Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere pi¨ informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi
Foto

Green Hybrid Cup: Gnemmi e Tommasin si candidano alla vittoria finale


  • Per cortesia connettiti per rispondere
Nessuna risposta a questa discussione

#1
Redazione

Redazione

    Praticante Ecologista

  • Redazione
  • StellettaStelletta
  • 428 messaggi
  • Gender:Male
E’ andato in scena sul circuito Piero Taruffi di Vallelunga il quarto appuntamento del Green Hybrid Cup, trofeo riservato alle Kia Venga 1.6 con alimentazione Ibrida a GPL organizzato da BRC Gas Equipment, con la collaborazione di Kia Motors Italia.

L’attesa alla vigilia era alta più che mai. Oltre all’aspetto sportivo, dato dall’importanza della posta in palio, continuavano infatti i test sulle nuove pastiglie freno BRC Brake Racing, nuovo prodotto a marchio BRC. Risultati ottimi sotto il profllo tecnico per le mescole preparate dai tecnici e grande spettacolo sul tracciato romano.

Come da pronostici è il laziale Jacopo Lombardelli ad aggiudicarsi il primo round andato in scena nella giornata di sabato. Già mattatore delle prove libere e delle qualifiche il portacolori della Puntogas, supportato da un tifo da stadio, scatta in testa ed allunga progressivamente sui rivali.
Palanti si mette subito in scia davanti a Ghione e Gnemmi ma al terzo giro, a causa di un contatto con l’inviato di Striscia, finisce nel gruppone degli inseguitori.
A metà gara Lombardelli, Ghione e Gnemmi congelano praticamente le prime posizioni, mentre alle loro spalle è lotta serrata fra Gulizia, Tommasin, Tolfo e Casillo che non si risparmiano “colpi proibiti”. Uno di questi mette fuori gara Alberto Biraghi.
Al settimo giro Tommasin, leader fra i giovani ed in lotta per la classifica assoluta si sbarazza di Gulizia e si porta al quarto posto. Anche Tolfo cerca di superare il siciliano che si difende con grande esperienza.
Lombardelli trionfa sotto la bandiera a scacchi. Ghione, trasparente ai fini dell’assegnazione dei punti, è secondo davanti a Gnemmi e Tommasin, che sembrano ormai i veri pretendenti alla vittoria finale.

E’ Paolo Palanti a mettere tutti in riga nell’appuntamento della domenica. Il pilota lombardo, partito dalla prima fila grazie al settimo posto di gara 1, scatta meglio di Carlo Casillo e si porta subito al comando della gara.
Dietro i due si porta subito Jimmy Ghione che, già prima del termine del primo giro, è bravo a recuperare quattro posizioni. Palanti, Casillo e Ghione, aumentano il distacco dai rivali. Gulizia, quarto, precede Tommasin, Tolfo e Lombardelli. Questi ultimi due entrano in contatto al secondo giro. Il laziale, dominatore di gara 1, finisce nelle retrovie, mentre il giovane pilota veneto viene sanzionato con un drive-throught. Per loro gara compromessa.
La sfida si rianima nel finale grazie al duello fra Gulizia e Tommasin e alle belle rimonte di Biraghi e Lombardelli. All’ultimo giro Tommasin riesce a prevalere su Gulizia e si porta al quarto posto. Ormai però i giochi sono fatti. Palanti torna alla vittoria davanti a Casillo e Ghione. Gnemmi, sesto, conquista punti preziosi per la classifica finale.

Il Green Hybrid Cup archivia in questo modo il penultimo appuntamento stagionale. L’ultimo atto della sfida andrà in scena a Varano de Melegari il prossimo 25 ottobre. Gnemmi e Tommasin sembrano ormai gli unici candidati alla vittoria finale che consacrerà il Campione Italiano Energie Alternative 2015, anche se la matematica e le ultime prestazioni non condannano ancora Lombardelli e Palanti.

Click here to view the article




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 members, 0 guests, 0 anonymous users