Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere pi¨ informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi
Foto

Scandicci (FI): incentivi per elettriche, ibride, metano e gpl


  • Per cortesia connettiti per rispondere
Nessuna risposta a questa discussione

#1
Redazione

Redazione

    Praticante Ecologista

  • Redazione
  • StellettaStelletta
  • 428 messaggi
  • Gender:Male
Contributi economici di 700 euro per l’acquisto di auto elettriche o ibride nuove, di 350 euro per ciclomotori elettrici e di 200 euro per biciclette a pedalata assistita, di 500 euro per trasformare a metano una vettura e di 350 euro per trasformazioni a gpl. Gli ecoincentivi sono erogati dal Comune di Scandicci ai propri cittadini (è possibile un acquisto o una trasformazione procapite) e ad enti pubblici e privati, aziende e associazioni con sede nel territorio comunale (fino ad un massimo di due veicoli acquistati o trasformati). Così come specificato nella delibera approvata dalla Giunta comunale, i contributi verranno erogati fino all’esaurimento del fondo di 25 mila euro stanziato nel Bilancio di previsione 2015 per “Incentivi di carattere ambientale”, e in ogni caso entro il 31 dicembre 2015. 

“Anche quest’anno il Comune di Scandicci incentiva le scelte virtuose dei cittadini che decidono di acquistare veicoli a basso impatto ambientale, oppure di trasformare con impianti di alimentazioni più ecologici auto già in circolazione – dice l’assessore all’Ambiente Barbara Lombardini – si tratta di aiuti concreti erogati nell’ambito del Piano di azione comunale per la qualità dell’aria con gli obiettivi di ridurre le emissioni inquinanti per gli spostamenti dei cittadini e di incentivare la mobilità elettrica, in modo da migliorare l’aria che respiriamo. Novità degli ecoincentivi 2015 sono l’aumento del contributo per le bici a pedalata assistita e gli incentivi per l’acquisto di auto elettriche o ibride. Abbandonare le forme di alimentazioni tradizionali comporta anche gestioni più economiche dei veicoli da parte dei proprietari”.

I cittadini o le aziende o gli enti devono compilare la domanda per la concessione del contributo allegando copia del documento di identità ovvero la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ove si dichiara: di non aver usufruito, per l’acquisto o la trasformazione dello stesso veicolo, di analoghi contributi statali; il possesso del veicolo acquistato o trasformato; la modalità di riscossione preferita dal medesimo acquirente (riscossione diretta presso la tesoreria comunale o mediante accredito sul conto corrente bancario o postale). I contributi vengono erogati al proprietario del veicolo acquistato o trasformato previo accertamento da parte degli uffici della documentazione.

Click here to view the article




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 members, 0 guests, 0 anonymous users