Vai al contenuto

Ecomotori.net utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo. Per avere pił informazioni sui cookie clicca qui    Chiudi

dicembre 2016

L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31


- - - - -

Inquinamento in Granda: necessario passare a mezzi a gas


SmogIl territorio pianeggiante della provincia di Cuneo, come peraltro tutta la Pianura padana, è particolarmente soggetto all’inquinamento atmosferico, sia a causa delle condizioni meteoclimatiche che favoriscono la stagnazione degli inquinanti, sia per la presenza di alte concentrazioni di traffico, attività produttive, insediamenti e popolazione. I dati forniti dalla rete di monitoraggio della qualità dell’aria, gestita da Arpa, rivelano una situazione di criticità che ormai si protrae da alcuni anni, soprattutto in riferimento al parametro Pm10 (polveri sottili), per il quale i limiti di legge sono ripetutamente superati su gran parte del territorio padano.


Nonostante i dati relativi al 2007 abbiano fatto registrare un certo miglioramento, grazie anche alle situazioni meteorologiche favorevoli, miglioramento forse più accentuato sul territorio della Granda che nella restante Pianura padana, tuttavia i limiti fissati a livello statale continuano ad essere superati (sia Bra che Alba hanno già terminato, per il 2008, il loro bonus dei 35 superamenti all’anno della media giornaliera di Pm10 pari a 50 microgrammi/Nmc).

I veicoli alimentati a Gpl e a metano inquinano decisamente meno rispetto a quelli a benzina o diesel, in particolare le emissioni di polveri sono quasi del tutto assenti, infatti tali tipologie di veicoli possono solitamente circolare anche nelle Ztl. L’opinione pubblica si sta sensibilizzando su questi temi, anche a causa dell’aumento smisurato dei prezzi di benzina e gasolio. Il quotidiano 'Il Sole 24 Ore' del 19 maggio riporta la notizia secondo la quale, per la prima volta, in Italia, le motorizzazioni ecologiche hanno superato la percentuale del 5% del parco veicolare, con un aumento dei mezzi ibridi benzina/metano del 46% e di quelli benzina/Gpl del 151,8%. A tal proposito, è recente la notizia che i 50 milioni di euro messi a disposizione a livello statale per il 2008 sono stati rapidamente esauriti e che il programma è già stato sospeso.

Fonte: http://www.targatocn.it




0 Comments