Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

Un distributore di Metano a Sondrio? La proposta affidata all'Asm


colonnina_metanoDistributore del metano per autotrazione: il comune proporrà all’Asm di studiare la possibilità di mettere una pompa anche in città, anche in vista del cambio del parco autobus, oltre che per l’uso privato.

La decisione è stata presa all’unanimità dal consiglio comunale ieri sera approvando una mozione presentata dal consigliere Piergiuseppe Forni che ha raccolto il plauso di tutti i consiglieri. Il capogruppo di «Sondrio anch’io» infatti ha presentato una proposta largamente condivisa ricordando che, nei programmi del sindaco Molteni, sono ampiamente previste azioni di risparmio energetico, ma anche azioni tese a contrastare l’inquinamento da smog. «Il recente studio dell’Arpa - ha detto Forni - ha evidenziato come il 29% delle emissioni inquinanti è dovuta agli scarichi delle auto alimentate a benzina e gpl ed è quindi ragionevole incominciare a pensare ad alternative che potrebbero passare per il gas metano. Infatti l’Asm è in grado di erogare tale gas che potrebbe distribuire in vendita ai privati, considerado anche il fatto che i distributori più vicini sono nelle provincie di Brescia, Bergamo e Como e che la presenza di un distributore a Sondrio darebbe dei vantaggi anche ai turisti». Per la maggioranza è intervenuto il consigliere Alberto Giustolisi che ha sottolineato come la mozione presentata da Forni fosse ben documentata e pienamente condivisibile anche perché «il settore commerciale dell’autotrasporto - ha sottolineato - potrebbe a sua volta prendere in considerazione la possibilità di convertire molti mezzi pesanti a metano, o comunque i nuovi automezzi». Per il PDL, il consigliere Claudio Righi ha chiesto che la proposta venga approfondita anche sul piano economico per valutare «se molti automezzi possono essere realmente riconvertiti».

«Temo infatti - ha concluso - che il nuovo impianto possa essere ammortizzato in tempi troppo lunghi. Comunque è auspicabile uno studio di fattibilità come del resto richiesto con la mozione». Sul rapporto costi/benefici si è soffermato anche il capogruppo liberale Andrea Massera «visto che gli operatori privati del settore non ne hanno ancora visto la convenienza reale».
Il sindaco Molteni, intervenendo prima della votazione, ha ringraziato Forni per la proposta «che mi impegno a sottoporre ad Asm, nella convinzione che argomenti come questi servono a far crescere la sensibilità dei cittadini verso una migliore qualità della vita». «Inoltre Asm - ha aggiunto il sindaco - dovrà presto rinnovare il parco autobus e, in quest’ottica, la scelta della trazione a metano è di certo pertinente e auspicabile».



0 Comments