeno quella di Montalto praticamente finita (costi e tempi si erano dilatati di almeno il doppio), mi e' sembrato davvero un peccato che la centrale dovesse essere smantellata senza avere mai funzionato, ma d'altra parte la larga maggioranza degli italiani aveva deciso cosi'.

Dire che adesso si riprende da dove ci si era fermati 20 anni fa' non e' proprio vero, molte cose sono cambiate, soprattutto il fatto che siamo un paese completamente denuclearizzato.
E' anche vero che alcuni problemi allora non esistevano, in particolare il global warming era solo un'ipotesi.


Alcune considerazioni:

Tra i vantaggi delle centrali nucleari ritengo che la quasi assenza di effetto global warming sia di gran lunga il piu' importante.

Ormai e' fatta siamo un paese denuclearizzato e bisogna prendere atto degli svantaggi ma anche dei vantaggi.

Ma visto che siamo denuclearizzati vale la pena perdere questa condizione per 4 centrali ?

Dato che la Francia si e' specializzata nel produrre questo tipo di energia (59 centrali...) perche' non approfittarne e comprarla da loro ? Non sta scritto da nessuna parte che dobbiamo essere autosufficienti, che poi e' una presa in giro perche' gas, petrolio, uranio dobbiamo sempre importarli. D'altra parte siamo tutti parte dell'unione europea, nessuno si sconvolge se importiamo oggetti tecnologici, auto etc... da Giappone, Cina, USA, perche' non importare energia dai nostri vicini europei ?

E' proprio vero che tutti stanno costruendo centrali ? Da questa tabella non sembra proprio cosi'.

I piani alternativi al nucleare che respiro hanno ? Sono in grado di portarci nei prossimi decenni ?

Non e' che si vogliono fare le centrali nucleari per non cambiare nulla ? Cioe' sistemiamoci i conti del global warming e stiamo a posto cosi', chissenefrega del sole del vento e delle altre menate del genere...

Ma il piano di rinnovo energetico che sta' portando avanti Obama che peso da' al nucleare ?

Il nucleare e' davvero economicamente conveniente ?

Se anche fosse conveniente non saremmo disposti a spendere un po' di piu' per mantenerci liberi da centrali nucleari, scorie, etc... ? Magari basterebbe 1 cent in piu' al kWh.

A lungo termine esiste veramente un'alternativa al nucleare, per evitare il global warming ?

L'idea che il rischio nucleare sarebbe lo stesso con o senza centrali sul territorio italiano mi sembra una balla, un conto e' averle solo al confine un conto e' averle dappertutto.

Rubbia che ne pensa ?

ciao

#31
Nicola Ventura

Nicola Ventura

    Fondatore

  • Amministratore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 8626 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Paderno d'Adda (LC)
CITAZIONE(Sile650 @ Mar 5 2009, 10:21 PM) <{POST_SNAPBACK}>
Con questo tipo di frasi dimostri di essere prevenuto.


Permettimi ma non si tratta di essere prevenuti... ma banalmente realisti.

In Italia, dove a volte non bastano 3 anni per aprire un banale distributore di metano, credi davvero che possano bastare 10 anni aprire una centrale nucleare?

Desolescion

SEGNALAZIONE PREZZI: Invitiamo tutti a segnalare i prezzi dei distributori direttamente nelle schede degli elenchi => METANO - GPL


=> "Copiarci non è impossibile: è inutile." (cit.) <=


#32
Cicciodonny

Cicciodonny

    Ambientalista

  • Super Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 2099 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Cento (FE)
  • Interests:Viaggi, Computer, Metano, Canto, figlia, moglie etc.etc.
    Il lavoro (quello vecchio) non rientra nella lista, prima del milionesimo posto....
CITAZIONE(Sile650)
...omissis....

Hai idea di quale sia la quantità "spropositata" di scorie che produce una centrale in un anno?

Premesso che prevedere che le centrali di quarta generazione saranno sviluppate per il 2030 e non per il 2025 o per il 2035 o chissà quando è un atto di fede abbastanza avventato... a quella data lì non dobbiamo aggiungere i 10 anni per costruirla perchè siamo in Italia e poi il periodo di ammortamento?

Ergo, iniziare a costruire oggi una centrale (e non lo sta facedo solo l'Italia) garantisce la soluzione fino a quando i bravi ricercatori ci daranno le centrali miracolose con la supercavolola.

Permettimi, ma hai condensato in poche righe un campionario di luoghi comuni invidiabile.
I LED???? 5-10 milliampere????


D'acccordo sile che le scorie non sono tantissime, ma TU sai cos'è il "tempo di dimezzamento"????
E soprattutto dell'Uranio 233 oppure 238 che sono isotopi che servono alla centrale, e che da cui si ricavano le scorie????
STO PARLANDO di milioni di anni se non centinaia di migliaia PERCHE' DIVENTINO la metà di quello che erano in partenza e che ININTERROTTAMENTE emettono raggi Alfa, Beta e Gamma (soprattutto questi ultimi).
DOVE LI TENIAMO PER MILIONI O CENTINAIA DI MIGLIAIA DI ANNI?????

Mi dici tu che fine hanno fatto le scorie delle centrali che abbiamo tenuto in funzione per 10 o forse meno e COME SONO MANTENUTE????
NON è che per caso sono nei vecchi siti delle centrali e che ci STIAMO SMENANDO soldi per tenerli lì ed ogni contenitore che invecchia DIVENTA come il materiale che contiene e CHE AUMENTA il rifiuto nucleare??????
E questi soldi CHI CE LI METTE????
Ne abbiamo tenuto conto nella bolletta NUCLEARE o sono a fondo perduto??????

ULTIMA cosa,
vi rendo noto che le CENTRALI a FUSIONE si potrebbero costruire ANCHE OGGI, se non fosse per 2 piccolissimi problemi di cui uno COLLEGATO INDISSOLUBILMENTE con la questione che trattiamo.....
LA centrale a FUSIONE NUCLEARE non produce scorie, ma HA BISOGNO FONDAMENTALMENTE di avere un CAMPO MAGNETICO IMMENSO che sospende in aria o nel vuoto ricavato sulla Terra il nocciolo SIMILARE al PROCESSO che c'è sul sole
(FUSIONE di 2 atomi di idrogeno oppure di Trizio e Deuterio)
e questo PROCESSO avviene per temperature di 100 MILIONI di Gradi Celsius, ALTRIMENTI non ci ricaviamo energia, e l'unica cosa conosciuta OGGI per produrre i 100 MILIONI sono appunto le centrali a FISSIONE di uranio.....

Se "SPRECHIAMO" l'uranio per produrre corrente elettrica OGGI, nel 2030-2050 o quando sarà che AVREMO LE CENTRALI a FUSIONE con cosa "le accendiamo"??? (per usare una frase di un programma televisivo???)
Con il Gasolio, il Fotovoltaico, l'Eolico, il Metano o l'Etanolo?????

LA faccenda dei LED, se vuoi la sto sperimentando pure io in casa..... E' vero non emettono tanta luce, ma CONSUMANO PRATICAMENTE ZERO o poco più, e siccome il comune di Padova con l'illuminazione stradale,
HA ANNUNCIATO che risparmierà 400.000 Euro all'anno, non mi sembra che sia un risparmio,
sia in ENERGIA che in Danaro, DA POCO in questo momento di crisi......

IMHO, OF COURSE....

Parerescion

Chi vol fer i comed so' al vaga a Zent (Cardinal Prospero Lambertini poi Benedetto XIV)
Ei Fù Multipla Bipower
- 370.000 km
New Multipla NP Year 2008 -  50.000 km
NUOVI ISCRITTI: Mi leggi per la 1^ volta?? Allora è gradito un messaggio di presentazione IN QUESTO FORUM


#33
guba

guba

    Praticante Ecologista

  • Members Plus
  • StellettaStelletta
  • 431 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:S. Giorgio di Piano (BO)
CITAZIONE(Cicciodonny @ Mar 6 2009, 11:03 AM) <{POST_SNAPBACK}>
LA faccenda dei LED, se vuoi la sto sperimentando pure io in casa..... E' vero non emettono tanta luce, ma CONSUMANO PRATICAMENTE ZERO o poco più, e siccome il comune di Padova con l'illuminazione stradale,
HA ANNUNCIATO che risparmierà 400.000 Euro all'anno, non mi sembra che sia un risparmio,
sia in ENERGIA che in Danaro, DA POCO in questo momento di crisi......


Secondo me su questa faccenda non vi siete capiti...credo che Lor parlasse della "lucetta dello stand-by" di certi apparecchi elettronici.

Sul nucleare ho da dire solo che concordo con chi dice che è il passato
Il futuro sono le rinnovabili e usare tempo e risorse per altre cose non farà che spostare in avanti questo futuro.
Ciao
Guba
"Sono nervoso come un gatto coda-lunga in una stanza piena di sedie a dondolo..."
Zafira A EcoM giunta al traguardo dei 318.000 ECO-KM! (71.000 dal rifacimento testata)

#34
Cicciodonny

Cicciodonny

    Ambientalista

  • Super Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 2099 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Cento (FE)
  • Interests:Viaggi, Computer, Metano, Canto, figlia, moglie etc.etc.
    Il lavoro (quello vecchio) non rientra nella lista, prima del milionesimo posto....
HO letto meglio e CONCORDO,
peccato che ha ragione di nuovo lor.87,
o almeno nei siti che consigliano l'apparecchio del Discount tedesco dice che OGNI LED in stand by,
consuma dai 5-7 W ora, e siccome si parla di TV, COMPUTER, Decoder digitali, Hi Fi, Home Teater e altro se ce n'è

SI PARLA di 500 MW

un terzo di una centrale Nucleare nuova (1400 MW)
che potresti risparmiare..... eekk.gif

Scusescion blush.gif icon_dho.gif

Chi vol fer i comed so' al vaga a Zent (Cardinal Prospero Lambertini poi Benedetto XIV)
Ei Fù Multipla Bipower
- 370.000 km
New Multipla NP Year 2008 -  50.000 km
NUOVI ISCRITTI: Mi leggi per la 1^ volta?? Allora è gradito un messaggio di presentazione IN QUESTO FORUM


#35
Pha79

Pha79

    Ambientalista

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 1985 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Provincia di Milano
Vorrei porre in evidenza la questione dell'arricchimento del combustibile.
Io sono contro le centrali nucleari perchè mi sembrano un'investimento a perdere sotto tutti i punti di vista, e preferirei spendere soldi per qualcosa di diverso, da poco sono disponibili i dati del nevada solar one, e c'è in progetto di costruire centrali solari a concentrazione per 1/5 della superfice del deserto del nevanda per coprire l'intero fà bisogno energetico degli usa. fonte National Geografic puntata "Megastrutture".
Premesso questo: quanta energia elettrica/CO2 serve per far girare le centrifuge 10 anni o giù di lì per arricchire l'uranio? in Iran quanto tempo hano impiegato a preparare il combustibile per la bomba (meno di 1Kg)? visto che il rapporto arricchito/impoverito è di ciraca 1/100 e che servono svariate centinaia di kilogrammi di combustibile l'anno per il funzionamento di una centrale. cosa ce ne faremo / dove metteremo le svariate decine di migliaia di kilogrammi di combustibile impoverito?!?
Non Mi interessa la propaganda ne di una ne dell'altra fazione! Queste sono cose importanti da sapere prima d'iniziare!

CITAZIONE(Cicciodonny @ Mar 6 2009, 11:42 AM) <{POST_SNAPBACK}>
HO letto meglio e CONCORDO,
peccato che ha ragione di nuovo lor.87,
o almeno nei siti che consigliano l'apparecchio del Discount tedesco dice che OGNI LED in stand by,
consuma dai 5-7 W ora, e siccome si parla di TV, COMPUTER, Decoder digitali, Hi Fi, Home Teater e altro se ce n'è

SI PARLA di 500 MW

un terzo di una centrale Nucleare nuova (1400 MW)
che potresti risparmiare..... eekk.gif

Scusescion blush.gif icon_dho.gif


Ciccio io per certo ti posso dire che disattivando tutti gli stand-by di casa di ogni genere (per mezzo di potentissime ciabatte con interruttore) noi risparmiamo 10€ a bimestre!!! Oltre a quello che risparmia anche l'ambiente!
Fehler In Allen Teilen

www.ilRasoio.com

#36
lor.87

lor.87

    Ambientalista

  • Members Plus
  • StellettaStellettaStelletta
  • 1045 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:bologna e senigallia
CITAZIONE
Mi dici tu che fine hanno fatto le scorie delle centrali che abbiamo tenuto in funzione per 10 o forse meno e COME SONO MANTENUTE????
NON è che per caso sono nei vecchi siti delle centrali e che ci STIAMO SMENANDO soldi per tenerli lì ed ogni contenitore che invecchia DIVENTA come il materiale che contiene e CHE AUMENTA il rifiuto nucleare??????
E questi soldi CHI CE LI METTE????
Ne abbiamo tenuto conto nella bolletta NUCLEARE o sono a fondo perduto??????


Si, per caso sono nei vecchi siti. Se avete un po' di tempo dovreste guardarvi la puntata di report di cui vi ho dato il link. Io l'ho guardata tutta, ecco perchè sono così informato e mi arrabbio quando si parla di nucleare: dobbiamo ancora smaltire le vecchie scorie e già si pensa a nuove centrali.

http://www.report.ra...1080736,00.html

CITAZIONE
Secondo me su questa faccenda non vi siete capiti...credo che Lor parlasse della "lucetta dello stand-by" di certi apparecchi elettronici.

Ancora una volta guba mi ha capito al volo wink.gif

#37
Toninon

Toninon

    Praticante Ecologista

  • Members Plus
  • StellettaStelletta
  • 297 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Roma
CITAZIONE(guba @ Mar 6 2009, 11:26 AM) <{POST_SNAPBACK}>
Sul nucleare ho da dire solo che concordo con chi dice che è il passato
Il futuro sono le rinnovabili e usare tempo e risorse per altre cose non farà che spostare in avanti questo futuro.

Istintivamente la penserei allo stesso modo, pero' bisogna fare i conti con la realta', dunque non mi sento di escludere a priori il nucleare se non sono chiare le alternative.

CITAZIONE(Cicciodonny @ Mar 6 2009, 11:03 AM) <{POST_SNAPBACK}>
vi rendo noto che le CENTRALI a FUSIONE si potrebbero costruire ANCHE OGGI, se non fosse per 2 piccolissimi problemi di cui uno COLLEGATO INDISSOLUBILMENTE con la questione che trattiamo.....
LA centrale a FUSIONE NUCLEARE non produce scorie, ma HA BISOGNO FONDAMENTALMENTE di avere un CAMPO MAGNETICO IMMENSO che sospende in aria o nel vuoto ricavato sulla Terra il nocciolo SIMILARE al PROCESSO che c'è sul sole
(FUSIONE di 2 atomi di idrogeno oppure di Trizio e Deuterio)
e questo PROCESSO avviene per temperature di 100 MILIONI di Gradi Celsius, ALTRIMENTI non ci ricaviamo energia, e l'unica cosa conosciuta OGGI per produrre i 100 MILIONI sono appunto le centrali a FISSIONE di uranio.....

Se "SPRECHIAMO" l'uranio per produrre corrente elettrica OGGI, nel 2030-2050 o quando sarà che AVREMO LE CENTRALI a FUSIONE con cosa "le accendiamo"??? (per usare una frase di un programma televisivo???)
Con il Gasolio, il Fotovoltaico, l'Eolico, il Metano o l'Etanolo?????

Le centrali a fusione si potrebbero costruire anche adesso ? Sicuro sei ?

Io intanto mi informo cosa pensa del problema energetico Carlo Rubbia, sapete lui e' un grande scenziato, ha vinto il premio Nobel per la fisica, e' italiano e si occupa di energia solare. Anche Scajola e' italiano...

ciao

#38
Sile650

Sile650

    Ambientalista

  • Super Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 4652 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Treviso
CITAZIONE(nicovent @ Mar 6 2009, 12:23 AM) <{POST_SNAPBACK}>
Permettimi ma non si tratta di essere prevenuti... ma banalmente realisti.


No Nico.
La frase che io avevo citato era incentrata non sulle tempistiche, ma sulla "disinformazione mediatica", il che dava già per scontato un assunto (il nucleare non va bene) ancora tutto da dimostrare. wink.gif
Se leggi, sono a metano...

#39
Sile650

Sile650

    Ambientalista

  • Super Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 4652 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Treviso
CITAZIONE(Cicciodonny @ Mar 6 2009, 11:03 AM) <{POST_SNAPBACK}>
LA faccenda dei LED, se vuoi la sto sperimentando pure io in casa..... E' vero non emettono tanta luce, ma CONSUMANO PRATICAMENTE ZERO o poco più, e siccome il comune di Padova con l'illuminazione stradale,
HA ANNUNCIATO che risparmierà 400.000 Euro all'anno, non mi sembra che sia un risparmio,
sia in ENERGIA che in Danaro, DA POCO in questo momento di crisi......


No, quel che dicevo io era appunto che i led consumano talmente poco che basare i sogni di risparmio energetico sulla loro soppressione è come voler svuotare il mare con un cucchiaino. wink.gif
Se leggi, sono a metano...

#40
Pha79

Pha79

    Ambientalista

  • Moderatore
  • StellettaStellettaStelletta
  • 1985 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Provincia di Milano
CITAZIONE(Sile650 @ Mar 6 2009, 01:07 PM) <{POST_SNAPBACK}>
No, quel che dicevo io era appunto che i led consumano talmente poco che basare i sogni di risparmio energetico sulla loro soppressione è come voler svuotare il mare con un cucchiaino. wink.gif


Non capisco cosa vuoi dire
Fehler In Allen Teilen

www.ilRasoio.com




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 members, 0 guests, 0 anonymous users