Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere pi¨ informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi
Foto

Milano vs car2go: il comune valuta azioni sulle nuove tariffe


  • Per cortesia connettiti per rispondere
Nessuna risposta a questa discussione

#1
Redazione

Redazione

    Praticante Ecologista

  • Redazione
  • StellettaStelletta
  • 428 messaggi
  • Gender:Male
I servizi di car sharing in questi due anni hanno rappresentato una rivoluzione per la mobilità urbana milanese, che è diventata modello per tante città. Tra le caratteristiche peculiari di Milano c’è il fatto che il servizio va garantito non solo nelle aree centrali ma a tutta la città (96% dell’ambito urbano).

Tutte le società di car sharing hanno ad oggi attuato piani tariffari dinamici e innovativi coerenti con lo spirito dell’avviso pubblico che, in un’ottica di libera concorrenza, non prevede tariffe concordate con l’Amministrazione. Il risultato conseguito da Car2go, Enjoy, Twist, GuidaMi e Share’Ngo è stato straordinario con oltre 300mila iscritti.

Una delle aziende autorizzate, Car2go, ha improvvisamente comunicato una revisione tariffaria molto particolare che però appare discriminatoria verso alcuni utenti, al punto di poter essere interpretata come una riduzione sostanziale dell’ambito di operatività del loro servizio.

“L’universalità del servizio su tutto il territorio – dichiara l’assessore alla Mobilità e Ambiente Pierfrancesco Maran – è uno dei punti qualificanti e fondamentali delle regole indicate dal Comune: abbiamo aperto il mercato del car sharing perché fosse un sistema innovativo utilizzabile da tutti i cittadini in tutta la città, dando così maggiori opportunità e diritti di mobilità sostenibile. Ci crediamo al punto di aver concordato con tutti gli operatori addirittura una estensione dei servizi verso la città metropolitana”.

“Crediamo che Car2go abbia dato stimoli e servizi estremamente positivi in questi due anni – ha aggiunto Maran – con soddisfazione degli utenti, del Comune e della società stessa. La loro proposta così come è stata formulata rischia però di far venire meno il rapporto di fiducia con il Comune e con gli utenti. Se c’è un problema di distribuzione delle auto, che lascia quartieri ad alta domanda sguarniti in certi orari, lo si può e si deve affrontare senza creare eccessive penalizzazioni ad altri utenti”.

“Per questo – ha concluso Maran – abbiamo scritto oggi a Car2go riservandoci di valutare se la loro nuova proposta tariffaria sia rispondente ai principi di interesse pubblico esplicitati nell’avviso del 2013. Le porte del Comune sono aperte per discutere di ogni miglioria al servizio che possa favorire gli utenti e l’azienda”.

Click here to view the article




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 members, 0 guests, 0 anonymous users