Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere più informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

Green eMotion: sarà Enel a progettare la rete di ricarica per le auto elettriche in Italia


enelLa Commissione europea ha dato il via a un'iniziativa di durata  quadriennale e portata europea per promuovere la mobilità elettrica. I  42 partner dell'iniziativa, fra cui figurano società industriali e  costruttori di automobili

, utilities, enti locali, università e istituti  di tecnologia e ricerca, dovranno condividere, scambiare e ampliare il  patrimonio di know-how ed esperienza accumulato in alcune regioni  d’Europa.

"La mobilità elettrica darà un contributo importante alla riduzione  delle emissioni di anidride carbonica. Green eMotion mira ad assicurare  una rapida diffusione dei veicoli elettrici", ha dichiarato Siim Kallas,  vicepresidente della Commissione europea e commissario ai Trasporti. Il  progetto ha un budget di 42 milioni di euro, di cui 24 provenienti  dalla UE.

I partner dell'iniziativa dovranno accumulare esperienza nella  mobilità elettrica in alcune regioni pilota europee (già definite o da  definirsi) e affinare le tecnologie. Un problema fondamentale è la  definizione di processi, standard e soluzioni IT europee che consentano  agli utilizzatori di veicoli elettrici un accesso facile e continuo alle  infrastrutture di ricarica e servizi collegati in tutta l'Unione  europea. Un lancio rapido ed economicamente efficiente della mobilità  elettrica dipende in misura fondamentale anche dalla definizione e  adozione di standard comuni.

Le regioni pilota esistenti ospiteranno un numero totale di oltre  10.000 punti di ricarica, di cui quasi 1000 a Barcellona, Madrid e  Malaga, circa 400 a Roma e Pisa, 3600 a Berlino e 100 a Strasburgo. In  Danimarca, il paese con la maggior incidenza di energia eolica sul  totale della produzione, gli importatori di autovetture prevedono di  immatricolare 2000 auto elettriche nel corso di quest'anno, con  l’installazione di ben 2000 stazioni di ricarica  pubbliche e semi  pubbliche a Copenhagen, Bornholm e Malmo. In Irlanda, il piano nazionale  prevede circa 2000 veicoli elettrici e 3500 stazioni di ricarica.

"Le soluzioni applicate localmente fino a oggi, frutto  dell’esperienza accumulata in regioni pilota specifiche, verranno ora  inglobate in studi pan-europei, con l’obiettivo di preparare il terreno  alla mobilità elettrica in tutta Europa. Ciò richiederà standard  infrastrutturali, di rete, e di Information Technologies", spiega Heike  Barlag di Siemens, coordinatrice del progetto Green eMotion.  "L’integrazione delle attività individuali in un’importante iniziativa  di partenariato ci sta dando slancio e visibilità, e garantirà lo  sviluppo coordinato della mobilità elettrica".

Il progetto Green eMotion mira ad accumulare esperienza  nell’alimentazione elettrica e ibrida di autovetture, autobus e veicoli a  due ruote. In particolare, in alcune regioni pilota le sperimentazioni  comprendono stazioni di scambio batteria e ricarica DC (in corrente  continua), oltre all’integrazione delle reti intelligenti, il traffico  transfrontaliero, diversi sistemi di pagamento e la sperimentazione di  modelli di business alternativi.

Nell'ambito dell'iniziativa Green eMotion, Enel Distribuzione, il  gestore della rete di distribuzione del Gruppo Enel, è a capo della  Commissione di Coordinamento regionale che sovrintende le attività di  sperimentazione a livello regionale. Inoltre, Enel Distribuzione ha  l’incarico di progettare e implementare l'infrastruttura di ricarica per  veicoli elettrici in Italia, coordinare i progetti sperimentali  italiani e collaborare a gran parte delle attività di ricerca grazie  all'esperienza acquisita in precedenti iniziative nel settore. Collabora  con Daimler alla sperimentazione di veicoli elettrici in tre grandi  città italiane, dove sta sviluppando una infrastruttura di ricarica  innovativa, si occupa della piattaforma tecnologica europea per le Smart  Grid e coordina il progetto ADDRESS nell’ambito del settimo programma  quadro (7PQ), che mira a produrre un favorevole contesto commerciale e  tecnico per lo sviluppo della "domanda attiva" di reti intelligenti del  futuro. Infine, Enel Distribuzione è impegnata nel progetto G4V (Grid  for Vehicles) del 7PQ, per la valutazione dell'impatto di un lancio  diffuso dei veicoli elettrici in Europa.

I partner dell’iniziativa Green eMotion sono le società industriali  Alstom, Better Place, Bosch, IBM e Siemens, le utilities Danish Energy  Association, EDF, Endesa, Enel, ESB, Eurelectric, Iberdrola, RWE e PPC,  le case automobilistiche BMW, Daimler, Micro-Vett, Nissan e Renault, i  comuni di Barcellona, Berlino, Bornholm, Copenhagen, Cork, Dublino  (rappresentata dall'Agenzia per l'energia Codema), Malaga, Malmo e Roma,  le università e istituti di ricerca CARTIF, Cidaut, CTL, DTU, ECN,  Imperial, IREC, RSE, TCD e Tecnalia, e gli istituti tecnologici DTI, FKA  e TÜV NORD.




0 Comments