Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere pi¨ informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi
Foto

Green Hybrid Cup: Alessandra Brena Ŕ la nuova Campionessa


  • Per cortesia connettiti per rispondere
Nessuna risposta a questa discussione

#1
Redazione

Redazione

    Praticante Ecologista

  • Redazione
  • StellettaStelletta
  • 428 messaggi
  • Gender:Male
E’ andato in scena oggi sul circuito Riccardo Paletti di Varano de Melegari l’atto conclusivo del Green Hybrid Cup, il primo trofeo monomarca organizzato da BRC Gas Equipment, riservato alle Kia Venga 1.6 con l’esclusiva alimentazione ibrida a GPL.
 
Il trofeo ha consacrato il nuovo Campione Italiano di categoria. E così, dopo un’avvincente stagione, è Alessandra Brena a scrivere il proprio nome dell’albo dei vincitori. La giovane pilota bergamasca succede a Jimmy Ghione che fino all’ultimo ha lottato per la vittoria finale.
Alessandra suggella una stagione entusiasmante fatta di sacrifici e successi, culminata con la splendida vittoria di Poznan e con tanti piazzamenti di prestigio.
Nella tappa finale di Varano Alessandra ha trionfato con l’esperienza dei grandi, resistendo alle pressioni di piloti più esperti e conquistando un secondo ed un quarto posto, che gli hanno permesso di ottenere i punti necessari per il trionfo finale.
La classifica assoluta del campionato vede al secondo posto il campione uscente Jimmy Ghione ed al terzo un sempre più brillante Marco Brioschi.
 
Il week-end di Varano è segnato dalla pioggia. Nelle prove ufficiali di sabato è Jacopo Lombardelli a conquistare la pole position, davanti a Jimmy Ghione che deve rinunciare ai due punti previsti dal miglior tempo per un solo millesimo di secondo. Terzo tempo e seconda fila per Alessandra Brena che precede un ottimo Marco Costamagna.

Complice la pioggia gara 1 è più avvincente che mai e ricca di colpi di scena. Al via Ghione beffa Lombardelli, partito dalla pole, e si porta al comando. Il giovane pilota laziale accusa la pressione della Brena e viene passato anche dalla giovane pilota bergamasca. Ghione, Brena e Lombardelli conducono per i primi tre giri davanti a Portatadino. Quest' ultimo al quarto giro è autore di uno spettacolare testa coda ed è costretto alle posizioni di retrovia. Quando tutto sembra assodato, Jimmy commette un errore alla parabolica e viene passato da Alessandra e Lombardelli. Alle spalle dei 3 si assiste ad un gran recupero di Marco Brioschi che precede Costamagna.
Al 10° giro la Brena conduce davanti a Lombardelli, Ghione e Brioschi. Il pilota brianzolo in due giri riapre la gara e si porta in testa. Ma prima della bandiera a scacchi commette un errore. Jimmy si riporta abilmente al comando e taglia il traguardo davanti ad Alessandra Brena, Brioschi, Lombardelli ed a un superlativo Ballabio. 

Anche gara 2 si svolge in condizioni di bagnato. Scatta bene Gulizia partito dalla pole che riesce ad avere la meglio su Portatadino. Ghione recupera subito due posizioni e si mette dietro Alessandra.
Gulizia commette un errore e viene passato da Portatadino e Ballabio. 
Al terzo giro l'episodio che decide gara e campionato. Jimmy finisce in testa coda e si ritrova in decima posizione.
Gulizia intanto si riporta al comando con una manovra che verrà sanzionata dai giudici a fine gara. Dietro di lui Portatadino, Palanti (autore del giro veloce) e Brioschi. La Brena non rischia e mantiene salda la quinta posizione.
Jimmy tenta il tutto per tutto, ma davanti i primi sono velocissimi. L'inviato di Striscia deve alza bandiera bianca.  Nel giorno del trionfo di Alessandra Brena, quarta sotto la bandiera a scacchi, vittoria per Portatadino, davanti a Brioschi e Palanti.

Si archivia così per la BRC, leader a livello mondiale nel settore degli impianti gas auto per autrotrazione, un’altra avvincente stagione nella quale sono stati raggiunti gli obiettivi prefissati. Correre in pista in maniera divertente, nel rispetto dell’ambiente dimostrando l’elevato livello di qualità raggiunto dai componenti impiegati e dove la differenza è stata rappresentata dalle qualità del pilota!

L’appuntamento con il Green Hybrid Cup è quindi per il 2014!
Classifica Gara 1
1 Jimmy Ghione giri 13 in 22:00.046
2 Alessandra Brena a 1.202
3 Marco Brioschi a 1.597
4 Jacopo Lombardelli a 8.032
5 Fulvio Maria Ballabio a 15.616
6 Paolo Palanti a 17.309
7 Giuseppe Gulizia a 28.209
8 Andrea Portatadino a 29.809
9 Marco Costamagna a 31.899
10 Alberto Carobbio a 41.554
11 Mario Beltrami a 43.119
12 Paolo Gnemmi a 45.896
13 Marco Ravinale a 1:29.808
14 Dario Bertorello a 1 giro
Rit.: Arturo Merzario

Classifica Gara 2
1 Andrea Portatadino giri 13 in 22:03.061
2 Marco Brioschi a 0.481
3 Paolo Palanti a 0.976
4 Alessandra Brena a 4.384
5 Marco Costamagna a 5.431
6 Jacopo Lombardelli a 6.015
7 Jimmy Ghione a 9.260
8 Giuseppe Gulizia a 22.238
9 Fulvio Maria Ballabio a 28.986
10 Paolo Gnemmi a 32.025
11 Alberto Carobbio a 35.281
12 Mario Beltrami a 52.788
13 Marco Ravinale a 1:21.685
14 Dario Bertorello a 1:27.838
DNS Arturo Merzario

Classifica FINALE Green Hybrid Cup 2013*
1 Alessandra Brena 240
2 Jimmy Ghione 232
3 Marco Brioschi 204
4 Andrea Portatadino 194
5 Jacopo Lombardelli 148
6 Lorenzo Veglia 86
7 Alberto Carobbio 84
8 Alberto Viberti 64
9 Giuseppe Gulizia 64
10 Paolo Gnemmi 64
11 Arturo Merzario 62
12 Paolo Palanti 52
13 Ferruccio Fontanella 46
14 Giampaolo Tenchini 40
15 Paolo Strabello 38
16 Fulvio Maria Ballabio 32
17 Luca Demarchi 30
18 Mario Beltrami 20
19 Eugenio Mosca 18
20 Marco Costamagna 16
21 Alberto Sabbatini 10
22 Luca Danese 6
23 Marco Ravinale 4
24 Severino Nardozi 2
25 Andrea Tornella, Dario Bertorello, Luca Filippi, Piero Mertoli 0
*ordine alfabetico in caso di parità

Click here to view the article




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 members, 0 guests, 0 anonymous users