Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

A breve in Valle D'Aosta il metano per autotrazione


AOSTA, 22 GEN - Prende corpo il progetto per la creazione di una rete di distribuzione di metano per autotrazione sul territorio della Valle d'Aosta. E' all'esame della Regione uno studio per l'individuazione dei siti strategici nei quali sistemare i distributori.
Per l'assessore regionale all'Energia, Leonardo La Torre "un passo avanti per permettere l'accesso a combustibili che, seppure convenzionali, risultano largamente meno inquinanti e sostenendo, al tempo stesso, la politica avviata di riconversione degli autoveicoli in circolazione".


Infatti, degli oltre 80 mila veicoli circolanti in Valle d'Aosta poco più di 500 funzionano a Gpl o a metano. La proposta di piano di sviluppo del metano per autotrazione è stata affidata alla divisione Gas & Power dell'Eni, una rete di 610 distributori in Italia, che ha inserito nelle ipotesi di fattibilità alcune aree di servizio lungo la Statale 27, l'asse viario principale, oltre che la stazione di rifornimento carburanti nell'area di sosta autostradale di Saint-Vincent.

Per La Torre "é tassativo superare le difficoltà strutturali per colmare il divario con altre regioni italiane dove l'utilizzo di carburanti gassosi è in crescita". Un primo obiettivo è rappresentato dallo snodo autoportuale alle porte del capoluogo che presenta le caratteristiche ideali per ospitare il primo distributore per gas metano da autotrazione, in attesa di analisi più approfondite sugli altri siti.

Secondo L'assessore "l'installazione di impianti a metano e il potenziamento dei distributori a Gpl rientrano nelle linee guida del Piano Aria che l'amministrazione intende perseguire, superando eventuali ostacoli".

Fonte: http://www.regione.vda.it




0 Comments